Sopravvissuto

03 febbraio 2014 ore 14:37 segnala
Non è la prima volta che la realtà supera la fantasia.Certo che però la storia di questo signore,un naufrago che come nel film Castaway è rimasto per tanto tempo su di un isola deserta ha dell'incredibile!Lui ci è stato davvero per 14 mesi.Altro che isola dei famosi!Più di un anno a cercar di rimanere in vita senza nulla. Che poi già ha dell'incredibile sapere che davvero vi siano ancora isole deserte in cui difficilmente o raramente mette piede qualcuno ma di finirci dopo un naufragio è pazzesco!Che poi ,diciamo la verità, tutti un pò traviati da certe letture di romanzi abbiamo ben radicato un solo concetto di isola dove tutt'al più fai una specie di vacanza!Isole dove l'acqua la trovi li a due passi,dove per mangiare basta che prendi due noci di cocco e tre banane e venerdì pesce!

Eppure non è così.Vi sono isole dove non c'è nulla o quasi.Posti inospitali dove non ci son certo palme e sole tropicale. Un pò come deve esser stato il posto su cui è finito questo signore. Un anno e mezzo senza cellulare!!Molti di noi sarebbero perduti dopo solo un giorno!Un anno a mangiare quello che c'era un pò sulla falsa riga di quello che insegna Bear,quell'inglese folle, ex soldato delle SAS che beatamente ti mostra come mangiarti uno scarafaggio piuttosto che un topone!Beh, ci vuole fegato devo dire.Non ci si può permettere di essere schizzinosi. Io personalmente non lo sono tantissimo nel mangiare normalmente quello che per fortuna ho ma, ammetto che non so se sarei capace di tanto.

Personalmente credo che, a seguito di un naufragio già sarebbe tanto se ci arrivassi su una qualche isola ma, anche se fosse, non sono affatto sicuro di arrivare vivo alla fine di una settimana. La verità è che noi occidentali, soprattutto noi occidentali di città, in una competizione Darwiniana per la sopravvivenza difficilmente sopravviveremmo tutti e , a pensarci bene, forse non sarebbe nemmeno un male visto che, se da un lato nella natura selvaggia non sapremmo cavarcela, per contro siamo bravissimi a distruggere quella che abbiamo intorno a noi.E' triste ma è così.

E' rimasto su una piccola isola dell'atollo delle isole Marshall nel Pacifico per oltre un anno, bevendo sangue di tartaruga e nutrendosi della carne cruda degli uccelli e pesci che riusciva a catturare a mani nude. Jose Salvador Albaniaga, un pescatore salvadoregno scomparso al largo delle coste del Messico il 24 dicembre 2012, nel pieno di una violenta tempesta, è ricomparso all'altro capo del globo, a oltre 12.500 chilometri di distanza. L'uomo - la barba lunga, sorridente, in mano una lattina di Coca Cola e descritto in condizioni "migliori di quanto ci si possa aspettare"- è sbarcato dopo un'ennesima navigazione di 22 ore, nella capitale delle isole, a Majuro. Ad attenderlo sulla banchina, diverse centinaia di curiosi attirati dalla sua singolare avventura
Foto
4ccc53f0-9c7b-4449-bdc7-581188d22b50
Non è la prima volta che la realtà supera la fantasia.Certo che però la storia di questo signore,un naufrago che come nel film Castaway è rimasto per tanto tempo su di un isola deserta ha dell'incredibile!Lui ci è stato davvero per 14 mesi.Altro che isola dei famosi!Più di un anno a cercar di...
Post
03/02/2014 14:37:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. dealma 09 febbraio 2014 ore 09:11
    mi hai fatta ridere, pensando a quei babbioni dell'isola dei "famosi"!!!
  2. demonio 10 febbraio 2014 ore 20:12

    Il commento è ora pubblico.
    dealma 09 febbraio 2014 ore 09:11 elimina commento blocca utente
    mi hai fatta ridere, pensando a quei babbioni dell'isola dei "famosi"!!!

    certo che è incredibile che ci siano certi programmi e che siano così seguiti! :-( :spam

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.