COGITO

21 febbraio 2017 ore 19:50 segnala
Sai odiare?
Io non so più amare
Guardami dentro
Odio la notte
che odora d’amore
Amore dolce
rappreso
salato
insipido
sciocco
fugace
amaro
come il gusto di te
E così muore la poesia

c6b59cbb-e547-4fdb-aabf-8355c16b2e4f
Sai odiare? Io non so più amare Guardami dentro Odio la notte che odora d’amore Amore dolce rappreso salato insipido sciocco fugace amaro come il gusto di te E così muore la poesia « immagine »
Post
21/02/2017 19:50:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

VORTEX

21 febbraio 2017 ore 03:20 segnala
Trascinami nei tuoi pensieri
o nei tuoi sogni

Ti voglio
di un volere che
non deve accontentarsi
e che non cerca solo il sesso

Ti voglio
ne vicino e ne lontano
districando i tuoi misteri
cuore nudo
tra le pieghe del mio letto

Lascia ch'io goda
di effusioni senza voce
prima che le sigilli il tempo
consegnandole alle cose perdute

221b4460-5679-4daa-a1c9-82b23af48740
Trascinami nei tuoi pensieri o nei tuoi sogni Ti voglio di un volere che non deve accontentarsi e che non cerca solo il sesso Ti voglio ne vicino e ne lontano districando i tuoi misteri cuore nudo tra le pieghe del mio letto Lascia ch'io goda di effusioni senza voce prima che le sigilli il...
Post
21/02/2017 03:20:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

SUONI

19 febbraio 2017 ore 05:46 segnala
Il frastuono dei passi
si stende sopra il silenzio
della voglia di urlare,
per farsi notare
Urlo silenzioso,
che stordisce,
più del frastuono
di parole confuse
dette per la banalità
di dar fiato alla bocca
Bocca da cui attingere l’essenza
di un anima fragile in apparenza
ma potente nella sua trasparenza

ad759393-ef9b-43ae-8a62-95de339a5999
Il frastuono dei passi si stende sopra il silenzio della voglia di urlare, per farsi notare Urlo silenzioso, che stordisce, più del frastuono di parole confuse dette per la banalità di dar fiato alla bocca Bocca da cui attingere l’essenza di un anima fragile in apparenza ma potente nella sua...
Post
19/02/2017 05:46:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Sconosciuto mio Sconosciuto

17 febbraio 2017 ore 00:27 segnala
Ed il pensiero via vola
via corre
ad uno sconosciuto
ad un uomo
ad un qualcuno di estraneo
Giunge come strumento di pensiero
e deposito di emozione
Come melodioso canto di cigno
nell'ora dell'ultimo fato
con me o straniero
porto il tuo silenzio rumoroso
(Miriam 2017)
581fffe1-1e3f-41f0-ac59-eda2c9995809
Ed il pensiero via vola via corre ad uno sconosciuto ad un uomo ad un qualcuno di estraneo Giunge come strumento di pensiero e deposito di emozione Come melodioso canto di cigno nell'ora dell'ultimo fato con me o straniero porto il tuo silenzio rumoroso (Miriam 2017)
Post
17/02/2017 00:27:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

GiroGiroTondo

15 febbraio 2017 ore 21:04 segnala
Calata nell'ultimo girone
per portare come il samaritano
olio, vino ed un po' di amore

Un ultimo giro di ruota
La Speranza in quest'ultimo battito d'ali prigioniera si perde

Desolazione dei luoghi
delle perdute menti

Riflessione plissè
E Dante è un girovago sconcertato :-)))
Grazie, passate dalla cassa
e lasciate un soldino :-)))
3902cced-ed90-47f0-b2be-cdcc6d843ce6
Calata nell'ultimo girone per portare come il samaritano olio, vino ed un po' di amore Un ultimo giro di ruota La Speranza in quest'ultimo battito d'ali prigioniera si perde Desolazione dei luoghi delle perdute menti Riflessione plissè E Dante è un girovago sconcertato :-))) Grazie, passate...
Post
15/02/2017 21:04:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

DEDICATA

12 febbraio 2017 ore 21:13 segnala
Ermetica e intrisa di un non so che d'irrazionale provocato dall'abbandono dei sensi e del pensiero. Ma non tutto resta com'era o continua ad essere, anche se appare misterioso. V'è eloquenza tra le righe.
Si vivono momenti d'irrealtà. Un suono naturale non si riconosce. Quando si ritorna in noi ci si accorge che è la vita che continua. Difendiamoci dai falsi dei!

99307de6-cc43-4a4a-b79a-c05f4025af24
Ermetica e intrisa di un non so che d'irrazionale provocato dall'abbandono dei sensi e del pensiero. Ma non tutto resta com'era o continua ad essere, anche se appare misterioso. V'è eloquenza tra le righe. Si vivono momenti d'irrealtà. Un suono naturale non si riconosce. Quando si ritorna in noi ci...
Post
12/02/2017 21:13:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

SCRIVERE

10 febbraio 2017 ore 11:53 segnala
Vorrei scrivere come disegnano i bambini,
lasciandomi assalire all'improvviso dall'ispirazione,
da fiumi di parole, di getto, lasciandole scorrere spontaneamente.
Fogli non più bianchi, ma un mondo storico come materia indistinta.
E' la parola che annaspa, che sopravvive in un mondo indistinto.
Adesso dubita di se stessa la mia scrittura

0517a147-6a9e-4e29-bddd-fcbf04d4c2d8
Vorrei scrivere come disegnano i bambini, lasciandomi assalire all'improvviso dall'ispirazione, da fiumi di parole, di getto, lasciandole scorrere spontaneamente. Fogli non più bianchi, ma un mondo storico come materia indistinta. E' la parola che annaspa, che sopravvive in un mondo...
Post
10/02/2017 11:53:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

PERPETUO MOTO

03 febbraio 2017 ore 03:18 segnala
Il tuo essere crepuscolare
dentro mille volubili cose
fa storia di te
vivendo recluso fuori dal sogno

E ripenso ad un sorriso fuggente
io e te in quella stanza
dove ai fiori chiedevo
ed al tempo
perché la pioggia coprisse il tuo volto

Le mie
Le tue
Sono solo ore più vuote
che nascono in faccia al silenzio
Come è triste la fine di questo canto mai nato!

dd493dfb-346b-4d05-80c5-a4181e3e1bf1
Il tuo essere crepuscolare dentro mille volubili cose fa storia di te vivendo recluso fuori dal sogno E ripenso ad un sorriso fuggente io e te in quella stanza dove ai fiori chiedevo ed al tempo perché la pioggia coprisse il tuo volto Le mie Le tue Sono solo ore più vuote che nascono in faccia...
Post
03/02/2017 03:18:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

DIMENTICAMI

11 gennaio 2017 ore 05:10 segnala
Ho il cuore duro
come greggio macigno
e ho consumato il delitto
delle immagini nella memoria

Dimenticami

Forse ritroverò quella parte di me
giocata a carte con l’amore
che smarrita giace
dentro altre inutili identità

Dimentica
perché io possa dimenticare

b8078ff1-5cfd-4a1f-840f-3e36f2963872
Ho il cuore duro come greggio macigno e ho consumato il delitto delle immagini nella memoria Dimenticami Forse ritroverò quella parte di me giocata a carte con l’amore che smarrita giace dentro altre inutili identità Dimentica perché io possa dimenticare « immagine »
Post
11/01/2017 05:10:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    4

LASCIAMI ANDARE VIA

24 dicembre 2016 ore 01:47 segnala
Non elogio il tripudio dei sensi
o l’elogio della sensuale attrazione
né la maniacale ossessione sessista
fine a se stessa e materialisticamente arida.
Non apprezzo quella schiera
di maschi inermi e saturi
pieni e orgogliosi della loro tronfia capacità virile
di orientare scelte indipendenti
Oh mie deità!
Se tu m’amassi come io t’amo
ascolteresti di quelle emozioni il rumore
e non sviliresti l’amore
E non è implorandolo che ti chiedo
“Amami!”
Amami lasciandomi andare

39c528c7-ff52-48b3-a655-eb8336b18342
Non elogio il tripudio dei sensi o l’elogio della sensuale attrazione né la maniacale ossessione sessista fine a se stessa e materialisticamente arida. Non apprezzo quella schiera di maschi inermi e saturi pieni e orgogliosi della loro tronfia capacità virile di orientare scelte indipendenti Oh mie...
Post
24/12/2016 01:47:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment