Una storia,tanti dubbi

02 ottobre 2010 ore 15:08 segnala
Prima considerazione: credo nella libertà di parola di chiunque.Anche se quella libertà la usa male.Belpietro e certi pseudo giornalisti come lui credo la usino molto male questa libertà.Peggio per loro,renderanno conto alla loro coscienza se ne hanno una. Ma,come detto,credere nella libertà e nella democrazia significa anche battersi affinché un qualsiasi Belpietro sia libero di sparare le sue cazzate. In quel caso ognuno può sentirsi altrettanto libero di controbattere portando validi argomenti.

Detto ciò,nel caso in questione ho sin da subito storto il naso poichè troppe cose non mi tornano. La storia dell'arma che s'inceppa è alquanto improbabile ma è possibile che avvenga. Può avvenire se la pistola non è stata correttamente pulita.Ce lo insegnavano al militare.Smontare,pulire,rimontare ed oliare sempre l'arma. Credo che se uno non è proprio un mezzo scemo e devi andar ad ammazzare o a ferire qualcuno ti assicuri che la tua arma sia pulita a dovere. Ma ammettiamo anche che sia andata davvero così: uno sprovveduto decide di andare a commettere un crimine contro Belpietro.spara,(dai racconti a distanza ravvicinata) e il poliziotto di scorta reagisce gridando al lupo al lupo?

Questo mi pare inverosimile.Sparare tre colpi in aria equivale a gridare al lupo al lupo. Se davvero le cose sono andate così Belpietro farebbe bene a chiedere che gli cambiassero scorta. Questo si sarebbe grave. Un agente di scorta come minimo reagisce per immobilizzare l'aggressore. Posso capire un colpo in aria ma, il fermo o sparo mi pare poi una conseguenza logica: l'altro era idiota e va beh...ma era anche veloce come flash da poter scappare così velocemente? Me pare 'na strunzata! Quindi,in questa vicenda avremmo avuto un attentatore poco attento(diamola per buona) ed un poliziotto poco addestrato che si spaventa e non reagisce a dovere lasciandosi pure scappare chi,in teoria avrebbe voluto ammazzarlo! No,ma dico,tre colpi manco uno indirizzato che so su una gamba,una chiappa...no...non regge.

Ok che non siamo americani come nei film, che prima sparano e poi chiedono i documenti ma,io sfido chiunque ad andare vicino a qualsiasi poliziotto,con arma vera o giocattolo,puntargliela contro,premere il grilletto,sentire il click,guardare la sua espressione di chi sente la morte arrivare ma che subito dopo aver realizzato di esser vivo resta li e lascia che indisturbati ce ne andiamo senza nemmeno tentare di massacrarci di botte!! No,l'accaduto così come è stato raccontato fa acqua un pò da troppe parti. Ma se davvero qualcosa c'è stato allora quell'agente di polizia deve essere rimosso dal suo incarico perchè è un evidente incapace. Se davvero questo è il livello di addestramento dei poliziotti (e non lo credo) allora dobbiamo seriamente preoccuparci e questa si che sarebbe la notizia che non ho visto da nessuna parte...
11763501
Prima considerazione: credo nella libertà di parola di chiunque.Anche se quella libertà la usa male.Belpietro e certi pseudo giornalisti come lui credo la usino molto male questa libertà.Peggio per loro,renderanno conto alla loro coscienza se ne hanno una. Ma,come detto,credere nella libertà e...
Post
02/10/2010 15:08:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.