Quando penso a me

07 marzo 2017 ore 16:31 segnala


quando penso a me stessa sorrido , amo la vita donatami ,in un modo profondo so di essere fortunata, soprattutto per tutte le cose che ho oggi. Le mie esperienze, gioie, dolori, pianti … , alle persone che ho il piacere d’incontrare e che arricchiscono la mia vita!
Mi piace camminare per la mia strada curiosando, evitando più rumore possibile… detesto il bisbiglio inutile, non fa per me.
La pesantezza non è affare mio!
Quando accade, quando in qualche modo mi si avvicina, me ne vado, riprendendo la mia strada camminando. Non è facile a volte, anzi, e non è per nulla superficialità questa, è semplicemente voglia di star bene, perché si può, perché la magia di un giorno vissuto in serenità non ha prezzo. Allora cerco di essere attenta a tutto ciò che mi arricchisce, al sorriso condiviso di una persona che magari non incontrerò più, ma che riempie il cuore solamente perché è per te, al ricco silenzio di una camminata in montagna! e il lago che mi dona tranquillità, come la musica, ascoltata ad alto volume quando è opportuno, quando il cuore lo richiede!
Ci vuole tempo, pazienza, come è stato per me, ma nella vita tutto è correlato. Come quando un bambino ti si avvicina e ti chiede “ perché? “ … perché diversamente non avrebbe proprio senso ….
eeb7f9f3-f09d-4131-8d86-1d3ded8bf56c
« immagine » quando penso a me stessa sorrido , amo la vita donatami ,in un modo profondo so di essere fortunata, soprattutto per tutte le cose che ho oggi. Le mie esperienze, gioie, dolori, pianti … , alle persone che ho il piacere d’incontrare e che arricchiscono la mia vita! Mi piace camminare...
Post
07/03/2017 16:31:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. ioedintorni 08 marzo 2017 ore 23:00
    .... al sorriso condiviso di una persona che magari non incontrerò più,......
    si vero ... quante volte è capitato anche a me e quante volte mi sono chiesto perchè me è decisamente perchè diversamente non avrebbe proprio senso ….
    Sai ... nella mia credenza c'è un cioccolattino che non credo mangerò mai ... mi fu donato da una persona che non incontrerò più, conosciuta occasionalmente in un viaggio in treno ... e quando scesi da quel treno non riuscì a trattenersi ... mi disse il suo nome e mi regalò il cioccolattino e ci prenentammo allora così, di fretta e furia dopo un'oretta di conversazione, per non rivederci mai più ... eppure quel sorriso resterà per sempre un lietissimo semplice evento ... ora quel nome è scritto su quel cioccolattino, con un pennerello blu che si rifiutava di lasciare la propria traccia sulla carta lucida .... e così oggi c'è un anziano signore che apre la credenza e sorride ..... come un deficiente o forse come un bambino che ti si avvicina e ti chiede “ perché? “

    Spero la tua sia stata una buona giornata della Donna, arrivo tardi a chiedertelo ed ancor più tardi a farti i miei omaggi ... ma che importa ... anche domani è la tua festa, e domani l'altro e l'altro ancora e allora non ho tardato ... :-)
  2. Ruwenzori 09 marzo 2017 ore 20:27
    Perchè?
  3. do.mynic 10 marzo 2017 ore 09:13
    Buongiorno, ioedintorni nessuno entra per caso nelle nostre vite....:-) ..e non sempre se ne conosce la ragione..ma se ci lascia anche solo un emozione..sono attimi ben . vissuti..e non bisognerebbe avere rimpianti .ma ssssporare la gioia di averli provati.
  4. do.mynic 10 marzo 2017 ore 09:17
    Buongiorno Ruwenzori ,perché diversamente non avrebbe senso :-)
  5. Ruwenzori 10 marzo 2017 ore 09:21
    La fantasia è senz'altro inferiore alla realtà concreta.......
  6. do.mynic 10 marzo 2017 ore 09:30
    Senza fantasia sarebbe una vita arida... Basta solo equilibrare la dose.. Buona giornata
  7. Ruwenzori 10 marzo 2017 ore 09:39
    Altrettanto!
  8. ioedintorni 10 marzo 2017 ore 23:11
    vero ! ... sono assolutamente con Te, domynic :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.