Nudo maschile: perchè fa paura?

23 ottobre 2012 ore 12:21 segnala
Leggevo un articolo su una mostra di nudo maschile che si sta tenendo a Vienna.Ovviamente sono rimasto colpito dalle polemiche. Forse c'è sicuramente un intento pubblicitario ma è indubbio che di fronte a queste cose le polemiche ci sono sempre. Mi chiedevo il perchè sarebbe una manifestazione dai connotati immorali e corruttori?! Perchè la vista del nudo , specie se maschile spaventa così tanto? Certo, una spiegazione storica c'è: dopo l'età classica greco romana in cui il nudo era vissuto senza imbarazzo vi è stata la cristianità che ha inculcato per secoli l'idea del peccato legato al nudo ed al sesso.

E però questa spiegazione non mi basta. Deve esserci dell'altro perchè mi sembra che spesso anche quelli non religiosi siano refrattari e contrari al nudo. La cosa che più mi fa pensare è che se in quest'ultimo secolo vi è stato un ritorno del nudo femminile nelle arti visive per contro non vi è stata una par condicio! Ora va da se che preferisco sempre vedere una bella donna nuda ma sarebbe giusto che anche le donne avessero la loro parte! Ed invece accade che, spesso sulla scia di posizioni vetero femministe settarie si tenda non tanto a cercare di aumentare la presenza del nudo maschile ma di far diminuire se non sparire anche quello femminile!

Sta cosa mi lascia perplesso soprattutto quando sento quei discorsi sullo sfruttamento del corpo femminile che a mio avviso spesso lasciano il tempo che trovano perchè la maggior parte delle volte bisognerebbe capire chi sfrutta chi! E' la moda che sfrutta la modella per vendere i suoi vestiti o è la modella che sfrutta la moda per arricchire il suo conto in banca? Insomma personalmente sono più per una società in cui il nudo non fa paura a nessuno ed è emblematica una scena di un film(Ogni maledetta domenica) in cui la presidente di una squadra di football americano, una splendida Cameron Diaz, entra negli spogliatoi della sua squadra e parla ai giocatori senza fare una piega!FOTOE non fatemi la battuta che non si è piegata altrimenti Sotomayor!!

Nella scena il contesto rende normale che vi siano degli uomini col ciondolone al vento e lei si comporta normalmente e non assistiamo ad una scena isterica del tipo donna che entra e con fare ipocrita grida di coprirsi!!Faccio fatica ad immaginare analoga scena in italia! Chissà se l'ex presidente della Roma Rossella Sensi entrava negli spogliatoi! Va beh...tutto questo per dire che mi piacerebbe sapere quante donne veramente vedrebbero di buon occhio più nudo maschile e quante invece sono per un abolizione totale del nudo sia maschile che femminile e per quale ragione. Accetto qualsiasi risposta tranne quella che chiama in causa i minorenni...per favore risparmiatevi questo alibi!!I minorenni sono minorenni e non minorati...fatevene una ragione!
10708440-63c0-46ec-b29c-1ba392ffcf45
Leggevo un articolo su una mostra di nudo maschile che si sta tenendo a http://www.repubblica.it/speciali/arte/recensioni/2012/10/22/news/uomini_nudi_mostra-45037754/?ref=HRERO-1.Ovviamente sono rimasto colpito dalle polemiche. Forse c'è sicuramente un intento pubblicitario ma è indubbio che di...
Post
23/10/2012 12:21:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. dealma 23 ottobre 2012 ore 13:26
    "spesso sulla scia di posizioni vetero femministe settarie"...
    Trovo che tu sia andato fuori tema. Tanto per cominciare, se devi parlare di femminismo sarebbe bello che tu non accompagnassi il termine ad aggettivi come vetero (esiste un neo femminismo) e soprattutto settario (visto che il femminismo ha fin dall'inizio combattuto proprio contro il settarismo).
    Ciò detto, posso dirti che il nudo maschile è "temuto" persino in ambienti in cui dovrebbe essere accettato con naturalità. Anni fa mi iscrissi a un corso di disegno in Accademia. Tra le altre cose, si dovevano ritrarre modelli nudi... anzi no, modelle, solo modelle, perché gli uomini nudi erano, secondo diktat inappellabile dell'allora rettore, "antiestetici". Assurdo, ridicolo, e non perché noi donne abbiamo diritto a rifarci gli occhi (mica di questo si sta parlando). Ero lì per ritrarre corpi, non solo donne nude. E il peggio è che l'assurda affermazione era confermata anche dai due docenti (un uomo e una donna) che persino mi criticarono perché, in un ritratto, avevo disegnato l'ombelico: "Perché farlo?" mi dissero "E' brutto!". Mah!
    Credo che anche il discorso sulla mercificazione del corpo femminile c'entri poco, visto che negli ultimi decenni si è assistito a una forte mercificazione del corpo, di qualunque genere. Il corpo è al centro del mercato. E' merce e allo stesso tempo metafora di mercezione, poiché è simbolo per eccellenza di desiderio.
    Tuttavia, al di fuori dell'ambito della pubblicità merceologica, la demonizzazione del nudo maschile prevale e credo derivi proprio da una dinamica vetero maschilista, che vede accettabile l'uso del nudo femminile (metafora di desiderio "sano", ovvero maschile) e inaccettabile quello del nudo maschile (poiché immaginare che la donna possa desiderare un uomo per il suo corpo e non per la sua essenziale superiorità fa paura...). Per non parlare della sottile omofobia che tutto permea...
    E ci sarebbe da parlarne per un mese... ma questo è solo un blog.
    Ho detto la mia... i minorenni nel tema non c'entrano, è altra cosa.
    :-)
  2. demonio 23 ottobre 2012 ore 14:00
    Non credo di esser andato fuori tema perchè credo che spesso alcune posizioni femministe siano esageratamente sbagliate.E' naturalmente la mia opinione.Questo non vuol dire che io sia contro il femminismo "puro" che anzi ritengo abbia svolto una sua funzione ed abbia (almeno in occidente)contribuito al miglioramento della condizione femminile. Che poi ci sia ancora molto da fare è indubbio ma trovo che certe campagne siano invece sbagliate se non addirittura ipocrite. Non a caso ho fatto l'esempio della modella. Il mio punto di vista è questo: se una donna(o un uomo)trovano giusto vendere il proprio corpo e nel farlo (se non vi è costrizione)trovano chi li paga non vedo perchè ci debba essere chi debba loro impedirlo. Invece spesso trovo che si faccia dello scandalo in questo mentre non vi è analogo accanimento per chi invece viene davvero sfruttato. Chi è più sfruttato insomma tra la persona che si denuda e viene profumatamente pagata e la persona che lavora magari 20 ore al giorno per pochi spiccioli e non ha diritti? Eppure per questi ultimi non c'è nessuno scandalo.
    In quanto alle dinamiche vetero maschiliste non sono certo io che le difendo.Quel che dico è che credo sarebbe auspicabile una società in cui donne e uomini sono trattati allo stesso modo. Del resto l'esempio che tu hai riportato in qualche modo dimostra come invece si sia lontani da tutto ciò. Poi...si, so che questo è solo un blog ma proprio per questo provo a riflettere e dare forma ai miei pensieri nella speranza che magari anche altre persone dicano la loro.
  3. dealma 23 ottobre 2012 ore 20:25
    Condivido tutto, solo che non conoscendo la fonte del tuo post originario forse non capisco il riferimento al "femminismo".
    Io son stata e tuttora sono femminista, nel senso che dell'ideologia femminista (quella di origine) sposo ancora il rifiuto di ruoli e ghettizzazioni, che sono per la libertà garantita di esprimere se stessi, sempre nel rispetto degli altri.
    Ciò detto, mi pare di capire che la diatriba di cui parli tu avesse queste argomentazioni... Ovvero che il nudo maschile è scandaloso.... ma chi ha fatto queste affermazioni?
    Nella mia vita le ho sempre sentite esprimere da uomini e da alcune beghine fastidiose :-)))
    Sulla mercificazione del corpo femminile, è una diatriba così antica, ma così antica che è stata soppiantata dalla mercificazione del corpo a prescindere dal genere, cosa avvenuta negli anni Novanta.
    Insomma, la mia sensazione è che hai unito, mescolato e confuso due cose diverse: la demonizzazione del nudo maschile e il rifiuto del nudo femminile come mercificazione. Sono due temi molto diversi e direi conflittuali, ecco perché la cosa mi confonde.
    per il resto, come avrai capito, mi pare che siamo d'accordo :ok
  4. demonio 24 ottobre 2012 ore 10:35
    L'origine di questo post, anche un pò volutamente provocatorio è come ho scritto, dovuta alla lettura di un articolo sul Repubblica in cui si parlava delle polemiche riguardo ad una mostra che si sta tenendo a Vienna.
    Invece l'aver unito i due temi non è dovuto a confusione quanto invece alla convinzione che siano due facce della stessa medaglia. Ma detto ciò quello che cercavo di capire è il perchè ci si scandalizza.In fondo l'immagine di un corpo nudo è solo l'immagine di un corpo nudo!!Può al limite piacerci o non piacerci, eccitarci o no ma perchè la si deve ritenere sconveniente piuttosto che scandalosa o sconcia?Questo proprio non capisco.
  5. dealma 24 ottobre 2012 ore 10:41
    che dire? condivido...
  6. demonio 24 ottobre 2012 ore 14:31
    Stavo giusto guardando uno spot censurato in Inghilterra perchè la gente ha protestato:
    guardalo qui
    http://video.repubblica.it/mondo/spot-la-pubblicita-nudista-vietata-in-gran-bretagna/108734/107119?ref=HREV-5
    Ma quanto stanno fuori?A me lo spot sembrava carino!
  7. dealma 24 ottobre 2012 ore 21:07
    ma se non si vede nulla???? A parte qualche chiappetta ben tornita. Si vede di peggio andando in una qualunque spiaggia estiva.
    Vabbò, dai, siamo d'accordo. Troppa prurigine.
  8. demonio 24 ottobre 2012 ore 21:11
    si decisamente!Io preferisco prendermela per cose ben più scandalose!
  9. dealma 24 ottobre 2012 ore 21:14
    :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.