Sono tutti uguali?E se si allora perchè...

17 marzo 2008 ore 14:13 segnala
Ultimamente mi faccio più domande del solito e le risposte che mi dò mi lasciano con un senso di amaro perchè aumentano in me la percezione che vi sia ben poco da fare.
Dopo l'ultimo mio post,ma anche osservando tutta una serie di fatti,eventi e comportamenti avvenuti nell'ultimo decennio,la domanda ricorrente che mi faccio è la seguente:ma se è vera la tesi secondo cui,tutti i nostri politici sono uguali e che votare uno schieramento piuttosto che l'altro non fa alcuna differenza perchè un uomo ricco,padrone di una larga fetta d'italia si affanna così tanto in politica e spende fior di milioni per accaparrarsi il potere?

Allora ripenso a quando in italia vi erano ben altri padroni,non meno ricchi,non meno influenti sulle sorti della nostra economia. Allora c'era la famiglia Agnelli e questa da sola controllava praticamente tutto. Eppure il loro capostipite non si sognò mai di fondare un partito,di cercare il consenso a tutti i costi e di assumere il potere per far direttamente lui le leggi a suo uso e consumo. No,non lo fece mai. Perchè? Beh,mi sembra evidente il perchè.
Egli infatti poteva contare su una garanzia "atlantica" secondo la quale a parte la DC ed i suoi fedeli alleati non avrebbero mai corso il pericolo di esser messi all'opposizione visto che al PCI di fatto(anche per colpe del partito steso)fu sistematicamente preclusa ogni via al governo.

Quindi gli Agnelli se avevano bisogno di leggi per favorire un incentivo o per la scala mobile o per una svalutazione della lira o per qualsiasi cosa che necessitava loro,sapevano che qualcuno li avrebbe sempre accontentati. Insomma il paese per 50 anni rimase bloccato. Poi successe qualcosa. In un sistema malato il PSI esagerò troppo nelle sue pretese di tangenti in cambio di. La pentola si scoperchiò ed il sistema crollò.A quel punto si rese necessaria la possibilità di un alternanza,anche perchè ormai il muro era crollato ed il PCI aveva mutato la sua forma. A quel punto però anche gli Agnelli ormai erano in declino ed il loro posto fu preso da un oscuro personaggio venuto su dal nulla di una nave da crociera in cui faceva ciò che sa far meglio:incantare la gente.

Il nanerottolo però,era cresciuto quando ancora DC e PSI consentivano il bello ed il brutto tempo ad "imprenditori" senza scrupoli come lui. Non appena il sistema politico crollò,ecco che il pericolo di non avere più una parte politica benevola era concreto. E si candidò. Se non l'avesse fatto non avrebbe potuto salvare capre e cavoli(azienda e libertà sua personale) quindi da un giorno all'altro ecco creato il famoso polo delle libertà..ed il nome non era scelto a caso!! Da quel momento in poi però,anche grazie alla sua completa predominanza mediatica iniziò anche un fatto assai curioso: di colpo tutti venivano dipinti come "uguali",tutti venivano considerati rei e persino un uomo come Di Pietro fini sotto inchiesta!! Era evidente che si stava facendo una bella operazione per inculcare nella mente della gente che era inutile perseguire alternanze tanto tutti erano uguali!!

Ad oggi,questa campagna mediatica è riuscita pienamente nel suo intento e la gente,soprattutto quella di sinistra è straconvinta che le forze dei due schieramenti sono le stesse e perseguono stessi obiettivi. Certo,in questo sono anche aiutati da quelli stessi partiti di sinistra che in questi anni o non hanno voluto o non hanno saputo valorizzare uomini e idee davvero innovative accontentandosi di un sostanziale status quo.Ed è così che oggi gente come Rita Borsellino o Antonio Di Pietro,ma tanti altri,penso alla Finocchiaro,alla Bonino ed a tanta gente che ha sempre creduto nelle proprie battaglie facendo politica nel nome di idee ed ideali finisca per essere accomunata a gente come Previti,Cuffaro,Ciarrapico,Mastella e via dicendo chi più ne ha più ne metta. Certo,anche la sinistra è stata idiota a non accorgersi del gioco sporco ed ha accolto tra le sue fila persone di dubbia provenienza.

Personalmente le chiamerei "infiltrazioni" però e l'idea che i due schieramenti opposti non siano poi così uguali prende sempre più corpo dal fatto che se non fossero uguali,sono convinto che uno come il nano non si darebbe tanta pena per raggiungere il potere.Se davvero fossero uguali,sono convinto che gli sarebbe bastato starsene a casetta e chiunque fosse al governo gli avrebbe garantito ciò di cui ha bisogno.
Mi si obietterà che la sinistra al governo non ha modificato una sola legge da lui fatta! Vero! Ma bisogna anche guardare gli eventi secondo la logica di causa ed effetto. In un anno e mezzo di governo,costretti da una legge elettorale ad imbarcarsi insieme con rematori contro come Dini e Mastella,cos'altro potevano fare se non tappare qualche buco finanziario? Eppure,grazie ai media sembra che siano loro ad essere stati al governo negli ultimi 50 anni e sembra che siano tutti corrotti e tutti uguali agli altri.
Ecco come si demolisce la democrazia ed ecco come si arriva al potere mentre la gente dorme e crede davvero a tutto ciò che gli si fa credere.Quasi quasi rimpiango i tempi della DC...
8996064
Ultimamente mi faccio più domande del solito e le risposte che mi dò mi lasciano con un senso di amaro perchè aumentano in me la percezione che vi sia ben poco da fare. Dopo l'ultimo mio post,ma anche osservando tutta una serie di fatti,eventi e comportamenti avvenuti nell'ultimo decennio,la...
Post
17/03/2008 14:13:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Gio2007 23 marzo 2008 ore 19:32
    0:-)0:-)0:-)0:-)0:-)0:-)0:-)0:-)
  2. demonio 23 marzo 2008 ore 22:35
    Buona Pasqua a te!:-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.