*** Instabilita' Emotiva ***

16 febbraio 2019 ore 00:33 segnala


Ognuno di noi puo' avere momenti NO dove tutto
ci sembra sbagliato e irreparabile.
A volte riusciamo ad affrontare le situazioni cercando soluzioni dettate dal nostro spirito di sopravvivenza o adattamento
...altre volte invece siamo cosi' stanchi che non reagiamo.
Stanchi di dare, di combattere, di provare a risolvere le cose scoprendo poi che invece, nonostante gli sforzi fatti, il corso degli eventi rimane immutato.
Pensieri, dolore, malinconia, tristezza, solitudine.
Tutte condizioni di un'animo stanco, per la maggior parte anche deluso, ferito e affaticato.




E' normale in alcuni momenti essere tristi o arrabbiati quando le cose non vanno come vorremmo,
tanto quando essere felici e allegri quando tutto va bene.
Quando queste emozioni non sono legate a specifiche situazioni e la persona che le prova anziche' risolvere il problema..se lo crea..beh siamo di fronte ad
un problema psicologico (instabilita' emotiva).
Il continuo cambio di umore e l'impulsivita' rendono queste persone fragili e sensibili con problemi a controllare le emozioni portanto quindi ad esasperare ed ingigantire ogni cosa.




Risulta difficile a volte scrivere di se stessi e mi rendo conto che, dopo avervi raccontato la mia riflessione sulle instabilita' emotive, mi ritrovo a guardarmi dentro e chiedermi se anche io lo sono.
Sicuramente anche io ho periodo NO in cui mi isolo e non ci sono per nessuno. Nel mio isolamento cerco la forza..cerco soluzioni... cerco un punto fermo dove poter ripartire.




Quindi non credo di rientrare in quella tipologia di persone che non controllano le emozioni...anzi nel mio "silenzio" posso dire di trovarci pace, equilibrio e coerenza.




Sicuramente la cosa fondamentale da non sottovalutare
e' la natura dei nostri "problemi"

**Se i problemi nascono da una visione artefatta della realta'
(vedi cio' che non e') , ci si puo' curare ed imparare a guardare le cose per quello che sono.

**Se i problemi sono reali, lo sforzo e' maggiore e non sempre e' risolutivo.
Un esempio triste sono le malattie che personalmente mi mettono paura e quando mi trovo ad affrontarle nuovamente, provo le stesse emozioni dell'instabile emotivo nelle giornate NO (stanca di combattere).

Vi lascio alle vostre riflessioni al riguardo.


1bae6e76-f1a7-4aa9-9e4a-0290d36976f6
« immagine » Ognuno di noi puo' avere momenti NO dove tutto ci sembra sbagliato e irreparabile. A volte riusciamo ad affrontare le situazioni cercando soluzioni dettate dal nostro spirito di sopravvivenza o adattamento ...altre volte invece siamo cosi' stanchi che non reagiamo. Stanchi di dare, ...
Post
16/02/2019 00:33:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    6

*** Dimmelo Cantando ***

14 febbraio 2019 ore 15:20 segnala



And you can tell everybody this is your song
It may be quite simple but now that it's done
I hope you don't mind
I hope you don't mind that I put down in words
How wonderful life is while you're in the world


E puoi dire a tutti che questa è la tua canzone
Può essere banale ma ora che è fatta
Spero non ti dispiaccia
Spero non ti dispiaccia se esprimo a parole
Quanto bella sia la vita finché tu sei al mondo


(--°--)



I don’t want to miss one smile
I don’t want to miss one kiss
Well, I just want to be with you
Right here with you, just like this


Io non voglio perdere un sorriso
Io non voglio perdere un bacio
Beh, voglio solo stare con te
Proprio qui con te, proprio in questo modo


(--°--)



c'è che mi sono innamorato di te
c'è che io ora vivo bene
se solo stiamo insieme
se solo ti ho vicino:
ecco che c'è.


(--°--)



I feel wonderful
because I see the love light in your eyes
and the wonder of it all
is that you just don’t realize
how much I love you

Sto meravigliosamente
perché vedo nei tuoi occhi la luce dell’amore
e la cosa più strana di tutto questo
è che tu proprio non ti rendi conto
di quanto ti amo



(--°--)



How many times do I have to tell you
Even when you're crying, you're beautiful too?
The world is beating you down
I'm around through every mood
You're my downfall, you're my muse
My worst distraction, my rhythm and blues
I can't stop singing, it's ringing in my head for you

Quante volte devo dirtelo? anche quando piangi, sei bellissima comunque
il mondo ti abbatte, sono lì vicino a te in ogni momento
sei ciò che mi fa crollare, sei la mia musa
la mia peggior distrazione, il mio ritmo, il mio blues
non riesco a smettere di cantare, un ritmo, suona in testa per te


(--°--)
00b4e85a-90e3-4a5c-ae2e-5c5b5f0728da
« immagine » « video » And you can tell everybody this is your song It may be quite simple but now that it's done I hope you don't mind I hope you don't mind that I put down in words How wonderful life is while you're in the world E puoi dire a tutti che questa è la tua canzone Può essere bana...
Post
14/02/2019 15:20:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

***CaCO3+conchiolina+H2O***

04 febbraio 2019 ore 15:00 segnala


Le perle sono emblema perenne di bellezza naturale
Conosciute fin dall’antichità, le perle hanno dato origine ad una diversità di miti e leggende sulla loro origine.
Chi credeva che fossero lacrime piovute dal cielo o secondo una bellissima leggenda di origine indiana, la perla è il frutto dell’amplesso fra l’acqua marina e la luce della luna, dentro l’alcova
formata da un’ostrica aperta.
Considerate simbolo di purezza, amore e perfezione ed associata al concetto di un’eleganza senza tempo.
La perla si forma quando un agente irritante, come puo' essere un granello di sabbia o un pezzo di conchiglia, penetra e alloggia nei tessuti di un mollusco.
Come difesa l'animale secerna una sostanza chamata " nacre o madreperla" (una combinazione di sostanze cristalline e organiche" per bloccare il corpo estraneo e alleviare l'irritazione.
Dopo qualche anno l'intruso sara' completamente ricoperto di perlagione che avra' la sembianza del prezioso che conosciamo.




Spesso sentiamo dire "Sono perle di saggezza"
"Gettare le perle ai porci" "Sei una perla rara"
Come puo' una piccola sfera, bianca, immacolata, nata da un mollusco
racchiudere tanta importanza?
Questo processo la rende preziona e unica.
La crescita della perla è una sorta di gestazione, dalle valve grezze e rugose dell’ostrica nasce un tesoro prezioso, puro e unico.
Una similitudine indiscutibile con il ventre materno...habitat umido,oscuro e protetto dell'ostrica(sesso femminile)in cui si compie il processo che trasforma un corpo estreneo o un granello di sabbia nello splendore di una perla ...di una nuova vita.




Secondo il Vangelo di Matteo, questo oggetto prezioso rappresentava il Regno dei Cieli.
Secondo alcuni filosofi la perla e' il simbolo del linguaggio nascosta sotto la conchiglia delle parole
Alchimisti, poeti , pittori di ogni tempo hanno amato questo prezioso sia per le sue qualita' curative che per esaltare la bellezza collocandole sul corpo femminile.




Anche oggi le perle sono di gran moda e perfette per ogni occasione.
Indossare una collana di perle puo' rendere un semplice tubino nero, un abito elegante e raffinato




Una donna nuda con indosso solo una collana di perla e' una visione eccitante che ne amplifica la sensualita'.




La collana di perle non serve solo ad adornare il corpo ma, per i piu' fantasiosi, puo' addirittura trasformarsi in uno strumento di piacere, come corda da bondage per legature sexy o addirittura come massaggiatore.




Insomma.....non sai cosa regalare alla tua donna
per l'imminente S.Valentino?
Allora direi una bella Collana di Perle.....a tua scelta!
24b9cda6-70e6-43a4-8832-eea176bf3196
« immagine » Le perle sono emblema perenne di bellezza naturale Conosciute fin dall’antichità, le perle hanno dato origine ad una diversità di miti e leggende sulla loro origine. Chi credeva che fossero lacrime piovute dal cielo o secondo una bellissima leggenda di origine indiana, la perla è il ...
Post
04/02/2019 15:00:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    5

*** Care Donne...***

01 febbraio 2019 ore 14:58 segnala


Una donna difficilmente riesce a pensare come un uomo e quando ho letto questa riflessione scritta da un uomo verso alcune donne,ho pensato che ne valesse la pena condividerla qui con voi.


"Care donne...sono tutt'altro che bigotto,anzi nn c'è più porcello di un porcello di me, ma quando postate foto seminude di voi stesse sui social in pose sexy, mostrando tette o culo che sia, l'unica cosa che state facendo è attrarre persone che abbiano solo interesse sessuale per voi.
So che siete tutte emozionate con i 500 e passa like o i 120 commenti seguiti dagli innumerevoli messaggi privati che vi arrivano, facendovi sentire importanti.
Ma c’è una cosa che non considerate:
In realtà, nessuno di questi ragazzi che commentano, mettono cuori o vi inviano messaggi privati amano o vogliono voi. Tutto quello che vogliono è usarvi per quello che mostrate e fate credere di essere in quella foto.
Gli uomini, ricchi o poveri,brutti o belli ammirano e vogliono le donne che si vestono con decenza e si rispettano. Un vestito decente, che non risulti osceno ma provocante e rispetta il tuo corpo, porta ad amare e rispettare te.
Poi non vi lamentate se tutti vi usano, se non trovate ragazzi ''seri'', se vi ci fanno credere e poi vi lasciano con un pugno di mosche in mano. Perché voi per prime avete acconsentito, anche inconsapevolmente a tutto ciò.
Valorizzate il vostro corpo sopratutto il cervello, con l'intelligenza che vi contraddistingue e troverete qualcuno che valorizzerà voi come donna !!
Un forte abbraccio a tutte e.......weeeee,nn menatemi mò"




Beh che dire...ho sorriso e pensato che allora esistono ancora uomini che scelgono con la testa (e per testa intendo cranio e non l'altra), che capiscono i limiti di coloro che per apparire sfoderano
il miglior sorriso o la miglior scollatura.
Eppure e' risaputo e conclamato che l'uomo se passa una sventola in minigonna si volta a guardarla e mangiarla con gli occhi quando invece non si ferma a guardare una donna che sta leggendo un libro.


Ovviamente con questa riflessione non mi schiero assolutamente ne' dalla parte dei maschilisti ne' dalle femministe.
Ognuno di noi ha diritto al rispetto e alla sincerita' e a quelli che vogliono apparire per quello che non sono potrei suggerire di iscriversi a corsi di teatro e di recitazione che forse e' meglio!


f74ae8ce-9a9b-451c-95d9-fa63216325e9
« immagine » Una donna difficilmente riesce a pensare come un uomo e quando ho letto questa riflessione scritta da un uomo verso alcune donne,ho pensato che ne valesse la pena condividerla qui con voi. "Care donne...sono tutt'altro che bigotto,anzi nn c'è più porcello di un porcello di me, ma q...
Post
01/02/2019 14:58:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    3

*** Siate Affamati, Siate Folli ***

31 gennaio 2019 ore 17:36 segnala


“Siate affamati, siate folli”. Chi l’ha detto?
Il 12 giugno 2005 Steve Jobs tenne un discorso ai laureandi che divenne famoso in tutto il mondo per la sua chiarezza, semplicità e profondità.
Il discorso era formato da 3 storie legate ad eventi molto personali della sua vita da cui lui ha tratto degli insegnamenti che ha voluto condividere.
Tale discorso terminava appunto con la frase e il consiglio
“Siate affamati, siate folli”


SIATE AFFAMATI (Stay hungry)
Il consiglio di Jobs non si riferisce ovviamente alla fame fisica ma ad una fame diversa, più profonda: fame di curiosità, fame di farcela, fame di potersi riscattare nella vita, fame di essere parte attiva nel cambiamento della società, dell’ambiente, delle persone.
Senza questo la persona non si attiva, non si sente motivata
e ritira le proprie energie.
Se un ragazzo possiede già tutto ciò che gli serve e anche di più, cosa lo spinge ad ottenere altro? Cosa lo spinge a volersi riscattare? In altre parole, perché dovrebbe avere fame? Lo dice la parola stessa, la fame è il contrario della sazietà, perciò avere tutto è il miglior modo per non stimolare la curiosità, l’aspettativa, l’entusiasmo
e la passione in qualcosa.
Perciò “siate affamati” fa riferimento proprio a questo “siate persone costantemente curiose e alla ricerca della propria strada e della propria passione, con la voglia di farcela!”




SIATE FOLLI (Stay foolish)
Anche in questo caso è necessario andare oltre al significato stretto della parola.al significato stretto della parola.
Jobs non augura né di sviluppare qualche psicopatologia né di essere protagonisti di azioni devianti bensì di far uscire la componente folle, creativa, istintiva insita in ognuno di noi.
Siate folli nel seguire il vostro intuito, siate folli nel perseguire le vostre passioni anziché i dogmi e ciò che gli altri vorrebbero per voi, siate folli nel mettervi in gioco sviluppando le vostre idee e non abbiate paura di trovarvi di fronte a degli ostacoli perché ci saranno ma se sentite che questa è la vostra strada, nessuno vi impedirà di raggiungere l’obiettivo.


Il nostro tempo è limitato per cui non lo dobbiamo sprecare

vivendo la vita di qualcun altro.

Non facciamoci intrappolare dai dogmi,

che vuol dire vivere seguendo risultati del pensiero di altre persone.

Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui

offuschi la nostra voce interiore.

E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio

di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione.

In qualche modo essi sanno cosa vogliamo davvero diventare.

Tutto il resto è secondario.

(Steve Jobs, Standford 2005)


//**//


Essere affamati significa avere fame di vita,
essere curiosi, volere sempre di più.
Sono affamata quando non mi basta guardare, voglio anche approfondire.
Sono affamata quando faccio una ricerca e
non mi basta quello che ho scoperto.
Sono affamata quando sto ascoltando una canzone in inglese e vado a cercarne la traduzione.
Essere affamati non si traduce solo nel senso quotidiano.
Io posso essere affamata di conoscenza, di vita o semplicemente di cibo.
Per essere affamati, come per tutto, ci vuole anche quel pizzico di follia.
Sono folle quando non penso alle conseguenze, sono folle quando non ho paura del giudizio altrui, sono folle nel momento in cui decido di osare e di non tirarmi indietro, sono folle quando faccio qualcosa anche se so che è sbagliato, senza pensare a nessuno.
Nella vita è necessario essere affamati e di conseguenza folli,
perché una vita senza follie non è vita.
Non si vive a pieno se almeno una volta non hai sentito l’adrenalina scorrerti nelle vene nel fare un qualcosa di proibito.
Non si vive a pieno se non hai conosciuto a pieno la vita
e quello che può offrirti.


10fd44fa-b00c-4f32-bdb9-30aedc612265
« immagine » “Siate affamati, siate folli”. Chi l’ha detto? Il 12 giugno 2005 Steve Jobs tenne un discorso ai laureandi che divenne famoso in tutto il mondo per la sua chiarezza, semplicità e profondità. Il discorso era formato da 3 storie legate ad eventi molto personali della sua vita da cui ...
Post
31/01/2019 17:36:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    3

*** Le Mani Parlano ***

29 gennaio 2019 ore 15:41 segnala


La gestualita' delle mani arricchisce l'esposizione verbale
e la rende piu' efficace.
Questa definizione mi e' venuta in mente guardando una immagine in bianco e nero in cui le mani aperte di un Lui abbracciano le mai di una Lei
..quasi fosse una conchiglia.
Spesso ci dimentichiamo che le mani non sono solo appendici del nostro corpo atte alla presa ma bensi' sono anche un secondo linguaggio del corpo da non sottovalutare ma da osservare.
Noi dialoghiamo non solo con le parole ma anche con il corpo
e soprattutto con le mani.
Con le mani diciamo chi siamo, ci presentiamo, comunichiamo ed esprimiamo anche il nostro stato emotivo.
Le persone che, la natura ha reso prive del linguaggio verbale o visivo, usano le mani per comunicare e nonostante questa grave mancanza riescono ad interagire e a inserirsi nella societa'.


I movimenti delle mani possono rivelarci approvazione, disinteresse, disagio, timidezza o in alcuni casi anche menzogna.
Ma cosa dicono le mani in ambito relazionale affettivo?
Beh e’ normale vedere mano nella mano due innamorati o un genitore con il