*** Sono 3 e basta ***

21 marzo 2019 ore 16:59 segnala


Uno Due Tre
Semplici…consecutivi… orizzontali…identici… neri…
Non 2, non 10,
ma 3 e basta.


Quante volte nei vostri scritti avete usato i puntini di sospensione ? Sicuramente tantissime volte.
Detti anche "tre puntini" sono un segno di punteggiatura e possono essere usati sia per indicare una pausa nel discorso, sia per indicare il non detto.
Oggigiorno pero' se ne fa un uso esagerato, il linguaggio scritto si e’ evoluto e le regole della punteggiatura si sono adeguate alla nostra era digitale.
I 3 puntini spuntano ovunque nelle frasi, anche in quelle in cui se ne potrebbe fare a meno.




Li troviamo sugli schermi dei cellulari, nei blog, nelle chat, nei temi scolastici, nei romanzi, nelle pubblicita’.
Nella comunicazione su schermo si usa poco il solo e semplice “punto” quasi fosse troppo categorico e poco morbido e così per timore, che il mittente fraintenda, abbondiamo di faccine, di punti esclamativi e di puntini di sospensione che smorzano le frasi senza interromperle bruscamente.




Con i tre puntini le frasi rimangono aperte e non finite, lasciando a chi legge la conclusione che piu’ gli aggrada Questo pero’ ci fa capire come la nuova generazione non sia ben definita, non sa esattamente cio’ che vuole, non sa decidersi, non sa scegliere, quindi tremendamente insicura.




I puntini indicano dunque una pausa che non ha un valore logico ma emotivo, psicologico.
Se usati all’inizio di una frase creano la suspense del contenuto
“… e alla fine fecero l’amore”
Se usati in mezzo alla frase rafforzano il contenuto
“ Tu mi piaci… tantissimo”
Se usati alla fine della frase lasciano intendere che c’e’ dell’altro e lasciano libera la tua interpretazione
“sei libero di …
Ehehe li mettiamo anche quando dobbiamo scrivere una parolaccia e omettiamo di dirla per intero
“Vaffa…”




E tu da che parte stai? Sei un amante della punteggiatura come da tradizione o ti sei adattato ai nuovi cambiamenti tecnologici?
Beh vi confesso di essere un “puntinatore” e mi piace un sacco arricchire i miei pensieri con questi splendidi 3 puntini …
In conclusione: usiamo i puntini con parsimonia… e solo quando sono davvero necessari.




“L'eleganza dei puntini di sospensione...
nel giusto contesto, sembrano tracciare i tempi di un'apnea, quella di chi scrive, quella di chi, nella confusione di un'emozione, in mezzo a tutte le parole del mondo, non ne trova a sufficienza, o di adeguate. In quei puntini c'è tutto: tutto quello che vorresti sentirti dire e tutto quello che ti vorrebbe dire. Verosimilmente non sono e non saranno mai le stesse parole, ma suoneranno sempre allo stesso modo per tutti e due.
Mauro Soldano”
7143e1e2-6190-44a4-b001-49aeaf02ca89
« immagine » Uno Due Tre Semplici…consecutivi… orizzontali…identici… neri… Non 2, non 10, ma 3 e basta. Quante volte nei vostri scritti avete usato i puntini di sospensione ? Sicuramente tantissime volte. Detti anche "tre puntini" sono un segno di punteggiatura e possono essere usati sia per ind...
Post
21/03/2019 16:59:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    17

Commenti

  1. klimo1963 21 marzo 2019 ore 17:55
    Cara R.anche se mi e' stato detto che scrivo male,uso le virgole.
    Sembra quasi che tu mi legga nel pensiero,perche' i tre puntini?
    Mi sta bene la tecnologia,ma con i tre puntini sembra che uno stia per "affogare".Tecnologia o meno,in Italiano si mettono le virgole.
    Conclusione,solito interessante post,diverso dai soliti ed ottima intuizione.
    Bel post come sempre.
  2. Fiore.diCampo2012 21 marzo 2019 ore 21:32
    Io sono una fissata con la punteggiatura...tutta perchè, ritengo, che aiuti la comprensione del testo che si sta leggendo.
    Ricordo sempre la frase della mia maestra delle elementari:
    - Il maestro dice: Pierino è un cretino!
    - Il maestro, dice Pierino, è un cretino!
    A voi le conclusioni circa l'importanza della punteggiatura...questa sconosciuta dai giovani d'oggi, ahimè!!!
  3. trenolento 21 marzo 2019 ore 21:53
    ...io li uso spesso...lo trovo un modo per far pensare e riflettere, la stessa cosa che provo mentre scrivo...penso sia un fil rouge tra chi scrive e chi legge.
    buona serata :rosa
  4. IINulla 22 marzo 2019 ore 09:26
    @trenolento è bellissimo quello che hai scritto, vederli come un dono al lettore, dargli tempo per prendere fiato o semplicemente per farlo contare prima di ribattere.
  5. D.ubFrEe 22 marzo 2019 ore 11:16
    ahahah dodici,
    ma hai scritto questo post pensando a me?
    sai bene che quando scrivo uso i puntini di sospensione,
    ed è verissimo, sono necessari,
    per creare quella sorta di patos "Poetico"
    ed immergere ancor di più...emozionando chi legge ;)
  6. co.siesevipare 22 marzo 2019 ore 20:52
    Forse esageriamo troppo nel mettere i tre puntini,ma se vuoi esprimere uno stato d'animo emozionato ed emozionante,li ritengo necessari:
    E' come un sognare quella interlocutrice che non vedi ma che ti emoziona... a volte anche se la vedi tiri un sospiroe per questo i puntini le rendono esplicito il tuo sognarla.
    Grazie Dodici di questo post originale e bello,mettiamo i puntini e riflettiamo,sognamo ed emozioniamoci trasmettendolo a Lei che ci legge,magari ci seguira' con piu' attenzione.
  7. gemini68.LXX 04 aprile 2019 ore 21:10
    ... e vogliamo parlare di quella povera virgola sempre esclusa,anche dai periodi piu prolissi,o dai due punti(:)questi sconosciuti?
    Cercasi notizie anche del punto esclamativo,poco amato in genere e quasi messo al bando in chat.Più ESCLAMATIVI per tutti!
    Un ultimo appello arriva dalle parentesi tonde indegnamente usate e abusate:(lasciateci in pace!).
    Detto ciò chiudo il discorso quasi indignato.(punto) anzi:(due punti) se no dicono che siamo provinciali, siamo tirati.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.