Un pò di dati...

13 maggio 2009 ore 12:36 segnala
Per la Commissione Europea il Pil italiano scenderà del 4,4% nel 2009  La previsione Ue è peggiore rispetto a quella diffusa venerdì 1 maggio dal Tesoro nella Relazione Unificata: Pil a -4,2% nel 2009, 0,3% nel 2010.Volendo essere "ottimisti" diciamo che è al - 4,3%Il debito pubblico dell'Italia è destinato ad aumentare significativamente, tanto da raggiungere il 121 per cento del Pil, secondo le ultime previsioni del Fondo monetario internazionale,di nuovo ai livelli di fine anni ottanta.Crescono le entrate tributarie: nei primi 11 mesi del 2008 si sono attestate infatti a 344 miliardi, cioe' il 2,8% in piu' rispetto ai 334,1 del gennaio-novembre 2007se si esclude il 1997, cioè l'anno in cui gli italiani pagarono l'Eurotassa nel quale toccò il 43,7% la pressione fiscale si attesterà al 43,3% quindi in netta salita.La disoccupazione italiana è destinata ad aumentare all'8,8% e al 9,4%

Ok,da questi dati mi pare di poter oggettivamente dire che tutto ciò che è stato promesso in campagna elettorale da questo governo non si è realizzato affatto: le tasse,loro grande cavallo di battaglia(non metteremo le mani in tasca agli italiani...) sono aumentate a livelli record senza che per altro si capisca con sti soldi cosa ci facciano visto che ormai di pubblico c'è rimasto ben poco,le opere pubbliche son tutte ferme perchè le imprese aspettano i soldi e si fanno continue riduzioni di budget,non ultime quelle alla scuola ed alla sicurezza.

 Le cifre sono li,oggettive ed impietose,prese non da un organo di stampa comunista ma guardando nei siti di Istat,Tesoro,Banca d'Italia,Fondo monetario internazionale,commissione europea. Non invento nulla insomma: le tasse sono aumentate al 43,3% record assoluto se si eccettua quel 43,7% di Prodi che però servì ad agganciare il paese all'Europa e che venne poi restituita.

Il Pil,lo strumento di misura che ci dice quanto un paese cresce,crisi o non crisi(è il governo che minimizza,non io...loro continuano a ripetere che stiamo meglio di altri paesi...)impietosamente dice che invece di crescere l'economia arretra del 4,2/4,4%. Una catastrofe a mio avviso.

Il debito pubblico che è in pratica costituito in larga parte da interessi che si pagano sui titoli di stato raggiungerà di colpo il 121% del Pil ovvero significa che se l'italia produce 100 spende annualmente 121: queste cifre sono paragonabili a quelle degli allegri governi democristiani/socialisti degli anni ottanta e considerando che pian piano si era arrivati a toccare il 104% del Pil anche questo indicatore dice che questo governo ha e sta facendo di nuovo un disastro. Carta canta...

Di pari passo sta aumentando la disoccupazione e come sostenni prima delle elezioni era ovvio pensare che le imprese con l'imminente arrivo della crisi avrebbero ridotto la produzione,licenziato e cassintegrato gli operai. Ovvio per me ma non per la maggioranza degli italioti che si sono fatti agganciare all'amo della sirena della detassazione degli straordinari...e si...troppi se ne stanno facendo di straordinari...

Infine l'immigrazione,falso problema su cui è stato scagliato tutto l'esercito dei media prezzolati: le statistiche dicono che l'italia non è affatto il paese a più alto flusso immigratorio mentre paesi come Germania,Francia,Inghilterra e Spagna ci superano di gran lunga. Nonostante ciò,si è fatta una campagna contro l'immigrazione che di fatto non ha portato e non porterà a risolvere nulla se non il fatto di rifiutare asilo a chi veramente sta male e fugge da un mondo che noi occidentali abbiamo contribuito a dargli;per contro i delinquenti,italiani e stranieri,continueranno ad entrare ed uscire senza problemi e chi semmai dovrebbe presidiare il territorio come le forze dell'ordine si vede ridotti i ranghi ed i fondi in favore di queste nuove ronde di moderne armate brancaleone.

Questa è l'italia attuale,è bene ( o sarebbe bene) che gli italiani se ne facciano una ragione visto che ancora altre statistiche dicono che arretriamo in ogni settore.


fonti:
http://www.istat.it/
http://www.dt.tesoro.it/it/
http://www.lkv.it/wp/archives/2008/12/10/debito-pubblico-il-peccato-originale/
10826196
Per la Commissione Europea il Pil italiano scenderà del 4,4% nel 2009  La previsione Ue è peggiore rispetto a quella diffusa venerdì 1 maggio dal Tesoro nella Relazione Unificata: Pil a -4,2% nel 2009, 0,3% nel 2010.Volendo essere "ottimisti" diciamo che è al - 4,3%Il debito pubblico...
Post
13/05/2009 12:36:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.