Giochi ogni giorno con la luce dell'universo

26 marzo 2011 ore 18:34 segnala
Giochi ogni giorno con la luce dell'universo.
Sottile visitatrice, giungi nel fiore e nell'acqua.
Sei più di questa bianca testolina che stringo
come un grappolo tra le mie mani ogni giorno.

A nessuno rassomigli da che ti amo.
Lasciami stenderti tra le ghirlande gialle.
chi scrive il tuo nome a lettere di fumo tra le stelle del sud?
Ah lascia che ricordi come eri allora, quando ancora non esistevi.

Improvvisamente il vento ulula e sbatte la mia finestra chiusa.
Il cielo è una rete colma di pesci cupi.
Qui vengono a finire i venti, tutti.
La pioggia si denuda.

Passano fuggendo gli uccelli.
Il vento. Il vento.
Io posso lottare solamente contro la forza degli uomini.
Il temporale solleva in turbine foglie oscure
e scioglie tutte le barche che iersera s'ancorarono al cielo.

Tu sei qui. Ah tu non fuggi.
Tu mi risponderai fino all'ulitmo grido.
Raggomitolati al mio fianco come se avessi paura.
Tuttavia qualche volta corse un'ombra strana nei tuoi occhi.


Ora, anche ora, piccola mi rechi caprifogli,
ed hai persino i seni profumati.
Mentre il vento triste galoppa uccidendo farfalle
io ti amo, e la mia gioia morde la tua bocca di susina.

Quanto ti sarà costato abituarti a me,
alla mia anima sola e selvaggia, al mio nome che tutti allontanano.
Abbiamo visto ardere tante volte l'astro baciandoci gli occhi
e sulle nostre teste ergersi i crepuscoli in ventagli giranti.

Le mie parole piovvero su di te accarezzandoti.
Ho amato da tempo il tuo corpo di madreperla soleggiata.
Ti credo persino padrona dell'universo.
Ti porterò dalle montagne fiori allegri,copihues,
nocciole oscure, e ceste silvestri di baci.
Voglio fare con te
ciò che la primavera fa con i ciliegi.



Neruda
b0dde9b7-db96-4500-818d-13d3299ac5e3
Giochi ogni giorno con la luce dell'universo. Sottile visitatrice, giungi nel fiore e nell'acqua. Sei più di questa bianca testolina che stringo come un grappolo tra le mie mani ogni giorno. A nessuno rassomigli da che ti amo. Lasciami stenderti tra le ghirlande gialle. chi scrive il tuo nome a...
Post
26/03/2011 18:34:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Ritorno in chatta

19 febbraio 2011 ore 15:14 segnala
ma! veramente mi meraviglio quante volte ho smesso di usare qst chat e quante volte sono rientrata,
l'ultimo post risale al 2009, cavolo! il bambino è grande e già va ritto!!!!
Ora sono anche su digiland, ho frequentato quella stanza intensamente per alcuni anni, ora sono capitate delle incomprensioni per cui quando ci sono e c'è un verto gruppetto di persone mi sento veramente fuori posto.
la cosa che mi ha fatto sorprendere di più di quel gruppo e capire che non è un gruppo per me è stata quando
una ragazza mi ha detto che le mamme di carta (cioè di figli adottivi) nn sono mamme!!!
Vorrei ricordare a qst "santa" donna cosa fanno a volte le mamme naturali: sottomettono i figli, li educano
a loro uso e consumo. li prendono come pretesto per avere qualcosa di importante dal marito o dall'uomo
in generale, a volte li abbandonano ( e meno male ci sono i genitori di carta che li adottano), fanno venire loro i sensi di colpa, li riducono a mammoni!!!
senza stare a distinguere e a ribadire chi è la migliore (se la mamma naturale o quella di carta) vorrei concludere dicendo che è una grande responsabilità educare i propri figli, che nn è facile e che io mi prendo ogni responsablità deglie eventuali traumi subiti dopo l'adozione.
io amo mio figlio e NON permetto a nessuno di ridere alle mie spalle e quindi anche alle sue.
ciao lakosachedesideri datti all'ippica
patrizia

11917579
ma! veramente mi meraviglio quante volte ho smesso di usare qst chat e quante volte sono rientrata, l'ultimo post risale al 2009, cavolo! il bambino è grande e già va ritto!!!! Ora sono anche su digiland, ho frequentato quella stanza intensamente per alcuni anni, ora sono capitate delle... (continua)
Post
19/02/2011 15:14:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

pensieri e parole

20 aprile 2009 ore 12:55 segnala
Normal 0 14 Una delle mie più grandi ambizioni quando ero una ragazzina era quella di essere indipendente da tutto e da tutti, di vivere in una grande città, dove svolgevo un lavoro a me soddisfacente, sempre a contatto con persone diverse e anche di paesi culturalmente diversi.

Avrei voluto viaggiare, esplorare posti nuovi, conoscere luoghi, tradizioni, mondi diversi dal nostro

Il viaggiare per me è sempre stato sinonimo di libertà, di abbandono di schemi arrugginiti dalla routine, un muoversi per conoscere, per riscoprirsi, per stare soli con se stessi, poiché spesso avviene che la solitudine riveli ciò che in mezzo agli altri si nasconde.

Ma non una solitudine triste, di chi è solo e soffre del disagio di esserlo, quella solitudine che ti è amica che ti ha accompagnato quando sei venuto al mando e che starà con te quando chiuderai gli occhi per sempre

10757366
Normal 0 14 Una delle mie più grandi ambizioni quando ero una ragazzina era quella di essere indipendente da tutto e da tutti, di vivere in una grande città, dove svolgevo un lavoro a me soddisfacente, sempre a contatto con persone diverse e anche di paesi culturalmente...
Post
20/04/2009 12:55:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

30 motivi per cui un cetriolo è meglio di un uomo

03 luglio 2007 ore 01:26 segnala
1. La lunghezza media è di 25 cm
2. Il cetriolo, se vuoi, lo puoi mangiare
3. Quando lo compri, puoi prima vederlo e toccarlo, prima di decidere se portartelo a casa
4. Puoi prenderti quanti cetrioli vuoi
5. Sai sempre dove il tuo cetriolo è stato prima
6. Non ti sorprenderai mai, se scopri che il tuo cetriolo è sposato, finocchio, sta con te ma si fa tua sorella
7. Non importa quanti anni hai, puoi sempre trovarti un cetriolo fresco
8. Il cetriolo accetta che tu la mattina vuoi essere lasciata in pace
9. Il cetriolo lascia sempre il coperchio del cesso come lo trova
10. Al cetriolo non importa che periodo del mese è
11. Il cetriolo non è mai geloso del ginecologo, del massaggiatore, del parrucchiere
12. Il cetriolo non arriva mai tardi la sera ubriaco con i suoi amici
13. Il cetriolo non russa
13. Il cetriolo non ti lascia mai per un'altra donna, un altro uomo, un altro cetriolo
14. Il cetriolo non ti chiederà mai di mettere biancheria di cuoio e di farti frustare
15. Non ti farà mai una scenata, se ti trova con altri cetrioli
16. Non ti dirà mai che le dimensioni non sono importanti
17. Il cetriolo non dirà mai ai suoi amici che non sei più vergine
18. Il cetriolo non chiederà mai: "Sono il migliore?"
19. Il cetriolo non chiederà mai: "Sono il primo?"
20. E' facile lasciar uscire un cetriolo
21. Il cetriolo te lo puoi portare dietro al cinema
22. I cetrioli rimangono duri per tutta la settimana
23. I cetrioli non ti chiederanno mai di fare dei cetriolini, prima o poi
24. I cetrioli non si mettono mai a parlare di cose che non capiranno mai
25. I cetrioli non sbavano sul tuo cuscino
26. I cetrioli non lasciano un cattivo sapore in bocca, dopo
27. I cetrioli rimangono duri per tutta la notte, e poi non devi dormire nell'umido
28. I cetrioli non lasciano in giro le loro mutande s****he
29. I cetrioli non ascoltano le tue telefonate o prestano la tua macchina agli amici
30. I cetrioli non sono mai troppo agitati

Rieccomi

01 luglio 2007 ore 17:08 segnala

E' quasi un anno che manco da chatta....in questo anno qualcosa è cambiato nella mia vita

mi sono appassionata a un nuovo tipo di danza...la danza egiziana che è tipo la danza del ventre, i movimenti sono gli stessi, ma il costume che viene utilizzato nn mette la pancia scoperta.

così dopo quasi un anno di corso le mie compagne e io abbiamo formato un gruppo che si è esibito in varie località

Ho pubblicato nel mio ultimo album alcune foto che si riferiscono a spettacoli che abbiamo fatto

un grosso :bacio

Il mio tour...cosa NON mi è mancato

23 agosto 2006 ore 19:47 segnala
NN mi è mancata l'allegria, la solarità, lo stare con la gente, il piacere delle piccole cose, lo stare sola con me stessa, lo stare bene con me stessa, lo stare bene con gli altri NN mi sono mancati i tramonti e le albe La bellezza della natura e la sua magia NN mi sono mancati i sorrisi della gente, la voglia di stare insieme, la solidarietà, l'amore in tutti i suoi aspetti NN mi è mancata la quiete che una distesa di mare ti può dare, la serenità di una persona come me che decide di andare in giro da sola NN mi è mancato il coraggio di affrontare le situazioni e gli imprevisti che capitano nel viaggiare NN mi è mancata la voglia di vivere e di sentirmi viva Patrizia

Il mio tour...cosa mi è mancato

23 agosto 2006 ore 19:46 segnala
NN mi è mancato nulla....forse una cosa sì il pane toscano

Il mio tour....cosa ho visitato

23 agosto 2006 ore 19:45 segnala
Ieri sono tornata dal mio tour estivo.....è stata un'esperienza veramente interessante anche se credo che la prossima volta andrò in auto perchè sono stata troppo legata agli orari dei mezzi pubblici La mia prima tappa è stata Napoli...francamente nn mi è piaciuta, troppo caotica, troppo rumore, troppo traffico,per me si salva solo piazza del Plebiscito ( di ciò che hop visto ovvio), Prima dell'elezione a sindaco di Bassolino la piazza accoglieva un parcheggio ora è sgombra....Bassolino è di sinistra era ovvio Margellina che pensavo fosse qualcosa di romantico rimane troppo rumorosa e il traffico nn ti fa godere del paesaggio marino del golfo di napoli...ho preferito di gran lunga Pozzuoli e Sorrento così piccole...suggestive...indimenticabili A Napoli ho scoperto le vie dei presepi, gli artigiani sono molto abili e mettono nei loro presepi anche personalità del momento o personaggi famosi Ho saputo tutto di san Gennaro, bè qst piccolo santo mi sta simpatico, è fragile, minuto, così bambino, è tenero Tutti conosciamo la venerazione che i napoletani hanno per san gennaro al punto che lo hanno fatto patrono rubandolo a una città vicina...chissà se lui ne è stato contento Poi è stata la volta di Pizzo calabro sul golfo di Eufemia.......mare splendido Lì ho visitato la chiesetta della Madonna di Fuorigrotta interamente costruita nel tufo Narra la leggenda che nel 1700 un bastimento si trovava presso quel mare e c'era una furiosa tempesta a bordo c'era l'immagine di una Madonna, l'equipaggio temeva per la propria vita e si misero a pregare affinchè la nave nn finisse contro gli scogli e così accadde che la nave scivolò dolcemente sulla spiaggia lasciando l'equipaggio incolume, nel posto dove il bastimento si fermò venne costruita una cappella per la Madonna, cappella che poi è stata ingrandita così come si vede attualmente Era tanto bello il mare quando sono andata a vedere la chiesetta ma io nn avevo con me il costume così, fidando sul fatto che spesso vengo presa per una nordica ho fatto il bagno vestita bè dirò che è stato piacevolissimo....la veste che si attaccava al corpo e poi come una medusa si allontanava e svolazzava anzi ondeggiava...mi sentivo una sirena e magari qualcuno mi ha preso proprio per una sirena bionda Il ritorno al mio appartamento perchè a pizzo avevo un appartamento tutto per me è stato molto fresco eheheheh Il viaggio da Monasterace Stilo a Lecce è stato un vero tour de force, fra litigate e telefonate a Trenitalia sono riuscita a arrivare a lecce all'ora stabilita, ho avuto grinta ;-) Lecce è una città barocca è bella sì ma uffa! con tutto quel barocco dopo un po' ti viene la nausea Loro hanno una pietra particolare che si lavora bene e un avè paura che c'hanno pensato loro a lavoralla!!! Tutti quei fronzoli, ghirigori, foglie e chi più ne ha ne metta A Lecce ci sono tanti negozi di cartapesta, le mani dei leccesi sono proprio magiche e riescono a fare oggetti veramente di prim'ordine Ho visitato anche Gallipoli e Otranto A Castellana Grotte nn ho visitato nulla era troppo caldo tanto le grotte se sono rimaste in piedi fino a ora lo rimarranno anche dopo e le vedrò un'altra volta :-)

Il mio tour...le persone che ho incontrato

23 agosto 2006 ore 19:44 segnala
Ho incontrato persone stupende di cui serberò sempre un ricordo vivace e chiaro Il Bad&Breakfast che mi ospitava a Napoli si chiamava Vittoria, Daniela, il gestore è una persona veramente squisita, mi ha fornito percorsi, mappe, cartine, consigli e alla fine del soggiorno mi ha donato un cornetto portafortuna con pulcinella sopra e una stampa con una donna che suona il mandolino A Pizzo c'era Franco il gestore di Casa Armonia che sembrava un lupo d mare invece come lavoro faceva il macellaio, un uomo simpaticissimo che mi ha accolto nella sua struttura con la spiccata benevolenza dei calabresi.... Altro giro altra corsaaaaaaaaaaaa Monasterace Stilo, lì la struttura era un po' lontana dalla spiaggia ma c'era Vincenzo il gestore del Bad6Breakfast che pensava ai miei spostamenti e Loredana sua moglie che preparava anche per me gustose cene a base di prodotti tipici calabresi Ci siamo fatti tante risate e c'erano anche dei romani, eravamo una grande famiglia che scherzava, ballava fino a notte fonda nel cortile del casolare immerso in una verdeggiante campagna calabrese Io ero la principessa nelle nostre serate e Loredana era Milady. A Lecce ho portato il sole e il sorriso nella vita di qualcuno forse mi sbaglio ma l'intuizione è stata qst La bella ragazza che gestiva il B&B, Palazzo Sambiasi, in pieno centro, era alta mora molto ma veramente molto bella, premurosa quanto bella L'addio a Lecce è stato un po' melanonico lasciare Giorgia e gli altri che così affettuosamente avevano allietato le mie serate era triste, ma la vita è fatta anche di addii e a volte anche di ritorni o di arrivi A Castellana Grotte la residenza era molto "in" una grande villa Casa Mastronardi con tutti i conforts, nn che le altre nn li avessero ma qst si distingueva per l'accuratezza e la ricercatezza dei particolari Tonia la proprietaria all'inizio stava un po' sulle sue poi una sera mi ha invitata a salire da lei c'era la figlia e altri amici, una toscana sa sempre farsi benvolere o meglio dire Patrizia sa farsi amare così come sa farsi odiare così ho assaggiato i fichi d'india sbucciati perchè bucano sa? eccome bucano!!!!! E poi tutte le altre persone con cui ho parlato anche una mezza parola, una frase, un sorriso, una stretta di mano, un gesto fortuito e gentile Ringrazio tutte qst persone che mi hanno insegnato tante cose e a tutte loro mando un grande bacio e un abbraccio giooso

quando sarò capace di amare

03 ottobre 2005 ore 23:41 segnala
Quando sarò capace d’amare probabilmente non avrò bisogno di assassinare in segreto mio padre né di fare l’amore con mia madre in sogno. Quando sarò capace di amare con l mia donna non avrò nemmeno la prepotenza e la fragilità di un uomo bambino. Quando sarò capace d’amare vorrò una donna che ci sia davvero che non affolli la mia esistenza ma che non stia lontana neanche con il pensiero. Vorrò una donna che se io accarezzo una poltrona, un libro o una rosa lei avrebbe voglia di essere solo quella cosa. Quando sarò capace d’amare vorrò una donna che non cambi mai ma dalle grandi alle piccole cose tutto avrà un senso perché esiste lei. Potrò guardare dentro al suo cuore e avvicinarmi al suo mistero non come quando io ragiono ma come quando respiro. Quando sarò capace d’amare farò l’amore come mi viene senza la smania di dimostrare senza chiedere mai se siamo stati bene. E nel silenzio delle notti con gli occhi stanchi e l’animo gioioso percepire che anche il sonno è vita e non riposo. Quando sarò capace d’amare mi piacerebbe un amore che non avesse alcun appuntamento col dovere un amore senza sensi di colpa senza alcun rimorso egoista e naturale come un fiume che fa il suo corso. Senza cattive o buone azioni senza altre deviazioni che se anche il fiume le potesse avere andrebbe sempre al mare. Così vorrei amare. (Giorgio Gaber)