Cinque: Il presepe moderno

10 dicembre 2017 ore 20:02 segnala
Fatto l'albero si dovrebbe passare al presepe...ma mentre prendo la carta per le montagne, i personaggi e tutto l'armamentario mi chiedo perchè, come si fa a riprodurre un quadro che non riconosciamo più ...appare tutto superato...perchè fare ancora il presepe con i pastori e le pecore....le pecore e i pastori non ci sono più ...come non ci sono più le mucche al pascolo....oggi prevalgono i grandi allevamenti moderni tutti meccanizzati, dove la mucca si automunge grazie ad un sensore appena le sue mammelle sono gonfie, dove acqua e disinfettante scorrono alla minima traccia di cacca. Dove sono i grandi pascoli per pecore e mucche?...Le pecore hanno bisogno di pascoli non del chiuso di capannoni con il loro nutriente mangime spinto-arricchito...capannoni con riscaldamenti...centinaia e centinaia di capi e solo tre uomini (operai, non più pastori) addetti alla gestione...un ricco guadagno assicurato .....considerando che gli spazi servono alle industrie e i vecchi pascoli non sono più redditizi e bisogna quindi riconvertirli a colture specializzate altamente produttive.
Perchè allora mettere nel presepe ancora il pastore con l'agnellino sulle spalle mentre va alla grotta a trovare il Gesù Bambino?...e il pastorello con la caciotta? la caciotta ormai si trova in qualsiasi supermercato....e tutti gli altri personaggi...la lavandaia, il falegname, il fabbro, il pescatore, l'avventore all'osteria con il volto rubizzo con i suoi fiaschi di vino....e i BUONI che vanno alla capanna seguendo una stella ...mentre gli altri, i duri di cuore, non sentono la voce degli angeli e continuano la loro vita.... Questa separazione ormai non esiste più...siamo tutti diventati "gli altri" e non andiamo alla capanna, non vediamo la stella che sta lì ad indicare il cammino...vediamo solo le nostre stelle psicadeliche....gli alberi scintillano, ci accecano, molti sono finti e altri prodotti in vaso dall'industria solo per durare il tempo delle Feste....Chissà se qualcuno sa la vera storia dell'albero di Natale...storia che viene dalle antiche popolazioni celtiche , quando ogni bambino che nasceva aveva il suo albero nella foresta e alla fine di ogni anno si appendevano tutti i vestitini che non si mettevano più , insieme ai vecchi giocattolini...A noi le vecchie storie tribali non interessano, nemmeno quelle religiose che vengono ricordate quasi con aria di sufficienza, come appartenenti al folclore...a noi interessa altro: le case scintillanti e le tavole imbandite e addobbate preziosamente per i ricchi pranzi ....a noi interessano le strade illuminate e le vetrine scintillanti ricche di merci.
Che senso ha quindi mettere nel presepe le casette scalcinate e i pastori....mettiamo le belle case con giardino, le fabbriche con le ciminiere, le macchine sulle autostrade e i raccordi anulari intasati da tutti noi che ci rechiamo verso i grandi centri commerciali affollati di Babbi Natale e belle Befane...è lì che avremo la realizzazione di ogni nostro desiderio e trovaremo tutto ciò di cui abbiamo bisogno...
Solo se ci allontaneremo dalle luci e dalle vie più affollate forse riusciremo a trovare un altro presepe....quello dei barboni accovacciati tra i cassonetti, quello di chi rovista dentro i sacchetti dell'immondizia, quello delle vecchiette che hanno la loro vita chiusa dentro le buste di plastica cercando un posto per ripararsi dal freddo, per poi dirigersi verso i loro presepi fatti di cartoni alla ricerca di qualche briciola di spazio....forse è lì che i nuovi personaggi del presepe dovrebbero portare i loro doni, ma è troppo lontano da noi, dai nostri pensieri... la stella passa sopra i nostri cieli troppo scintillanti di luci e quindi non riusciamo a vederla , come non sentiamo l'annuncio degli angeli perchè coperto dal nostro trambusto e dalle nostra grida.
dc97db12-2784-496a-b9e2-ebbbd2b7a3b4
Fatto l'albero si dovrebbe passare al presepe...ma mentre prendo la carta per le montagne, i personaggi e tutto l'armamentario mi chiedo perchè, come si fa a riprodurre un quadro che non riconosciamo più ...appare tutto superato...perchè fare ancora il presepe con i pastori e le pecore....le pecore...
Post
10/12/2017 20:02:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.