Canzoni rare o inedite

06 luglio 2011 ore 18:44 segnala
Can I Sit Next to You Girl (1974) (con Dave Evans) (primo singolo australiano - Albert productions)
Rocking in the Parlour (1974) (con Dave Evans) (primo singolo australiano - Albert productions)
Soul Stripper (live 1974 con Dave Evans)
No Particular Place to Go (live 1974 con Dave Evans) (cover da Chuck Berry)
Rock'n'Roll Singer (live 1974 con Dave Evans)
Rocking in the Parlour (live 1974 con Dave Evans)
Carol (live 1974 con Dave Evans) (Neil Smith on vocals) (cover da Chuck Berry)
Jumping Jack Flash (live 1974 con Dave Evans) (cover dai Rolling Stones)
All Right Now (live 1974 con Dave Evans) (cover dai Free)
Bye Bye Johnny (live 1974 con Dave Evans) (cover da Chuck Berry)
It's All Over Now (live 1974 con Dave Evans) (cover dai Rolling Stones)
Blue Suede Shoes (live 1974 con Dave Evans) (cover da Elvis Presley)
Shake Rattle & Roll (live 1974 con Dave Evans) (cover da Bill Haley)
Tutti Frutti (live 1974 con Dave Evans) (cover da Little Richard)
Lucille (live 1974 con Dave Evans) (cover da Little Richard)
Stay for a While (live 1974 con Dave Evans) (cover?)
Honky Tonk Women (live 1974 con Dave Evans) (cover dai Rolling Stones)
Baby Please Don't Go (live 1974 con Dave Evans) (Malcolm Young on vocals) (cover da Joe Williams)
Fling Thing (live 1978 in Glasgow) (cover da "Loch Lomond", tradizionale scozzese)
Johnny B. Goode (live 1979 con i Cheap Trick) (cover da Chuck Berry)
Lucille (live 1982) (cover da Little Richard)
Messin' with the Kid (1983) (B.J. Wilson on drums) (session - cover dai Junior Wells)
Shake Your Foundations (remix version) (1985) (Atlantic records)
Who Made Who (extended remix version (1986) (singolo) (Atlantic records)
Let it Loose (demo) (1987)
Alright Tonight (demo) (1987)
Heatseeker (demo) (1987)
That's the Way I Wanna Rock'n'Roll (demo) (1987)
Boom Boom (1995) (live at french radio) (cover da John Lee Hooker)
You Shook Me All Night Long (live acoustic)
Kicked in the Teeth (live '77)
Up to My Neck in You (live '77)
Show Business (1974) (Albert productions)
School Days (1975) (cover da Chuck Berry) (Albert productions)
It's a Long Way to the Top... (different version) (1975) (Albert productions)
Touch Too Much (demo) (1979) ("Bonfire" boxset - 1997 - Albert productions)
Dirty Eyes (1977) ("Bonfire" boxset - 1997 - Albert productions)
Back Seat Confidential (1979) ("Bonfire" boxset - 1997 - Albert productions)
If You Want Blood You've Got It (demo) (1979) ("Bonfire" boxset - 1997 - Albert productions)
Get it Hot (demo) (1979) (Bonfire boxset - 1997 - Albert productions)
Theme 1 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Chase the Ace (extended mix) (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 2 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 3 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
D.T.(extended mix) ("Maximum Overdrive" soundtrack) (1986)
Theme 4 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 5 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 6 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 7 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
For those about to rock (different version) (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Cliff's Solo (Maximum Overdrive" soundtrack) (1986)
Cliff's Solo (2) (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 8 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Hells Bells (different version) (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 9 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Humans Here (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Theme 10 (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
You Shook Me All Night Long (different version) (Maximum Overdrive soundtrack) (1986)
Rock Me Baby (live 2003 con i Rolling Stones) (DVD Plug Me In - Albert productions)
Rock'n'Roll Damnation (different version) (1978) (Atlantic records)
Down Payment Blues (different version) (1978) (Atlantic records)
Gimme a Bullet (different version) (1978) (Atlantic records)
Riff Raff (different version) (1978) (Atlantic records)
What's Next to the Moon (different version) (1978) (Atlantic records)
Gone Shooting (different version) (1978) (Atlantic records)
Kicked in the Teeth (different version) (1978) (Atlantic records)

Ex-componenti e musicisti che parteciparono a reg. e tour

06 luglio 2011 ore 18:41 segnala
Bon Scott - voce, cornamusa (1974-1980)
Chris Slade - batteria (1989-1994)
Simon Wright - batteria (1983-1989)
Dave Evans - voce (1973-1974)- registra primo singolo "Can I sit next to you girl/Rocking in the parlour"(1974)
Mark Evans - basso (1975-1977)
Larry Van Kriedt - basso (1973)
Colin Burgess - batteria (1973)
Neil Smith - basso (1974) - per due mesi in sostituzione di Van Kriedt - registra primo singolo Can I Sit Next to You Girl/Rocking in the Parlour)
Noel Taylor - batteria (1974) - per qualche mese dopo Burgess - registra primo singolo Can I Sit Next to You Girl/Rocking in the Parlour)
Rob Bailey - basso (1974)
Peter Clack - batteria (1974)
George Young - basso (1974) - partecipa alle registrazioni di alcuni primi pezzi.
Tony Currenti - batteria (1975) - suona per qualche mese dopo Clack.
Paul Matters - basso (1975) - suona per qualche mese prima dell'arrivo di Evans.
Bruce Howe - basso (1975) - suona per qualche mese prima dell'arrivo di Evans.
Ron Carpenter - batteria (1973) - batterista nei primi mesi di vita della band.
Russel Coleman - batteria (1973) - batterista nei primi mesi di vita della band.
John Proud - batteria (1974) - partecipa in una canzone dell'album High Voltage.
B.J. Wilson - batteria (1983) - conclude le registrazioni di Flick of the Switch (tuttavia le sue parti non finiranno sull'album)
Stevie Young - chitarra ritmica (1988) - sostituisce lo zio Malcolm, con problemi di alcool, per il tour nord americano di supporto a Blow Up Your Video.

Il nome

06 luglio 2011 ore 18:37 segnala
Il nome AC/DC (Alternating Current/Direct Current, corrente alternata/corrente continua) è stato suggerito da Margaret, la sorella maggiore dei fratelli Young, che l'aveva letta sul retro di un aspirapolvere. Il termine ha anche una connotazione bisessuale che ignoravano all'inizio,e che il pubblico portò alla loro attenzione. Questa percezione del pubblico veniva probabilmente supportata dalla loro immagine glam rock degli esordi pre-Bon Scott, e su questo influivano certamente gli altri costumi di scena come la divisa da scolaretto di Angus. Occorre tener presente che molti altri gruppi del periodo adottavano deliberatamente dei costumi teatrali chiaramente androgini: gli stessi gruppi di riferimento di Malcolm come i Rolling Stones e i T-Rex di Marc Bolan utilizzavano deliberatamente l'ambiguità sulla scena.

Il nome AC/DC va pronunciato una lettera alla volta e preferibilmente in inglese (Ei, si, di, si) più correttamente con l'accento sulla "D", al contrario di come viene pronunciato da molti italiani ponendo l'accento sull'ultima "C".

Nuovo album

06 luglio 2011 ore 18:34 segnala
Gli AC/DC pubblicheranno un nuovo album live.

La notizia è stata ufficializzata dal cantante Brian Johnson. Il materiale per questo nuovo disco è stato registrato durante i tre show che la band australiana ha tenuto nel dicembre 2009 all'Estadio Monumental Antonio Vespucio Liberti di Buenos Aires (noto anche come stadio River Plate).

Nel corso di un'intervista Johnson ha dichiarato: "Abbiamo un nuovo disco live che abbiamo registrato e girato in Argentina alla fine dell'ultimo tour. Tra più o meno sei settimane esce il live con il video di quei concerti".

Una volta pubblicata la nuova release il gruppo si prenderà una pausa.

Storia degli AC\DC

06 luglio 2011 ore 14:17 segnala
Gli AC/DC sono un gruppo hard & heavy , formatosi a Sydney nel 1973.

Sebbene il gruppo sia considerato universalmente come australiano, quasi tutti i suoi membri sono nativi britannici. Gli AC/DC sono tra i gruppi di maggior successo nella storia del rock, i loro album hanno venduto oltre 200 milioni di copie nel mondo, di cui oltre 71 milioni nei soli Stati Uniti. Sono inoltre considerati di rilevanza storica fondamentale nel panorama rock: l'emittente televisiva VH1 li ha classificati al quarto posto fra i più grandi artisti nella storia dell'hard rock mentre MTV li classifica al settimo posto tra i più grandi artisti heavy metal di tutti i tempi.

Molti sono anche i film ispirati ai loro tour, in cui il chitarrista Angus Young domina la scena con i suoi assoli. Fra i brani più conosciuti della band si possono citare Highway to Hell, dall'omonimo album, ultimo della cosiddetta "Bon Scott Era" e Back in Black e Hells Bells, dall'album Back in Black, il primo registrato con Brian Johnson. Secondo la RIAA, Back in Black è il secondo album più venduto di tutti i tempi (45 milioni di copie in tutto il mondo) dopo Thriller di Michael Jackson.

Nel 2003 gli AC/DC sono entrati nella Rock and Roll Hall of Fame.Nel 1976 gli AC/DC firmarono un contratto internazionale per la Atlantic Records, che comprendeva un lungo tour nel Regno Unito e in Europa in qualità di supporto a turno di Kiss, Aerosmith e Blue Öyster Cult, oltre a date come headliner insieme ai Cheap Trick.

Il primo album distribuito su scala internazionale fu una collezione di brani tratti da High Voltage e T.N.T.. Intitolato esso stesso High Voltage, fu seguito dal breve tour britannico "Lock Up Your Daughters" ("chiudete in casa le vostre figlie", da una frase del brano "T.N.T.":), che ottenne un discreto successo tra gli estimatori del crescente movimento punk, forse più per l'atteggiamento ribelle e irriverente del gruppo che non per particolari affinità musicali. La stampa musicale britannica comunque li accomunò genericamente all'ondata punk, classificazione che il gruppo rifiutò categoricamente: intervistato sull'argomento, Angus rispose di non sentire alcuna affinità con i gruppi punk, mentre Bon Scott rispose di non sapere neanche cosa fosse un gruppo punk...chiedendo poi subito una birra.
AC/DC in concerto all'Ulster Hall di Belfast (Angus Young sulla sinistra Bon Scott al centro)

Il disco successivo, Dirty Deeds Done Dirt Cheap, uscì nel settembre del 1976 in versioni differenti a seconda della nazione di pubblicazione: "Jailbreak" fu presente solo sulla versione australiana, rimpiazzata da "Rocker" (originariamente presente sull'album T.N.T. australiano) sulle versioni internazionali. L'uscita dell'album fu preceduta da un'apparizione dal vivo allo storico Marquee Club, cui ne seguirono altre dieci con pubblico sempre più numeroso ed entusiasta. Dirty Deeds Done Dirt Cheap non sarà pubblicato negli Stati Uniti fino al 1981: la compagnia discografica non aveva ritenuto il sound del gruppo adatto ai gusti del pubblico americano.