Il pacifismo violento dell'opposizione

06 settembre 2018 ore 16:15 segnala
Populismo, fascismo, razzismo, per l'opposizione al governo Conti sono sinonimi di violenza. Questo vale, in modo particolare, per Salvini, e i suoi sostenitori, accusato da ogni componente dell'opposizione di fomentare l'odio; in particolare verso i migranti, volgarmente detti clandestini dai politicamente in/corretti (che non sono stati corretti - e da chi dovrebbero essere corretti?).



Però, leggendo certi cartelli esposti durante le manifestazioni dei pro migranti a quanto sembra che la violenza - e a dir poco alquanto estrema come lo è la pena di morte - è di casa nell'opposizione; quella opposizione che a parole si dice pacifista, mondialista, democratica, interculturale (ma va!) - e chi più ne ha più ne metta.
Dunque, l'opposizione, non solo non disdegna la violenza (si ricordi che la violenza verbale è pari a quella fisica), ma, attraverso essa, fomenta anche odio. Odio che si concretizza in aggressioni; vedi quelle alle sedi della lega e ai militanti di CasaPound. Odio verso tutto ciò che è diverso dal suo ideale di società.
L’accusa di razzismo e fascismo mossa a coloro che manifestano perplessità verso la politica “dell'accoglimento a tutti i costi” implica un atteggiamento di chiusura, pertanto, il rifiuto di un confronto democratico. Dunque, un tentativo, attraverso l'uso del cosiddetto antifascismo (chissà perché non si usa mai l'anticomunismo), di destabilizzare l'attuale governo con una propaganda - tra l'altro sostenuta dalla maggioranza dei media e del mondo culturale, ma poco o niente dalla popolazione (non per niente i partiti interessati hanno ottenuto un risultato alquanto deludente alle ultime politiche - che mira a creare paura sia nei parlamentari della maggioranza (si vedano le accuse contro Salvini) che negli elettori; proprio per questo accusati di razzismo quando in realtà non chiedono altro che la regolamentazione (accoglienza solo per coloro che hanno i requisiti ed espulsione di tutti gli altri, divieto di circolazione fino all'ottenimento del permesso e ovviamente la ridistribuzione in Europa), sia in Italia che in Europa, del flusso immigratorio.
Concludendo, le immagini proposte sono solo la punta dell'iceberg della situazione di paura, o terrore (?) in cui vivono gli italiani, in modo particolare nelle città.

FERMARE LA CLANDESTINITÀ A FAVORE DI UNA MIGRAZIONE INTELLIGENTE È POSSIBILE;
82eee69f-5f32-4ffa-84ae-a59ee84c84a9
Populismo, fascismo, razzismo, per l'opposizione al governo Conti sono sinonimi di violenza. Questo vale, in modo particolare, per Salvini, e i suoi sostenitori, accusato da ogni componente dell'opposizione di fomentare l'odio; in particolare verso i migranti, volgarmente detti clandestini dai...
Post
06/09/2018 16:15:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.