IN CHAT SU SKYPE

26 aprile 2009 ore 20:01 segnala
LEO ‘’Le tue parole sono libere, come  altalene...puoi coglierle al volo o semplicemente guardarle dondolare. Ho letto le poesie del tuo blog e mi sono incuriosito avendone lette alcune dedicate ad una ipotetica donna, eppur leggo che sono scritte tutte da te in quanto donna’’

 

MIRA ‘‘sono donna, ma a volte mi scopro uomo innamorato di me stessa’’

 

LEO ‘’sono contento che puoi provare doppia emozione e capire cosa significa essere uomo, questa perfezione ti renderà sensibile fino alla follia’’

 

MIRA ‘’hai centrato, qualcuno ha detto doppia personalità...non lo è...la tua definizione è esatta...doppia emozione. La ricerca di se stessi non si esaurisce soltanto cercando ma anche nel cercarsi, non seppellendo i ricordi... anche quelli brutti fanno parte del nostro vissuto’’

 

LEO ‘’la dolcezza, gentilezza, cortesia non hanno sesso...dovrebbero essere innate nel genere umano ’’

 

MIRA ‘’Sono come la marea, che sale e scende. Sono le mie fasi lunari, sono la luna mancante, crescente, piena, che illumina gli occhi di passione se tu catturi il mio sguardo...Sono il fiume che scorre, trascinando emozioni regalandole al mare...Sono il vento che abbraccia i momenti distratti della mia esistenza e poi, come un ciclone, abbraccia ogni mio dolore

A volte vorrei seguir la mia ombra quando dormo...sapere dove va a rifugiarsi per non essere accecata dalla luce ’’

 

LEO ‘’l'altra faccia della medaglia è ciò che noi portiamo dentro, solo il nostro vissuto interiore...non sempre si può mostrare agli altri. Sai vorrei udir la tua voce per poterla coglierla con le parole’’

 

MIRA ‘’il sapore del dialogo sta nell'intendersi, sia con la voce, che con lo scritto. Se vuoi regalami una nota,  così che io possa suonarla e riposare cibandomi di te.’’

 

LEO ‘’ Vieni tra le braccia mie e sogna della notte fatta di caramelle e zucchero filato, prendi per mano il tuo sogno e volteggia tra mille baci e sussurri. Grida che mi vuoi, grida e coprimi di baci, e fa’ che il mio pianto bagni la bocca tua.’’

 

MIRA ‘’ volte basta non parlarsi per capirsi, senza affaticare le parole, dando un senso al pensiero prima che esso si posi sulle labbra: A volte basta tacere per capire...e come tu  taci le parole, lo sguardo altrui non vede il volto mio''

 

LEO ''ed io ti  guarderò dal basso verso l’alto per creare il tuo altare di piacere; mostrati a me, che tu possa entrare nelle mie notti buie ''

 

MIRA ''anche le mie notti sono buie, ma le illumino di me''

 

LEO ''perdonami, fanciulla, se un semplice uomo ha voluto tanto per una notte e ancora ed ancora chino la testa grato di questo palpito di sogno ''

 

MIRA ''no, tu chiedi tanto e non chiedi nulla, sono io che non do’ altro''

 

LEO ''il mistero  dovrà perseguitarmi dunque per il resto della mia vita? sei un cigno in cerca di sapere. sfrena i tuoi cinque sensi e scrivi principessa, questa notte è ancora giovane per i tuoi pensieri. vedo sempre la tua anima, vorrei vedere l'immagine, non il riflesso''

 

MIRA ''l'immagine è solo il riflesso di se stessi e ciò che tu vedi nel mio riflesso è l'immagine di me. Sono solo il sogno di un'ombra fuggente. Non ho paura di mostrarmi, non ho timore della mia immagine, non è il fascino che dono, per quello basterebbe mettere la mia foto, ma ho solo timore di me stessa e non è mostrandomi che si chetano le mie follie''

 

LEO ''vorrei un giorno trovare una donna che possa essere al tuo pari,delicata e fragile come un cristallo ma che sappia essere anche forte come un abbraccio ''

 

MIRA ''siano dunque i tuoi desideri fonte di ricerca appagata''

 

LEO ''sei nelle tua torre dei pensieri, con il profumo di candele e essenze floreali e le tue mani sanno dove spingere perché hai il dono della licenza poetica''

 

MIRA ''grazie, le tue parole mi sono di conforto, a volte mi sento un quadro incompleto, cerco di metterne insieme i pezzi seguendo un filo logico...a volte il mosaico si delinea ed appare un po’ alla volta il mio essere''

 

LEO ''dipingerò il tuo candore,le tue composizioni fluide, la passione degli abissi, ti riporterò a vivere per noi poveri mortali, farei di te non più ombra ma essenza''

 

MIRA ''ricorda, qualunque sia il colore della tua ombra essa non potrà mai fuggire dalla sua parte esistente, e se essa dovesse per un momento distrarsi, rimanendo sola, non la cercare, ti raggiungerà comunque...devo andare via adesso, non è più tempo di magie, non è più tempo di sognare. Non assurgere a paladino della mia fragilità, mi sto fortificando''

 

LEO ''capisco, adesso non hai più bisogno di me? La mia bella e dolce fanciulla ha tirato fuori le unghia alla vita? Adesso combatti?''

 

MIRA ''che parole sono mai queste? cosa intendi? che forse ho dato la sensazione che mi servissi della tua presenza per un fine recondito?... non darmi risposte che senso non possono avere, tralascia la mia domanda''

 

 

LEO ''come in ogni favola la principessa necessita di servitori, poi loro spariscono dalla scena ma lei rimarrà sempre la bella ed invalicabile principessa''

 

MIRA ''ribadisco, la principessa si sveglia dal torpore e prende cognizione anche delle cose terrene...ho riflettuto prima di scrivere... ma preferisco non dire e tacere''

 

LEO ''Non mi cercherai più, lo sento, il tuo è un addio, ed io rimango sconfitto delle mie stesse battaglie. Ricorda principessa, sarò l'attesa delle tue notti insonni, sei stata per una notte lo sconvolgimento delle mie emozioni, e per questo ti chiedo di cercarmi ancora ed ancora ... 

Buonanotte''

10776940
LEO ‘’Le tue parole sono libere, come  altalene...puoi coglierle al volo o semplicemente guardarle dondolare. Ho letto le poesie del tuo blog e mi sono incuriosito avendone lette alcune dedicate ad una ipotetica donna, eppur leggo che sono scritte tutte da te in quanto donna’’   MIRA...
Post
26/04/2009 20:01:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.