ELOGIO ALLA PAROLA

13 settembre 2018 ore 03:34 segnala
La parola?
Solo una facoltà ...
Io e te cerchiamo i sogni,
quelli racchiusi e non sulla notte,
dove il vivere e delle anime impensabili
raccolgono i respiri.

Emozioni forti,
pezzi di storia personale ed altro
da manipoli di folli personaggi
che girano una ruota.

Farina di mutevoli sacchi
trascinata al mulino
come peso di panni da lavare,
o parole da maledire,
elaboriamo i vissuti trasformandoli in opere risorte.

Poeti,
come figli di un dio inferiore condannati alla miopia,
condannati al pensiero sublime o al disincanto,
lasciando tracce d'inchiostro,
come masturbazione,
atto ultimo della mente

TEMPUS FUGIT

13 settembre 2018 ore 03:22 segnala
Non si rincorre il tempo se si è capaci di immortalarlo per sempre, come un'istantanea costantemente presente sul comodino. Visibile tutti i giorni, magari prima di andare a dormire. La felicità è un momento altrimenti non sarebbe felicità , è come un'onda che travolge e lascia senza respiro. La puoi sfiorare ogni volta che vuoi e ogni volta che la senti vicina. Vivere di felicità è utopia ma coglierla quando si ha il sorriso del sole accanto è realtà , basta saper far sorridere il sole.

MIRIAM DI MAGDALA

24 agosto 2018 ore 05:14 segnala
Sono il tutto nella pausa del niente
Il vagito che non sa piangere
L'ugola che gode
Tu il mio seme imperfetto

Sono l'amante infedele
creatura di nessun dio
Un remoto sogno
Un trapassato del tuo sesso
in questo vento furioso e blasfemo

Ormai dio
con l’uomo si confonde e si fonde
attorniato da poveri e puttane
e sorride
a me
che dei piedi suoi
mi son fatta lavacro
f2e380d8-6a92-419e-8d1f-5961ad49deed
Sono il tutto nella pausa del niente Il vagito che non sa piangere L'ugola che gode Tu il mio seme imperfetto Sono l'amante infedele creatura di nessun dio Un remoto sogno Un trapassato del tuo sesso in questo vento furioso e blasfemo Ormai dio con l’uomo si confonde e si fonde attorniato da...
Post
24/08/2018 05:14:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

AMEN

22 luglio 2018 ore 05:10 segnala
Cu lacrimi, sangu e duluri
m’arrancai pi sta via scurusa
picchì nun ebbi tempu
di parrari cu li santi

Mancu l’ancili ru cielu
sunarunu li trumma
quannu n’cielu ci arrivarunu
li solenni canti

C’un bastuni strascicai li peri stanchi
Tanta strata fatta pi nenti
Sulu io sapia lu veru
e nuddu s’arrisicau a parrari

Stanca sugnu e assittarimi vulissi
Cu li irita e l’ugnia arrascu sta terra scura
Na fossa davanti mi si para
e cu lussuria ci ettu rintra u sintimentu ri l’amuri
Amen
Miriam 2018

e8ead68a-c193-4ae7-825a-6aae20569303
Cu lacrimi, sangu e duluri m’arrancai pi sta via scurusa picchì nun ebbi tempu di parrari cu li santi Mancu l’ancili ru cielu sunarunu li trumma quannu n’cielu ci arrivarunu li solenni canti C’un bastuni strascicai li peri stanchi Tanta strata fatta pi nenti Sulu io sapia lu veru e nuddu...
Post
22/07/2018 05:10:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    8

DISGELO

11 luglio 2018 ore 03:53 segnala
In quell'angolo di buio
dentro i tuoi occhi
dove ho visto il mio riverbero
vedo pioggia bagnare il cielo
e foglie morire nel cemento

Per sopravvivere
vivere
purifico il peccato
smarrisco l'innocenza

Dentro i tuoi occhi
riconosco il perdono
dell'amore rubato
colto nel respiro del supplizio

Ai tuoi occhi dono il mio riflesso
Le sensazioni che sfiorano la carne
La condanna a dolci tormenti
e squallidi piaceri


f2a4af4c-13f8-4a78-ba4d-0e3474f75fb8
In quell'angolo di buio dentro i tuoi occhi dove ho visto il mio riverbero vedo pioggia bagnare il cielo e foglie morire nel cemento Per sopravvivere vivere purifico il peccato smarrisco l'innocenza Dentro i tuoi occhi riconosco il perdono dell'amore rubato colto nel respiro del supplizio Ai...
Post
11/07/2018 03:53:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

LA TUA LACRIMA NELLA NOTTE

01 luglio 2018 ore 04:50 segnala
Incanto di viola nel vento dell'alba
e rosa smarrita in un tramonto d'estate

La parola è un alfabeto muto
e ritrovare quella sillaba di noi
è pagina bianca
senza risonanza alcuna

Una lacrima ti raggiunse...
per arenarsi nel finale con banalità
del quotidiano essere

Una lacrima
Non sei più acqua dagli occhi
ma il colore della salata trasparenza
che sa divenir poesia
prima di morire nel silenzio

8e4a4c08-1869-4e0e-bc06-471d07d8ab7a
Incanto di viola nel vento dell'alba e rosa smarrita in un tramonto d'estate La parola è un alfabeto muto e ritrovare quella sillaba di noi è pagina bianca senza risonanza alcuna Una lacrima raggiunse... per arenarsi nel finale con banalità del quotidiano essere Una lacrima Non sei più acqua...
Post
01/07/2018 04:50:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

I B R I D O S E N T I R E

06 ottobre 2017 ore 11:45 segnala
Tu che fai nascere le mie mani
rendendo ibrido il mio amore
avanzando
come peccatrice dei miei sensi
germogliando in questi versi

Arrendevole l'inchiostro scivola
offrendo vita alle parole
che nell'incertezza
si rifugiano nella tua candida purezza

Si fa mio lo sguardo tuo
rifugio nell'immenso
laddove amore fa scenario
a luce
sensi
ed al tuo sentire

b0764f17-f1e6-4603-8b6c-3f802c67508a
Tu che fai nascere le mie mani rendendo ibrido il mio amore avanzando come peccatrice dei miei sensi germogliando in questi versi Arrendevole l'inchiostro scivola offrendo vita alle parole che nell'incertezza si rifugiano nella tua candida purità Si fa mio lo sguardo tuo rifugio nell'im...
Post
06/10/2017 11:45:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

INDIMENTICABILE

28 giugno 2017 ore 04:48 segnala
Lei
con labbra di miele
ammiccante e giocosa
a far giochi amorosi
dove ti nasceva poesia
e appagate scorrevan le ore

Tanto l’hai amata mio amato
Tanto se ancora la cerchi
con passi ubriachi
in quella tua casa
riflessa alla luna

E pace non trovi
finché un armadio non apri
E come ogni sera
respiri baci non più goduti
quel che rimane di lei
sfuggito alla furia dell’altro nascosto

TU SEI QUELLO...

16 giugno 2017 ore 01:54 segnala
Tu sei quello con la fossetta
Le scarpe da puffo
La carezza ad un gatto di strada

Sei quello a cui scivola il jeans
se dimentichi il pane
e vai incontro ai tuoi giorni stracolmi di te

E chiami “Il Christian” quel taglio di stoffa
ed io sorrido chiedendomi
se parli di Dior
Lacroix
Louboutin
oppure di Weber

Sei quello che rotola
corre e saltella
Che inciampa e poi cade
ma sempre si rialza
Anima tenera dal brio fanciullesco

Quello che piange in muto silenzio
adombrato
malinconico
e mesto

Quello che ha smarrito l’amore
ma ne ha sempre memoria

9fe13316-922b-4235-bb6d-b830d3ad969d
Tu sei quello con la fossetta Le scarpe da puffo La carezza ad un gatto di strada Sei quello a cui scivola il jeans se dimentichi il pane e vai incontro ai tuoi giorni stracolmi di te E chiami “Il Christian” quel taglio di stoffa ed io sorrido chiedendomi se parli di Dior Lacroix Louboutin oppure...
Post
16/06/2017 01:54:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

ANIMA VAGULA

27 maggio 2017 ore 15:46 segnala
Ella mi disse "proteggilo,è un'anima fragile"
Ed io lo feci
Ma a volte mi sfugge
A volte è il mio contrario
altre il mio divenire
Anima fragile
Rincorri la mia ombra
ed il silenzio
lontano dal frastuono
Sorseggi il vuoto tuo bicchiere
per colmare i vuoti
delle fossa col senno del poi
M.

47990e26-12ed-44e4-8211-0e2aa2077804
Ella mi disse "proteggilo,è un'anima fragile" Ed io lo feci Ma a volte mi sfugge A volte è il mio contrario altre il mio divenire Anima fragile Rincorri la mia ombra ed il silenzio lontano dal frastuono Sorseggi il vuoto tuo bicchiere per colmare i vuoti delle fossa col senno del poi M. «...
Post
27/05/2017 15:46:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment