Ventitre: Colori

09 febbraio 2018 ore 09:13 segnala
Nonostante sia una frana nel disegnare, ho amato sempre i colori....uno dei regali più belli che ho ricevuto da piccola è una valigetta di colori Giotto (pastelli, pennarelli, colori a cera e a tempera con relativi pennelli)...valigetta che ancora ho...anche se orfana ormai di molti colori e con i pastelli di diversa grandezza avendo subito varie temperature)...uno dei primi ricordi olfattivi dell'infanzia è legato anche ai colori...ricordo che mamma metteva la merenda nello zaino delle elementari..a volte pizza o panino..ma anche frutta...quando aprivo la tasca dello zaino dove era la merenda mi deliziavo del profumo che usciva da lì, ricordo ancora le sensazioni inebrianti che arrivavano alle mie narici...quindi, dopo aver mangiato e avendo scoperto che la scatola dei colori si impregnava di quell'odore, la portavo subito vicino al naso...annnusavo un po' e poi ricominciavo le mie attività...la sniffata alla scatola dei colori era diventata celebre in tutta la scuola....

Un altro ricordo che mi porto dietro legato ai colori è dovuto alle visite che facevamo allo zio di papà...un classico "pittore della domenica"....ecco, è anche a lui che devo in parte il mio amore per i colori, a lui che mi faceva entrare nel suo studio di pittore per diletto e giocare con i colori, e mi parlava dei grandi artisti come di parenti senza tempo, amici e maestri. Ricordo ancora l'odore di trementina che si avvertiva anche con la porta chiusa....e quel sottile piacere nell'immergere il dito nella tavolozza dei colori....sentire il dito affondare nell'impasto ancora morbido di quei colori che lui sapeva amalgamare così bene....e i tubetti con quei nomi che mi affascinavano...magenta, rosso carminio, lacca gialla, ametista, cobalto, indaco, blu oltremare, verde di cinabro, malachite....quanto ho sognato con questi nomi....

Ora ai giorni nostri...

io non posso definirmi una persona solare, una persona dai colori sgargianti, anzi tutt'atro. Se dovessi fare un test sicuramente il risultato sarebbe " Donna dalla personalità grigia tendente alle depressione." Oggi invece, scrivere di colori qui è meraviglioso, perchè mi fa elaborare un discorso da fare a me stessa in un momento di maggior lucidità, discorso che scrivo per non dimenticarlo.

"Cara me, ficcatelo bene in quella testa dura che hai, la tua natura è fatta a colori. È vero, forse il bianco e nero è più elegante ed i suoi chiaroscuri sono più drammatici, magari è anche un po’ più snob. Forse in certi momenti è pure piacevole crogiolarsi nei toni del grigio, ma i colori vibrano di un’energia incoercibile e quando decidono di esplodere devi lasciarli fare e abbandonarti a loro. Se puoi, lasciati andare e segui la loro indole, imparerai che è anche la tua. Non reprimerli e loro ti apriranno la strada verso te stessa, quella che da un po' stai tentando di ritrovare.

Fino a qualche tempo fa eri rosso fuoco, arancio tramonto e rosa aurora. Ora sei azzurro cielo, blu oltremare e viola del pensiero. E domani, bè domani, chissà di che colore sarai domani. Devi solo imparare a riconoscerli tutti i colori della tua tavolozza, imparare ad accettarli, imparare a conoscerne il significato perché la vita non ti scivoli via senza capirla, devi imparare ad usarli, mescolandoli nel modo migliore perché non vadano sprecati. Oggi ti sembra d’esserti perduta, ma è solo perchè non riconosci i tuoi colori che sono cambiati. Sei sempre tu ma con tinte nuove e diverse che prima erano solo nascoste. Non temere i cambiamenti ma accettali e fa che siano il tuo nuovo punto di forza. Un colore nuovo da cui ricominciare, partendo da te stessa ogni giorno, come ogni stagione, senza dimenticare quelle passate ma concentrandoti su quelle presenti."...

Forrest Gump diceva “la vita è una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita”...Io la vedo più come una scatola di colori.

Adoro il verde quello con molto giallo e una punta di grigio, mi infonde la tranquillità della certezza.

Impazzisco per gli azzurri ma sono colori difficoltosi, hai mai notato che i blu naturali (del cielo e del mare…tirando a caso) hanno sfumature che rimandano all’eternità? Mentre a creare un bell’azzurro artificialmente è molto difficoltoso.

Ma 2 sono i colori che, in questo periodo, mi affascina accostare e sono l’arancione e il rosso carminio. L’arancione è sfacciato, strafottente ma indubbiamente vitale. Il carminio è più serio ma nasconde la passionalità che poi si svela nei vini, nel sangue, nel lusso. Insieme si, forse, sono fastidiosi ma indubbiamente sono determinativi. Vorrei: avere la calma del verde, la prospettiva di eternità degli azzurri, la ricercatezza dell’indaco e il coraggio di essere arancione e carminio.
92c57ffd-098e-4038-afe7-bce42b4d893a
Se qualcuno chiedesse "che colore ti piace"...una persona normale risponderebbe con una parola, quella di un colore preferito ma io ho bisogno di tempo e pazienza per rispondere a domande apparentemente semplici..come un'alta cima, devo essere scalata, scoperta, assaporata...non mi basta una...
Post
09/02/2018 09:13:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.