musica,musicisti ed artisti:esistono ancora?

06 agosto 2007 ore 13:24 segnala
La musica in italia è un qualcosa di davvero sconcertante ormai. La mia è una convinzione che trae origine da molti fattori,i più dei quali magari, sono solo soggettivi come il mio personale gusto o il genere. Però poi ci sono anche altri fattori molto più oggettivi per cui alla fine se uno sa suonare o cantare è comunque apprezzabile al di la del proprio gusto,ma se uno è un ciuccio...beh...lo è...è basta. Ora non è che fuori dall'italia ciucci non ve ne siano...per carità...di truffe musicali ne è pieno il mondo. Vi sono ormai acclamate “star” internazionali che basano tutto il loro essere artisti sul fatto di essere glamour...alla moda...tipi da copertina...tipi le cui immagini contano molto più delle loro voci o del loro essere musicisti. In fondo oggi con la tecnologia chiunque può incidere un disco e chiunque può salire sul palco e far finta di cantare. Anche io...beh...sarebbe troppo però!! Anche in italia questo fenomeno è esploso in maniera esponenziale e si sono creati tutta una serie di “artisti” che a ben guardare sono solo una serie incredibile di bluff. La cosa che lascia sconcertati è che dietro ciò vi è un abile sistema di piazzisti che è in grado di vendere i propri gioielli a costi esorbitanti,non giustificati,costi per fare un esempio dell'ordine di centinaia di migliaia di euro in cui a ben guardare la produzione effettiva di uno spettacolo assume una voce minoritaria. Mi spiego meglio con esempi concreti;mettiamo che Pinco pallino deve fare una tournee italiana. Pinco pallino è l'idolo delle teen agers...vende poster,vende magliette...va in tv e sale l'audience. Canta da cane,ma nessuno se ne fotte...gli metti dietro un paio di coriste in gamba,una band in grado di coprire con la musica le magagne più evidenti,un fonico scaltro o nei peggiori dei casi una bella registrazione fatta in studio et voilà...Pinco pallino va sul palco!!Ed ecco i costi di produzione: palco,strutture,luci,audio,tecnici,personale staff,a volte video,mezzi di trasporto. Diciamo che da 5000 a 15000 euro a data puoi avere,a seconda della grandezza della struttura tutto ciò a meno che non parliamo di grandi palchi(pink floyd,rolling stones,u2 ecc) in cui i costi ci sono ma si muovono in media anche 3-400 persone ed ogni camion ha un costo giornaliero sui 1000 euro solo per fare un esempio. Ma noi siamo a Pinco pallino quindi diciamo che tutto il costo di produzione,compreso la pubblicità è di 20-25000 euro a data. Viene venduto a 70-80mila euro ed ecco come un asino diventa una gallina dalle uova d'oro anche se non sa cantare e forse nemmeno leggere e scrivere. Ed il più delle volte questi credono davvero di essere qualcuno,si comportano da idioti,fanno le bizze,insultano i tecnici e non conoscono ne educazione ne umiltà. E tu che sei li pensi a come sarebbe bello se si facessero invece cantare artisti veri. Artisti che almeno valgono qualcosa. Artisti che se li ascolti dici:cazzo che voce!! Beh...ogni tanto i miracoli accadono!! Ho fatto ad Alatri,in provincia di Frosinone, Venerdì e Sabato due spettacoli il cui costo complessivo nemmeno si avvicina alla metà delle cifre di prima. Prima serata John Campbelljohn,band canadese,un trio blues composto da basso chitarra e batteria...persone umili ma che suonano e cantano davvero e bene. Uno spettacolo! Mi sono proprio divertito ed è stato davvero coinvolgente! Seconda serata Sandra Hall,cantante blues accompagnata da una band quasi tutta italiana:Maurizio "Gnola" Glielmo (chitarra, voce), Tiziano Cimaschi (basso), Roger Mugnaini (piano, organo), Massimo Bertagna (batteria), Lilian Stoimenov (tromba), Massimiliano Negri (sax tenore). Ragazzi...dovevate sentirla...62 anni di pura energia...una voce che non aveva bisogno di amplificazione...e lo ha dimostrato dal vivo,allontanandosi dal microfono e cantando facendo sentire a me che ero a 30 metri una voce viva,calda e potente!! Musicisti bravi e professionali...che salgono sul palco e in pochi secondi trovano il loro setting senza fare impazzire i tecnici con un non sento...vorrei un po' più...no...un po' meno...mi metti...ma vaffanculo suona se sai suonare!! Insomma alla fine due serate di puro blues americano con due formazioni vere che ti riconciliano con la musica e ti fanno dimenticare le nostre “star” da pochi centesimi che fosse per me al massimo suonerebbero il citofono e non salirebbero certo su un palco. Ma che vuoi fare...oggi è tutta immagine e se ti chiami Sandra Hall,hai 62 anni,canti blues e non sei certo una pin -up...beh non potrai mai ambire ad essere una star!! Questo è il mondo...quindi noi teniamoci i nostri D'Alessio,Zeroassoluto,Ferro,Vibrazioni ed altre amenità del genere...ma,almeno sappiamo che qualcuno che canta davvero esiste...basta avere la pazienza e la fortuna di cercarli e trovarli,magari ignorando la tv !!
7990087
La musica in italia è un qualcosa di davvero sconcertante ormai. La mia è una convinzione che trae origine da molti fattori,i più dei quali magari, sono solo soggettivi come il mio personale gusto o il genere. Però poi ci sono anche altri fattori molto più oggettivi per cui alla fine se uno sa...
Post
06/08/2007 13:24:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. flyias 06 agosto 2007 ore 14:36
    altro che se condivido.:ok.....La vera musica ormai non esiste più......e poi non solo non sanno cantare ma non hanno più fantasia creatività e ti remixano le canzone dei grandi......se questa è musica.......phua......
  2. aulegu 08 agosto 2007 ore 14:08
    tante persone non capiscono cosa sia l'arte ... e così , come dei pecoroni si accontentano di seguire il gregge , senza cercare cosa più interessanti .

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.