Sono anticlericale e lo grido forte

12 settembre 2008 ore 13:19 segnala
Il recente caso di Sabina Guzzanti che è stata denunciata con l'accusa dir aver recato offesa al papa mi ha causato un fastidio non indifferente. E' vero che esiste il reato di vilipendio al capo dello stato del Vaticano ma è anche vero che questo articolo risale ad uno scellerato codice racchiuso nei patti lateranensi del 1929 scaturito dalla mente dell'allora segretario vaticano e il nostro geniale capoccione Mussolini che non avendo al momento nulla di meglio da fare non trovò di meglio da fare che sancire questo patto di ferro con la chiesa. L'articolo 8 del trattato è il seguente e stabilisce che:

[b] "l’Italia, considerando sacra ed inviolabile la persona del Sommo Pontefice, dichiara punibile l’attentato contro di Essa e la provocazione a commetterlo con le stesse pene stabilite per l’attentato e la provocazione a commetterlo contro la persona del Presidente della Repubblica". Nel secondo comma, in particolare, si afferma che "le offese e le ingiurie pubbliche commesse nel territorio Italiano contro la persona del Sommo Pontefice con discorsi, con fatti e con scritti, sono punite come le offese e le ingiurie alla persona del Presidente della Repubblica". L’ offesa all’onore o al prestigio del Capo dello Stato è prevista dall’articolo 278 del Codice Penale e comporta per il responsabile la reclusione da uno a cinque anni. L’articolo 313 del Codice Penale stabilisce che nel caso previsto dall’articolo 278 (e per una serie di articoli relativi ad altri delitti) "non si può procedere senza l’autorizzazione del Ministro per la giustizia". [/b]

Ora,io credo che in una democrazia,con tutto il rispetto che uno può avere o non avere io (e chiunque altro) abbiamo il diritto di giudicare e contestare anche il capo dello Stato,soprattutto se egli,nell'esercizio delle sue funzioni dovesse compiere atti illeciti o contrari alla democrazia; poichè ciò credo sia lecito non si capisce perchè oggi,in uno stato che per costituzione è LAICO si debba ancora mantenere fede ad un patto arcaico che di fatto mi equipara il papa al capo dello Stato. Ma stiamo scherzando? Non è ammissibile ciò. Assolutamente inconcepibile. E poichè in ogni caso il papa è sempre pesantemente presente nella vita politica italiana personalmente non posso che ribadire il mio anticlericalismo e l'invito al papa ad andarsene affanculo e a farsi gli affari suoi.Che pensasse al suo dio e lasciasse lo perdere lo Stato italiano...

Sono passibile di condanna anche io? Bene,ma vorrei far riflettere un eventuale giudice o procuratore che essere anticlericali oggi significa soprattutto ribadire la mia libertà e la mia laicità. Se il papa e la chiesa non fossero così presenti nelle decisioni politiche(si arriva addirittura a richiedere nuovi politici cattolici!!) non esisterebbe anticlericalismo. La mia (e credo anche la posizione di Guzzanti e altri) è una posizione di difesa. Siamo noi le vittime e non il papa. Siamo vittime di un meccanismo che permette ai potenti di decidere delle nostre vite nelle materie più disparate creando danni sociali e soprattutto dando mortali colpi alla laicità dello Stato. E vorrei altresì ribadire che se Bush bombarda ogni volta che gli prude il culo io ho il diritto di dire che è un idiota così come se il papa di fatto impedisce che io decida della mia vita impedendomi di morire ,qualora io diventi un vegetale, merita allo stesso modo che io lo consideri uno stronzo!

Detto ciò sono anche convinto che la Guzzanti sarà assolta da qualsiasi processo poichè una sua condanna vorrebbe dire fine della democrazia ed inizio di una ribellione. Poichè questi furbi manovratori stanno ben attenti a non creare martiri laici(conoscono bene il significato della parola..) finiranno per lasciare cadere le accuse. Resta però il fatto che di fronte a casi analoghi oggi siamo tutti meno liberi e fatti del genere rappresentano comunque una intimidazione poichè non tutti possono permettersi gli avvocati che certamente la Guzzanti avrà. Di fatto quindi ci confermiamo pecore timorate non tanto di dio ma del fatto che vi siano uomini di potere intoccabili e non passibili nemmeno del giudizio popolare: ciò è davvero inquietante e preoccupante...

http://temi.repubblica.it/micromega-online/sabina-incriminata-e-i-rischi-di-fascismo/

http://attraversoquestigiorni.blogspot.com/2008/09/sabina-guzzanti-incriminata-e-i-rischi.html
9912370
Il recente caso di Sabina Guzzanti che è stata denunciata con l'accusa dir aver recato offesa al papa mi ha causato un fastidio non indifferente. E' vero che esiste il reato di vilipendio al capo dello stato del Vaticano ma è anche vero che questo articolo risale ad uno scellerato codice racchiuso...
Post
12/09/2008 13:19:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Emma665 12 settembre 2008 ore 15:28
    :ok complimenti davvero.....
  2. diopside 13 settembre 2008 ore 18:16
    giustissimo!povera sabina...
  3. demonio 15 settembre 2008 ore 18:30
    bella persona complimenti davvero.....


    Non credo di essere niente di eccezionale comunque. Ma dico quel che penso ed odio l'ipocrisia.
  4. demonio 15 settembre 2008 ore 18:51
    ciao giustissimo!povera sabina...


    Il problema della Guzzanti è che come donna è troppo intelligente ed evidentemente fa paura...


Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.