...

07 aprile 2019 ore 13:40 segnala
Vorrei essere un grande mago…
per incantare e sorprendere
con magie e giochi di prestigio…
stupire quelli che non hanno una festa…
far sorridere quelli che non hanno più sorrisi
e guardano con amaro disincanto
il lungo inverno della vita…
coprire di ingenua meraviglia
quelli che non conoscono la fortuna…
i tristi e un po’ picchiati…
Vorrei essere un cantastorie…
e narrare di gnomi, fate, visioni…
di uomini invisibili
e luoghi magici ed incantati…
di stelle e amori inseguiti e trovati…
per togliere il respiro
a quelli che alle favole non credono più…
Sono invece uno scribacchino da pochi soldi..
uno di quelli che non regala emozioni..
ma infastidisce chi legge
sono un pagliaccio a cui il mondo ha tolto un sorriso..
e che nessuno ormai è disposto a sorridere per lui..
All’alba della mia vita
già intravedevo il tramonto..
di sentimenti e di valori..
Di quel che non ha fine
ho scoperto un finale…
Scorgo ciò che nessuno vuol vedere
definisco ciò che nessuno ha l’ardore di spiegare
vedo oltre la nebbia che lo sguardo non può attraversare.
non si perde la strada perchè in realtà non esiste..
ma nonostante questo ho perso la strada che nessuno può vedere
e persa la speranza di un giorno migliore,
dall’alba al tramonto,
ciò che vedo in mezzo sono solo ore.
che quando cala la notte non c’è differenza nel mio cuore
“Vorrei andare via senza fuggire
semplicemente andare
lasciando alle spalle una realtà non più mia,
dimenticando sorrisi camuffati
da falsi ” Come stai? “
sotterrando volti clonati,
addobbati da tanti ” Mi dispiace “
Parlami!
Parlami con una sola lacrima,
dei tuoi sinceri occhi,
parlami dell’amore sconosciuto
ignorato, negato.
Sii la mia ombra,
accompagnami nel mio andare
vieni via con me
fammi sentire il tuo cuore senza battiti
guidami verso l’oasi
nel deserto della tua anima
Io sono stanco il vento è stanco di traghettare,
come Caronte il vuoto delle parole.
il vuoto della vita”

:pipistrello

Fanculo al titolo

06 aprile 2019 ore 15:23 segnala
Cala la notte,
ed una fetta di cielo si intravede tra i palazzi..
Devo smetterla di stare alla finestra..
a fissare ciò che le dita possono solo indicare..
ma mi piace riordinare le idee..
viaggiare su soffi di vento..
e disegnare pensieri su una tela blu…
per creare nel cielo quello che cerco..
un pò come il poveraccio
che rovista nei bidoni sottocasa..
alla ricerca di qualcosa che nemmeno lui ha idea..
chissà se da ragazzino
pensava che la sua vita sarebbe stata questa..
chissà se da ragazzino
pensavo che la mia vita sarebbe stata questa..
Se faccio mente locale di cosa volevo…
di quali erano i miei sogni…
non li vedo cambiati…
solo messi in disparte..
monito di cosa è realistico e cosa no..
Tutto questo per capire che si cambia…
o meglio
la vita cambia…
o più precisamente
la vita ti cambia..
ed io non riesco ad adattarmici..
io non riesco a cambiare…
e ciò porterà all’estinzione del mio essere..
Un giorno entrerò nel museo della mia testa
e troverò quello che resta di ciò che un tempo ero..
e di come se non ci si adatta
la vita non va avanti…
ma nonostante questa mia consapevolezza
io resto quello che sono..
giurassico con i miei 16 colori…
a confrontarmi con milioni di colori
che nemmeno l’occhio umano può riconoscere..
però fa figo essere così all’avanguardia..
Obsoleto al pari di un gettone telefonico
accumulo giorni..
come un calendario senza anno..
come un orologio che scandisce il suo andare
più che il reale passaggio del tempo..
perchè tanto alle persone poco importa cosa fai..
ma bensì cosa non riesci a fare
vada come deve andare…
cadrò sempre in piedi
solido e massiccio in superficie…
distrutto e sottosopra dentro..

:pipistrello

Ciò che Vorrei.. e ciò che posso

10 marzo 2019 ore 14:53 segnala
Vorrei poter dare il mare
vorrei poter dare il cielo
vorrei poter dare il sole
vorrei poter dare la luna
vorrei poter dare la felicita’..
ma non è in mio potere farlo..
ma...
Posso dare un sorriso
posso dare la notte
posso dare un sogno
posso dare un aiuto
posso dare momenti piccoli
che puoi dipingere e far durare attimi o secoli..

:pipistrello

Ho Perso

09 aprile 2018 ore 14:33 segnala
Ci sono momenti nella vita in cui perdi qualcuno.
Ci sono momenti nella vita in cui perdi qualcosa.
Ci sono momenti in cui il presente fa male
e guardare avanti o indietro non fa differenza…
vedi solo una macchia scura, un temporale d’inverno,
una partita a mosca cieca.
Ci sono momenti in cui vinci, in cui pareggi, perdi, lasci o raddoppi.
Ci sono momenti in cui, sinceramente, non te ne frega un cazzo.
Ci sono momenti nella vita, infine,
in cui perdi te stesso ed altri in cui perdi davvero tutto,
come la gente colpita dal terremoto
Io, nella mia vita,
ho perso molto
e molto ho ritrovato.
Qualcosa lo rimpiango, qualcosa no,
qualcosa non ricordo nemmeno di averlo avuto.
Ho perso il pallone di cuoio giù dalla scarpata,
le chiavi di casa nel buco dell’ascensore.
Ho perso la bicicletta perché me l’hanno fottuta,
ho perso un amico per una storia di droga,
un altro in un incidente d’auto.
Ho perso una donna perché l’amavo troppo
ed altre mille perché non le amavo affatto.
Ho perso una coppa in finale, una partita a briscola,
un treno per tornare a casa.
Ho perso la verginità con una donna più grande di me,
ho perso la fiducia nello stato guardando quello che ci circonda,
ho perso l’impulso a lottare e a battermi per quello in cui credo.
Ho perso la fede, l’idea di giusto, il sonno e la purezza dei miei vent’anni.
Ho perso la voglia di far tardi, di imparare a ballare, di diventare qualcuno.
Ho perso l’occasione di stare in silenzio e quella di parlare al momento giusto.
Ho perso la possibilità di chiedere scusa e quella di accettarle da chi me le offriva.
Ho perso qualche diottria, i denti da latte e anche un bel po’ di capelli.
Ho perso i miei nonni, li amavo, un male oscuro me li ha strappati.
Ho perso il mio maglione preferito, una dozzina di cellulari, occhiali, accendini, scarpe, quaderni…
Ho perso un cane e un gatto,
Ho perso feste di compleanno, documenti della banca, un film in tv.
Ho perso di vista persone importanti,
ricordi a cui tenevo,
episodi e risvolti della mia vita, sepolti nella memoria.
Ho perso davvero molto nella mia vita.
Ma c’è una cosa che ritrovo sempre,
in una tasca del giubbotto,
in un sorriso casuale,
negli occhi di un bambino, nell’abbraccio di un amico,
in un bicchiere di vino, in un libro, in un film, in un disco,
in una piega del cuore che non sapevo di avere.
C’è qualcosa che proprio non riesco a perdere…
e questa cosa si chiama… SPERANZA.
Per me.
Per voi.
Per noi tutti.
Io… continuo a sperare.

"cit: zoo"

:pipistrello

Ciò che dico e non dico..

07 febbraio 2018 ore 08:32 segnala
Non ho mai detto "Ti Amo"
quando ce n’è stata veramente l’opportunità..
Non ho mai detto "Ti Voglio Bene"
a tutti coloro che me ne vogliono…
Non ho mai detto "Grazie"
perchè ho sempre ritenuto che fosse meglio dimostrarlo a fatti..
Non ho mai detto "Scusa"
perchè mi è sempre sembrata vuota come parola..
Non ho mai detto quello che provavo veramente
per paura di perdere ciò che avevo…
Non ho mai detto "Sei un Amico"
perchè ho ricevuto troppe delusioni dal prossimo..
Non ho mai detto ciò che ho pensato ad alcune persone
perchè avrebbe fatto male più me che a loro..
Non ho mai detto quanto fosse importante per me questa persona o quella cosa…
perchè il tempo mi ha dimostrato che le priorità sono mutevoli..
Non ho mai detto nulla di tutto ciò per paura..
per non essere ferito nuovamente..
o per timidezza o per orgoglio..
..e forse..
..mai più le dirò..
Ultimamente ho solo detto…
..che mi sono perso..
..ma nessuno mi è venuto a cercare..

:pipistrello

Silenzio

06 febbraio 2018 ore 10:50 segnala
Non mi interessa essere un re..
perchè il ruolo mi darebbe fastidio..
vorrei essere "me"
ma è da tanto che nn lo sono più..
mi sono perso per strada poco a poco nel percorso della vita..
è come se mi stessi involvendo invece di evolvermi..
sono partito completo..
per ritrovarmi pezzo di me stesso..
mi sto smontando.. anzi no
forse non è smontarsi..
è solo logorarsi..
d’altronde il tempo logora tutto..
dagli scogli sul mare…alle vette delle montagne
perchè mai non dovrebbe logorare una persona che è ben meno eterna?
il tempo vince sempre..è così che vanno le cose..
ed io come una suola di scarpa troppo usata
porto i segni del percorso..
ho raggiunto le mie tappe bruciandole..
e ora non ho altro da fare che dirigermi verso altre..
non ho più parole…
Ho bisogno di silenzio
come quando si legge col pensiero...
Il suono della mia stessa voce
adesso sarebbe rumore
non parole, ma solo rumore fastidioso
che mi distrae dal pensare.
Ho bisogno di silenzio
tanto ho parlato.. troppo..
e ho perso nelle mie stesse parole altre parti di me..

Voler bene..

16 agosto 2014 ore 17:01 segnala
Non ho ben chiaro quale sia il motivo
per cui le azioni o le parole
dette e fatte per far del bene
siano in parabola discendente
e tendono a sparire dopo pochi minuti
mentre altre restano indelebili
e spesso non sono nemmeno piacevoli
da ricordare..
Se faccio un bilancio di ciò che faccio..
il risultato è sempre deficitario..
e alla fine risulto essere una persona mediocre
con dei picchi che raggiungono anche il grado di feccia..
se non altro per il trattamento che mi si riserva..
Al che mi domando..
perchè io…
che illusioni dò? che false speranze offro..
che sogni infrango per esser trattato così..
mi sento un’ancora che tiene incastrate
le persone che ha attorno..
e allora perchè…
Sono sempre stato etichettato come
il ragazzo con potenzialità che non si applica..
come quello che può dar di più e non lo fa..
sono colui che ha spalle forti e faccia pulita..
per sostenere pesi e accettare l’onta della calunnia..
e questo per cosa? perchè io?
Butto giù bocconi amari
come un naufrago su un’isola deserta..
perchè l’alternativa è morire di fame…
anche se in realtà attorno a me tutti
partecipano ad un pranzo nuziale..
Che senso ha?
e per concludere ora ho la colpa di star male…
perchè non ho nulla di meglio da fare che soffrire
e rovinarmi giorni di festa stando in casa da solo..
credo che analizzando il tutto
ci dev’essere un qualcosa che mi sfugge..
In qualche modo io sbaglio..
perchè io sono solo un uomo…
una persona con i suoi limiti..
che non si risparmia mai per chi vuole bene..
che spesso ignora e supera torti o calunnie..
per chi vuole bene…
che mette da parte anche la salute sino a che regge..
per chi vuole bene…
e allora il denominatore comune di tutto è..
il voler bene..
Si parla di amore come cura dei mali..
come la fonte di energie inesauribile…
come il grande cuore che fa vivere il mondo..
e allora come può a me causare tutto questo?
Perchè io..
ho solo amore da dare…
e di solo amore vivo..
mi chiedo se tutto ciò possa bastare..
mi rispondo che basterà…
come sempre..
mi basterà ciò che riceverò..
perchè io…
sono così….

:pipistrello
3a8eee67-37dc-410f-b59f-cd359a8d4b70
Non ho ben chiaro quale sia il motivo per cui le azioni o le parole dette e fatte per far del bene siano in parabola discendente e tendono a sparire dopo pochi minuti mentre altre restano indelebili e spesso non sono nemmeno piacevoli da ricordare.. Se faccio un bilancio di ciò che faccio.. il...
Post
16/08/2014 17:01:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

A chi mi dice

22 ottobre 2004 ore 20:02 segnala
"A chi mi dice che sono arrogante..
rispondo che sono sincero..
a chi mi dice che sono falso..
rispondo che sono me stesso..
a chi mi dice che sono morboso..
rispondo che sono affettuoso..
a chi mi dice che sono geloso..
rispondo che sono innamorato...
A chi mi dice "Ti amo"
rispondo che l’amore non è una parola...
a chi mi dice "ti odio" sorrido e ringrazio
perchè è la parola più sincera che si possa dire..."


:pipistrello
2539472
"A chi mi dice che sono arrogante..rispondo che sono sincero.. a chi mi dice che sono falso..rispondo che sono me stesso.. a chi mi dice che sono morboso..rispondo che sono affettuoso.. a chi mi dice che sono geloso..rispondo che sono innamorato... A chi mi dice "Ti amo"rispondo che l’amore non è...
Post
22/10/2004 20:02:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Che nottata del ca...

26 settembre 2004 ore 01:11 segnala
Non ho voglia di uscire né di rimanere qua dentro
non ho voglia di giocare nè di far casino..
Mi chiamano..
ma non mi va di incontrare nessuno..
non riesco ad ascoltare musica e nemmeno a scrivere..
guardo fuori e vedo una notte silenziosa,
un cielo grigio, ed una luna che pallidamente avanza
I suoni della realtà sono come quelli di un film muto...
ed io resto qui, a fissare tutto questo,
mentre la mente viaggia lontano...
mi siedo sul davanzale della mia finestra,
e sperando che non arrivino altre delusioni..
aspetterò il blu che mi piace tanto..
un consiglio..
"Non permettete alla lingua di oltrepassare il pensiero"
...mai...
meditate gente...
...meditate...

:pipistrello
2391890
Non ho voglia di uscire né di rimanere qua dentro non ho voglia di giocare nè di far casino.. Mi chiamano.. ma non mi va di incontrare nessuno.. non riesco ad ascoltare musica e nemmeno a scrivere.. guardo fuori e vedo una notte silenziosa, un cielo grigio, ed una luna che pallidamente avanza I...
Post
26/09/2004 01:11:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

E' vero..

06 settembre 2004 ore 02:03 segnala
Nei momenti più bui si riesce a vedere più distante...
si vedono le stelle...
ma ciò mi realizza?
che senso ha vedere un qualcosa di così lontano..
una luce che nn illumina il mio passo..
non scalda il mio cuore..
una luce che è un pò come te...
Continuo ogni sera dalla mia stanza a guardare questo cielo..
un amico di tutti e di nessuno...
spettatore silenzioso di un racconto che non ha un lieto fine..
ha soltanto una fine..
Scrivo questa parola come un tatuaggio al cuore
sciolgo le catene alla mia anima e inseguo il vento per l'ultima volta..
cercando di cogliere il tuo respiro..
e mentre esso mi sfugge...
capisco che l'unica cosa che mi rimarrà di te
sarà quella che tu vorrai...
e' tutta li...
stento a crederci sai..
siamo arrivati alla
-Fine-
io e te...

:pipistrello