Quarantotto: Un amore passato

15 giugno 2018 ore 18:10 segnala
A volte in chat discorsi all'apparenza banali ti riportano indietro di anni, a sensazioni e persone mai dimenticate....è bastata una domanda: " riuscite ad essere felice per un vostro ex che ritrova un nuovo amore?" e mi sei venuto in mente tu...4 anni della nostra vita insieme, un periodo fantastico della nostra giovinezza, il primo amore importante della mia vita...giusto 3 mesi fa ho saputo che ti sposi...Non che la notizia del tuo matrimonio mi abbia sorpresa; era scontato che a un certo punto sarebbe successo.
Ventotto anni tu, ventiquattro io quando ci siamo lasciati.... era chiaro che prima o poi ci saremmo entrambi rifatti una vita. Però a certe cose non si può mai arrivare del tutto preparati, per quanto ci si sforzi di razionalizzare. Noi esseri umani non siamo stati dotati di interruttori per spegnere le emozioni. Non ho mai capito come due persone che si sono tanto amate e che per lungo tempo hanno condiviso tutto possano improvvisamente tornare a essere degli estranei. Di certo credevo che non sarebbe mai successo a noi. E invece, nella maniera più subdola che si possa immaginare, una sottile tristezza, uno strano disagio, la sensazione di non essere più nel posto giusto al momento giusto si sono insinuati tra noi come quegli spifferi gelidi che ogni inverno ci entravano puntualmente in casa, per quanto ci ingegnassimo a isolare porte e finestre. Tu dicevi che era soltanto un momento di stanchezza, che poteva capitare a una coppia di lunga data come la nostra e mi assicuravi che saremmo stati capaci di superarlo. Angosciata, io mi rifugiavo nel tuo abbraccio familiare, sentendolo via via un po’ più estraneo. Ci stavamo allontanando e io mi aggrappavo disperatamente alle tue rassicurazioni. Speravo con tutto il cuore che avessi ragione tu, ma una parte di me lo sapeva già che avevamo imboccato una strada senza ritorno.“E parleremo con altre parole, ritroveremo l’amore altrove…”le parole di Francesco Renga mi arrivano dallo stereo della macchina. Sì, non c’è dubbio che incontreremo altre persone e che un giorno ritroveremo l’amore. E' capitato in seguito a me e sta accadendo ora a te con questo passo importante e non posso che augurarti che sia il migliore possibile. Chissà com’è la donna che ha preso quello che un tempo era il mio posto. Chissà se quando la stringi a te provi le stesse sensazioni che provavi quando stringevi me. Chissà se i figli che avrete un giorno saranno tanto diversi da quelli che avremmo avuto noi. Queste e altre centomila domande mi ronzano nella testa, sebbene siano ormai passati tre anni da quando ti ho visto l’ultima volta, per puro caso, ad una mostra, e io non sia più innamorata di te. Qual è il confine tra affetto e amore? Qual è quella linea sottile che separa il voler bene a una persona dal volerne fare la propria compagna di vita? E soprattutto, è possibile oltrepassare nuovamente quel confine? Domande che rimarranno senza risposta, buone solo a regalarmi un po’ di inquietudine...Ma forse, a volte, risposte non ce ne sono. Forse è soltanto la vita che fa il suo corso e ci separa da qualcuno per prepararci a qualcosa che verrà dopo. Chissà.
Comunque ti ci vedo in veste di marito, sei sempre stato maturo e responsabile, una di quelle persone “con la testa sulle spalle”. Sono sicura che sarai fantastico, e spero che lei sia altrettanto fantastica con te. Di questo mio rimuginare tu non saprai mai niente, e va bene così. Va bene ricordare il tempo trascorso con te, pensarti, tenendo tutto per me. Non mi sognerei mai di rifarmi viva in un momento come questo, sarebbe davvero fuori luogo...credo sia necessario fare molta attenzione quando ci si muove su un terreno tanto delicato.
Un’ultima cosa, però. Forse non avrò mai l’occasione di dirtelo di persona, ma sappi che ti auguro il meglio, per il tuo matrimonio e per il tuo futuro in generale. Ti auguro momenti di sfrenata allegria, quelli in cui si ride così forte che viene mal di pancia e scendono le lacrime lungo le guance. Ti auguro tante mattine con il profumo di caffè e cornetti appena sfornati, e un cane o un gatto che trotterella in giro, perché una casa senza animali è una casa vuota. Ti auguro albe e tramonti mozzafiato, e acqua di mare tiepida che ti lambisca le caviglie e ti invogli a tuffarti e nuotare a lungo. Ti auguro libri da leggere tutti d’un fiato e viaggi in terre lontane. Ti auguro di ascoltare canzoni che ti emozionino fino a farti commuovere, e ti auguro di riuscire a nasconderlo, perché so che non sopporti che qualcuno ti veda piangere. Ti auguro tutto questo, ma soprattutto ti auguro una vita piena d’amore.

c069c592-1a78-45b9-b1ab-cb2ddb88a1bf
A volte in chat discorsi all'apparenza banali ti riportano indietro di anni, a sensazioni e persone mai dimenticate....è bastata una domanda: " riuscite ad essere felice per un vostro ex che ritrova un nuovo amore?" e mi sei venuto in mente tu...4 anni della nostra vita insieme, un periodo...
Post
15/06/2018 18:10:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Cold.Indrid 15 giugno 2018 ore 21:19
    Mi permetto di supporre che non leggerà quell'augurio finale tra le pagine di questo sito.
    E mi chiedo perchè non fare in modo che legga le tue parole.
  2. twin.soul 15 giugno 2018 ore 21:25
    Hai una padronanza della parola scritta, una proprietà di linguaggio, e soprattutto una capacità di tradurre le emozioni in parole, davvero notevole.
    Io ho qualche anno in più di te. Forse per questo, ciò che hai scritto mi ha fatto tornare in mente:

  3. devilwoman1985 15 giugno 2018 ore 22:39
    @Cold.Indrid perchè per me funziona così: quando l’amore finisce senza una ragione particolare e l’affetto e l’interesse verso l’altro restano intatti, si fa una gran fatica a rassegnarsi ma la vita ti fa capire che una storia finisce e un’altra, magari migliore, prende vita. È naturale, è giusto, anche se certi sentimenti ti lasciano dentro un segno anche quando le persone che li hanno suscitati se ne sono andate da un pezzo...e a quella persona che era vicino a te, anche se forse non ha più nulla in comune con quello che è oggi, devi il massimo rispetto...che si traduce anche nello stare in disparte in un momento così particolare che è suo e di un'altra persona.
  4. devilwoman1985 15 giugno 2018 ore 22:52
    @twin.soul Grazie...apprezzo ancora di più le tue parole dopo quel nostro confronto che forse abbiamo un po' frainteso...io di sicuro ho reagito da persona acida e permalosa e mi scuso per questo. Mi fa piacere che le emozioni che vivo e che traduco qui sopra vengano in parte recepite e considerate...per me scrivere è come fare un dono e il regalo migliore si fa mettendo al centro dei nostri pensieri la persona cui il regalo è destinato...quindi te e chi legge. Grazie ancora
  5. twin.soul 15 giugno 2018 ore 23:46
    @devilwoman1985 Niente scuse.
    Abbiamo avuto solo un confronto.
    Io sono schietto per natura e faccio le mie considerazioni, positive o negative a seconda dei casi, in modo diretto.
    Tu ti sei distinta scegliendo di non bloccarmi come avrebbero fatto altre per le quali una critica corrisponde ad un affronto personale.
    Mi auguro che ti dedicherai di più al blog perchè hai stoffa da vendere!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.