Paura

01 marzo 2016 ore 12:08 segnala
Alzi la mano chi non ha paura. Bugiardo! Tutti hanno paura di qualcosa!Nessuno escluso. Certo, le paure sono di tanti tipi e non necessariamente qualcosa che impaurisce te ha lo stesso effetto su altri e viceversa.

La paura del resto non è nemmeno un qualcosa di negativo visto che è una specie di senso che ha permesso alle varie specie di sopravvivere. Se hai paura di qualcosa di pericoloso cerchi di stare all’erta e ciò ti fa sopravvivere a meno che non fai come nei film de paura dove corrono sempre di sopra…

Le paure dovrebbero comunque essere valutate con un minimo di razionalità perché va bene temere uno squalo o un leone ma credo che sia molto improbabile incontrarne uno mentre si esce per andare a fare la spesa!Ed invece non è così…
Come ho già detto vi sono tanti tipi di paure.
  • Paure relative ad azioni( paura di cadere, di volare, della velocità ecc ecc..)
  • Paure psicologiche ( di restare soli, di non farcela, di non essere all’altezza ecc ecc…)
  • Paure esistenziali (di morire, della morte, del futuro)
  • Paure affettive (di essere lasciati, di non trovare, di perdere)
  • Paure sociali (di venire derubati, uccisi, investiti ecc ecc)
  • Paure naturali (tutte le fobie per animali, insetti, luoghi ecc ecc)
  • Paure personali( di non piacere, di restare soli, di essere troppo o poco qualcosa…)
Probabilmente ne dimentico qualcuna ma grosso modo queste sono le maggiori paure e come ho detto tutti ne hanno almeno una anche se poi magari negano!
Ieri ad esempio leggevo in un blog un botta e risposta tra due ragazze dove la prima raccontava come fosse stata rapinata sotto casa mentre rientrando faceva quei pochi metri dalla macchina al suo portone.

E che la sua paura fu quella di esser stuprata che se quello senza tirar fuori il coltello le avesse detto dammi la borsa lei gliela avrebbe data lo stesso.
L’altra invece raccontava come fosse stata seguita di notte da uno che poi le aveva alzato la gonna scappando via e confessando che da allora ha ovviamente paura di chi le sta alle spalle.

Ecco, la paura dello stupro o comunque della molestia è una paura che è prerogativa solo del sesso femminile. E tra le tante paure è una di quelle certamente più odiose e che con un pò più di civiltà potrebbe di fatto essere drasticamente ridotta.

E dico ridotta perché poi le statistiche parlano chiaro e purtroppo se è vero che in strada avvengono questi crimini è altrettanto vero che la stragrande maggioranza delle violenze sulle donne sono compiute in ambiti familiari o in cerchie di “amici”. Ma la percezione è ben altra, specie verso gli stranieri.

E qui arriviamo ad un altro tema che è legato alla paura ed alla percezione del pericolo e che fa si che tutto ciò venga poi usato per aumentare o diminuire la percezione di pericolo a seconda degli interessi del momento.



Ed ecco allora che in seguito a qualche evento si modificano le nostre percezioni e si finisce per ritenere probabile qualcosa che non lo è affatto finendo così per alterare la nostra percezione della realtà. In definitiva finiremo per sottovalutare quelli che sono i rischi concreti.

Tipico esempio è quello del terrorismo. In concreto ci sono stati pochi episodi che ci abbiano riguardato negli ultimi anni. Cito a memoria ricordando i recenti episodi di Parigi, quelli di Londra e di Madrid. Nessuno in Italia. Negli anni di piombo ad esempio vi erano molti più episodi senza contare la criminalità e la mafia…

Eppure la percezione diffusa della gente è che vi sia una guerra, che vi siano terroristi ovunque e che le nostre vite sono in pericolo in ogni momento. E così, l’altro giorno a Roma (ma credo sia lo stesso in altre grandi città) ho visto militari in assetto di guerra che a momenti manco dopo lo sbarco degli alleati nella seconda guerra mondiale ce n’erano così tanti di soldati in giro!

E per contro in Europa e Stati Uniti a fronte di episodi comunque episodici a fronte di altri episodi ben più frequenti (ad esempio negli Usa si muore molto più frequentemente per azioni di squilibrati armati…) si sono fatte leggi restrittive e qui si sta addirittura rimettendo in discussione il trattato della libera circolazione.



A questo punto la domanda sorge spontanea: chi ha interesse a giocare con le nostre paure e per quale scopo? Io qualche idea ce l’avrei…

39959989-fdbc-4129-96e9-0519f66fc259
Alzi la mano chi non ha paura. Bugiardo! Tutti hanno paura di qualcosa!Nessuno escluso. Certo, le paure sono di tanti tipi e non necessariamente qualcosa che impaurisce te ha lo stesso effetto su altri e viceversa. La paura del resto non è nemmeno un qualcosa di negativo visto che è una specie di...
Post
01/03/2016 12:08:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. sunrise.65 01 marzo 2016 ore 16:27
    ciao, ho vissuto direttamente un' aggressione, avevo solo 17 anni, anche questo forse conta poi nell'elaborazione, comunque fortunatamente mi hanno aiutata ed è finita bene. Paura? direi di si, ho sentito quelle mani su di me per anni, poi con l'avanzare dell'eta' l'ho superata anche se non ho mai dimenticato il rumore dei passi dietro di me.

    L'interesse a giocare con le nostre paure , intese come terrorismi in genere? Credo sia per renderci vulnerabili ,psicologicamente ,quanto basta.
  2. RoxyAlica 01 marzo 2016 ore 17:00
    Gli allarmismi è anche vero che dovrebbero aiutare a prevenire...
    poi che il dio denaro la faccia da padrone in ogni settore, beh.. è risaputo.

    Se non punisco i topi d'appartamento per esempio, aumento la vendita di blindati e cancelletti, nuove serrature "europee"... coperture assicurative OBBLIGATORIE...
    e continuo a non preoccuparmi di dovergli dar da mangiare....

    Se t'infetto con nuovi virus, alimento hackers, mercato dei tecnici informatici, produzione di antivirus....

    Con disordine e ignoranza aumentano anche i "professionisti" dei settori.

    E allora introduciamo pure nuovi obblighi per l'espletamento di pratiche pressoché inutili o che prima potevi tranquillamente svolgere autonomamente!

    Terrorismo e guerre... armi, contratti, potere e.....soldi.

    intanto sistemo quella leggina che mi serviva per l'appunto a dar da mangiare anche allo zio Peppe...
    Tu a chi pensavi?
  3. cignonero999 01 marzo 2016 ore 21:21
    Le paure sono una cosa seria...ma spesso irrazionale.Sono terrorizzata dai ragni e posso accarezzare un serpente senza il minimo timore.La parte irrazionale della paura ci porta e non ragionare e qui di ad essere manipolabili.Stessa cosa per lo strupro.Possibile con uno sconosciuto ma più probabile purtroppo con cui conosciamo ci porta ad autolimitare la nostra libertà personale e a vivere....meno.Fa pensare questo post...
  4. demonio 03 marzo 2016 ore 14:50
    Ovviamente dispiace per l'aggressione che hai subito. Certo in questo caso la paura è ben motivata da un qualcosa che ci ha colpito ed è più che giustificata e comprensibile.
    Diciamo che se queste paure rientrano nel novero delle paure personali allora ognuno di noi cercherà di vincerle e superarle per quanto sia possibile ma ci sono e sono comunque concrete.
    Invece le altre di tipo sociale il più delle volte sono immotivate eppure la percezione è talmente forte che poi tutti finiscono per aver paura anche della propria ombra.E come hai detto tu si, probabilmente si gioca proprio sul volerci vulnerabili.
  5. demonio 03 marzo 2016 ore 14:54
    @RoxyAlica credo che non potevi spiegarlo meglio il funzionamento di questo meccanismo perverso. In pratica siamo tutti consumatori e ad ogni consumatore bisogna fornire il giusto prodotto e fargli nascere il giusto bisogno...poi qualcuno glielo fornirà.
    Il discorso non fa una piega...ed aggiungerei anche un mortacci loro...
  6. demonio 03 marzo 2016 ore 14:59
    @cignonero999 i ragni finchè stanno rintanati nelle loro tele non mi danno fastidio specie se magari mi eliminano anche mosche e zanzare!Certo, se poi se ne vanno in giro per casa...beh...qualcuno ha smesso di farlo passando a miglior vita! :devilfurbo
    I serpenti invece...beh dipende...non credo che accarezzeresti tanto facilmente e volentieri un crotalo o un mamba però ecco...capisco la tua passione irrazionale!
    E anche per te quindi è la manipolazione il fine della paura...e penso di essere d'accordo.
  7. VirPaucisVerbo 03 marzo 2016 ore 15:47
    Siamo nati paurosi. La paura è presente in ogni scritto dacché l'umanità ha iniziato a scrivere. E certamente la paura è DA SEMPRE un grande strumento per manipolare le masse (la storia insegna eccome).
    Riuscire a dominare la paura o - ancora meglio - ad evitare di interpretare come "paura" qualsiasi situazione ci venga spacciata come tale per poterci dominare dovrebbe essere il filo guida delle nostre esistenze.
    Bel post! Grazie mille!
  8. RoxyAlica 03 marzo 2016 ore 19:02
    e pensa che ancora mi ostino a tenermi stretta la mia Reby.....
    base, zero opzional :-))) non tiene manco lo specchietto dx.. finestre a manovella, chiave per entrare, chiave per l'accensione.. ma soprattutto cambio manuale.. ecchettedevodì ? ho paura di tutte ste modernezze :ok

    Ma poi pensa agli stupratori.. la castrazione chimica ha un costo, ed alimenta le case farmaceutiche.. quella col "bisturi" costerebbe meno e sarebbe certa, definitiva. Poi magari sviluppano altre violenze.. e allora zac! via anche le mani.... poi ti tocca comunque mantenerli ché mica si procurano più da mangiare autonomamente! anzi.. tocca pure imboccarli.............

    E non toccargli i loro di morti, ché le reversibilità a rischio son solo le nostre.................
    Oggi mi sento schizzata più del solito :esaurito
  9. demonio 04 marzo 2016 ore 12:04
    @VirPaucisVerbo E io da amante della storia non posso che non darti ragione. Del resto paura ed ignoranza di solito vanno a braccetto e guarda caso la nostra epoca vede un prepotente ritorno di una ignoranza spaventosa sebbene in apparenza siano tutti istruiti. Resta solo tanta amarezza per aver vissuto gli anni in cui tutti credevamo che si sarebbe potuto costruire un mondo migliore, di pace e senza confini ed invece ci manca tanto così che torniamo all'era dei Comuni...
  10. demonio 04 marzo 2016 ore 12:08
    #RoxyAlica e purtroppo quando i pifferai magici come Saòvini vanno in giro a suonar la loro musica trovano sempre fiumane di stupidi pronti a seguirli. Le modernezze comunque non sono un problema ma lo diventano se non vengono comprese come si dovrebbero ed è quello che è successo in questi anni un pò con tutto.
  11. VirPaucisVerbo 04 marzo 2016 ore 12:27
    @demonio: siamo in due ad amare la storia. E proprio per questo sappiam bene interpretare i segni che la stessa ci sta fornendo. E' un periodo di oscurantismo, dove ogni tentativo di evolvere il concetto di democrazia viene stroncato dal monotono strepitio dei sicofanti della dittatura.
  12. demonio 04 marzo 2016 ore 12:36
    @VirPaucisVerbo si, hai ragione.Aggiungo all'oscurantismo una restaurazione che è in atto da un trentennio e che segue pari pari quel che Gelli indicò nel suo programma.Serviva azzerare l'opposizione e si son rubati un intero partito trasformandolo in una nuova DC, adesso pure un giornale come Repubblica che era un giornale in cui trovavano posto fior di intellettuali di sinistra si fonde con il Secolo XIX e la Stampa...roba da non credere...il trionfo del pensiero unico.
  13. RoxyAlica 04 marzo 2016 ore 12:53
    Ma toglimi una curiosità... così.. in maniera, per quanto possibile, diretta..
    Tu.
    Se fossi Tu a dover decidere.
    Ad uno stupratore certo al 100% (che so, beccato sul fatto con tanto di DNA e braghe calate su di una poveretta che rientrando dal lavoro si vede assalita, malmenata e mezza distrutta dalle botte per tacere le sue urla-non m'interessano né le relative nazionalità, né gli indumenti....)
    Ecco..
    Tu fossi il giudice? (indipendentemente dalle vigenti leggi)
    Per intenderci, anche utopisticamente......
  14. demonio 08 marzo 2016 ore 12:44
    @RoxyAlica l'utopia è proprio questa cioè far rispettare le leggi che già ci sono e soprattutto fare in modo che chi condannato per reati gravi ,certi, con prove al 100% inattaccabili sconti tutta la pena che è prevista. Invece qui succede che passano anni prima che si arrivi ad una sentenza, le prove certe diventano incerte ed anzi poi è colpa della vittima e anche se finisce in carcere ne esce prima del tempo perchè il colpevole si è pentito ed ha fatto il bravo bimbo.
    Quindi se dipendesse da me in caso di fragranza di reato andrebbe in galera prima di subito e ci resterebbe per tutto il tempo previsto senza alcuna possibilità di sconto e senza uscite premio che quella è un altra cosa che mi fa girare i coglioni...
  15. RoxyAlica 08 marzo 2016 ore 18:19
    con tutte 'ste carceri bombate...............
    Sapessi a me cosa fa girare che quelli non cell'ho :hihi

    No ma, ok, il Mondo Perfetto non esiste.. e basterebbe davvero un minimo di coerenza e umanità seria.. concordo su tutta la linea, ma ero curiosa della pena che avresti inflitto TU nel caso da me citato.
  16. demonio 11 marzo 2016 ore 12:00
    @RoxyAlica ma sai, se dipendesse da me fare le leggi io sui casi certi al 100% di colpevolezza(flagranza di reato,prove video, diversi testimoni ecc ecc) darei sempre almeno 30 anni in caso di violenze fisiche verso qualunque persona(non solo di natura sessuale quindi) e l'ergastolo vero (cioè crepi in carcere) in tutti i casi in cui vi è un omicidio intenzionale. Per esempio il recente caso dei 2 deficienti che hanno ammazzato per vedere l'effetto che fa...ergastolo..senza nemmeno discutere. Mi sembra ovvio...
  17. RoxyAlica 11 marzo 2016 ore 13:59
    eh già..
    a volte mi sento più sadica di te, ma sarà l'effetto devastante dell'impatto.. poi.. ci rifletto e boh.. mi calmo e ritorno come te.
  18. demonio 15 marzo 2016 ore 13:04
    @RoxyAlica non è bello essere come me! :nonono
  19. RoxyAlica 15 marzo 2016 ore 14:01
    te parla per te! che io lo faccio per me! :-))) :-)))
  20. demonio 23 marzo 2016 ore 11:55
    @RoxyAlica e io per me parlo!!Immagino che in quanto a parlare non hai bisogno di aiuti! :ok :-)))
  21. RoxyAlica 23 marzo 2016 ore 12:51
    ahah seeeeeee spetta... che prima deve partire la connessione.. poi magari sì.. divento pure logorroica!! :hihi
  22. demonio 24 marzo 2016 ore 12:23
    @RoxyAlica non ho difficoltà a crederti! :ok
  23. RoxyAlica 24 marzo 2016 ore 17:46
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
  24. demonio 25 marzo 2016 ore 12:29
    @RoxyAlica OOOOOOOOOOOOOONTIIIIIIIIIII! :many

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.