Nobel economia

14 ottobre 2008 ore 09:38 segnala
Il premio Nobel per l'Economia è stato assegnato a Paul Krugman,economista neo-keynesiano, teorico cioè dell'intervento dello Stato per regolare il mercato. A molti magari non frega nulla di tutto ciò,però a me fa riflettere. La riflessione principe riguarda l'assenza nel nostro paese di una sinistra che si contrapponga al liberismo(che poi è un liberismo alla c.d.c...come abbiamo ben visto in questi giorni!)senza se e senza ma portato avanti in questi anni prima dalla nefasta accoppiata Reagan-Tatcher ed ora arrivati nelle clownesche mani di gente come Bush,Berlusconi e compagnia.

Beh,quello che salta agli occhi è che se da una parte questi sciacalli dell'economia pensano o vogliono far credere che il capitalismo da solo genera sviluppo e benessere e che l'intervento dello Stato debba esser limitato(si come no...giusto a salvare loro il culo quando fanno i disastri...)mentre vi è per contro una opposizione che di fatto è incapace di formulare un alternativa keynesiana che sostenga al contrario la necessita di uno stato forte e presente sia come regolatore che come volano dell'economia. Questo è preoccupante ed il fatto che invece il Nobel venga assegnato ad un economista che è contro il liberismo e che tra pochi aveva previsto queste crisi...beh,dovrebbe far riflettere molta gente.

La mia convinzione è che in determinati settori strategici lo stato deve tornare ad essere presente in modo da garantire una vera concorrenza e servizi accessibili a tutti. Naturalmente ciò non significa che il controllo di tali imprese debba essere messo in mano(come purtroppo è stato fatto qui)ai politici ed ai loro amici/parenti. Bastava evitare ciò per non precipitare il paese nel disastro che sta avvenendo. Una smania di privatizzazioni senza precedenti da cui lo stato esce più povero ,i cittadini meno tutelati e garantiti ed i servizi peggiorati. Il paradosso invece è che qui si arriva ad impedire che lo stato salvi cittadini in difficoltà se questi sono semplici operai mentre intervenga pesantemente se d essere salvati sono finanza e imprenditori: mi pare che vi sia qualcosa che non va!!
10077925
Il premio Nobel per l'Economia è stato assegnato a Paul Krugman,economista neo-keynesiano, teorico cioè dell'intervento dello Stato per regolare il mercato. A molti magari non frega nulla di tutto ciò,però a me fa riflettere. La riflessione principe riguarda l'assenza nel nostro paese di una...
Post
14/10/2008 09:38:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.