Scuole laiche?

16 dicembre 2014 ore 21:05 segnala


Delle mie vicissitudini alle prese con la religione ne ho parlato qui e, da quel che vedo, non è che nella scuola italiana siano cambiate (almeno a livello ufficiale) di molto le cose.

E questo per il semplice motivo che è presente tuttora una legge dello Stato risalente al periodo fascista ed al primo concordato che impone la presenza del crocifisso nelle scuole.

Ora, al di la del fatto che i primi a non essere contenti di ciò dovrebbero essere proprio i cattolici visto che, il crocefisso, rientra in quello che viene definito arredo o suppellettili scolastiche, quindi esso viene di fatto equiparato ad un cancellino o ad una sedia...

Ma,al di la di ciò, a me pare che in uno Stato laico nella cui Costituzione sta scritto che si garantisce libertà di culto a tutti ma non si privilegia alcuna religione,la presenza di un simbolo religioso violi palesemente la Costituzione.

Si, è vero che apparentemente non da alcun fastidio ma nemmeno è giusto che lo Stato ne imponga la presenza.

A scuola si va per studiare e non per svolgere attività religiosa che chiunque ,proprio perchè garantito dalla Costituzione, dovrebbe poter svolgere tranquillamente e liberamente nelle chiese,moschee,sinagoghe o quel che si desidera.

Nella scuola no. E se un professore lo rimuove ha tutte le ragioni di farlo eppure, assurdamente se lo fa, con la scusa di aver provocato una polemica ad uso e consumo personale che coinvolge l'istituto( come sono solerti...)questo viene richiamato ed ammonito.

Ed è anche andata bene...perchè in altri contesti e città,sono certo che la gente avrebbe chiesto la sua testa.

E tutto ciò ripeto è davvero assurdo come è assurdo che tale crocefisso campeggi nelle aule di tribunale dove, semmai si volesse guardare ad una simbologia troveremmo uno che è stato condannato ingiustamente dagli uomini pur non avendo commesso il fatto!

Insomma...in un aula di giustizia non è nemmeno di buon auspicio!

Comunque, questo episodio è solo l'ultimo di una lunga serie e, gira e rigira quella legge fascista resta sempre in vigore e restano i crocefissi nelle aule in aperta violazione della Costituzione.

Ci diciamo evoluti ma certe volte il nostro fondamentalismo cristiano non è certo da meno di quello talebano!

Alla fine,come dice una mia amica insegnante, l'unica via è quella di re-imbiancare le aule e...attendere che prima o poi si perdano e solo allora ,visti i tagli continui alle scuole , dove non arrivano più nemmeno i soldi per la carta igienica ecco che finalmente ci si dimenticherà anche di quel simbolo!

Simbolo che nulla aggiunge e che, se non c'è...di sicuro non accade nulla che già non accada normalmente anche dove c'è.

Tanto, crocefisso o non crocefisso, se la scuola è fatta con sabbia e sputo se ne cadrà ugualmente...quindi, la gente, invece di indignarsi per una croce...farebbe meglio ad indignarsi per una scuola sicura e che funzioni...o no?
efceb10d-7c73-479d-a204-29e82e646ee2
« immagine » Delle mie vicissitudini alle prese con la religione ne ho parlato http://blog.chatta.it/demonio/post/percorsi-di-crescita-e-di-ribellione.aspx e, da quel che vedo, non è che nella scuola italiana siano cambiate (almeno a livello ufficiale) di molto le cose. E questo per il semplice ...
Post
16/12/2014 21:05:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. julia.pink 17 dicembre 2014 ore 10:40
    quindi, la gente, invece di indignarsi per una croce...farebbe meglio ad indignarsi per una scuola sicura e che funzioni...o no?



    La scuola italiana ha talmente tanti problemi come l'eccessiva mobilità del personale di ruolo, precariato endemico, classi con 30 ragazzi, mancanza di fondi per poter permettere aggiornamenti agli insegnanti e per l'acquisto di materiali idonei all'insegnamento, messa in sicurezza degli edifici,il 37% degli edifici scolastici si trova in aree ad alto rischio sismico e il 9,6% a elevato rischio idrogeologico.....quindi è giusto indigniamoci per il crocifisso!!

    :-x
  2. demonio 17 dicembre 2014 ore 11:01
    e già,bisogna sempre ricordarsi che siamo nel paese delle apparenze!
  3. cignonero999 17 dicembre 2014 ore 15:48
    Giusto...pensiamo ai tetti e agli intonaci...prima!
  4. demonio 17 dicembre 2014 ore 19:45
    Dall'anno prossimo il tetto va portato da casa che mica possiamo dare tutto noi!
  5. SuorPinocchia 18 dicembre 2014 ore 14:39
    senti ciccino... stavolta non sono daccordo con te...
    ma manco peggniente.. foppedditelo.......
    mi sta bene il discorso che non si puo imporre una religione..
    ma nel caso specifico del crocifisso tolto dalla classe...
    se ricordi bene la polemica fu innescata dal genitore di uno straniero di cui non ricordo la nazionalità.. ma se non erro era musulmano...
    Ora io dico... ma come ti permetti di venire da noi a chiederci di cambiare le nostre usanze.. quando se un italiano costruisce una chiesa a casa tua tu gli dai fuoco?
    gli le mani dai nostri crocifissi...
    Poi se mi dici che puo essere una NOSTRA decisione.. possiamo parlarne.. ma per richiesta degli stranieri.. MAI...
    le leggi le facciano a casa loro.. non qui :D

    demonio prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
  6. demonio 18 dicembre 2014 ore 14:59
    Cara suoraccia hai toppato alla grandissima...foppeddittelo anche io!Numero uno il caso di cui parli tu,lo ricordo benissimo, era si di un genitore musulmano ma,era anche un cittadino italiano,non straniero!Non è che se nasci italiano sei solo cattolico!Ci sono italiani ebrei,musulmani,testimoni di geova e di altre religioni oltre agli atei e gli agnostici! Numero due il caso in questione è di un altro cittadino sempre italianissimo, professore di filosofia gay presso un istituto statale che si era sentito giustamente offeso per le polemiche della chiesa contro i gay.
    Inoltre come ho detto nel post, la Costituzione parla chiaro e dice espressamente che lo Stato è laico e non esiste alcuna religione di Stato mentre, la legge che impone quella roba li, è una legge antecedente ovvero risale al ventennio fascista ed al Concordato di Mussolini quindi, le due cose fanno a cazzotti e la legge è palesemente anticostituzionale oltre che anacronistica!
  7. SuorPinocchia 20 dicembre 2014 ore 08:12
    quanto sei pignolo :many
  8. demonio 20 dicembre 2014 ore 10:00
    @SuorPinocchia non sono pignolo,auspico solo un mondo migliore e nel mondo che vorrei nessuno imporrebbe nessun credo a nessun altro! :diavoletto :ok
  9. SuorPinocchia 20 dicembre 2014 ore 11:14


    :bacio
  10. demonio 20 dicembre 2014 ore 11:37
    @SuorPinocchia in emotico: :nonono :testata :pianto :bye :prot :lol :ok

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.