Questo si chiama:RISPETTO.QUELLO CHE TE NON HAI MAI AVUTO tu

11 aprile 2012 ore 19:33 segnala
A voi suoi genitori..

C'ho pensato bene prima di imbucare questa lettera...e spero vivamente vi arrivi.
Parlo breve,come ho sempre fatto anche lì a tavola con voi,perché avete avuto modo di conoscermi per quella che sono realmente: semplice e diretta! Non mi sono mai mascherata per piacere a qualcuno e riconosco così di non poter piacere a tutti..ma questa è una cosa alquanto normale.
Non ho idea di quel che sappiate o meno riguardo la rottura tra me e Daniel; permettetemi però di lasciarvi con un pensiero che ho dentro: così come sono entrata nella vostra famiglia,nella vostra casa e nella vostra vita con rispetto e dignità,mi vedo costretta ad uscirne,ma con altrattanto uguali valori.
Io sono questa.Sono una ragazza di soli vent'anni,è vero!ma quel che ho fatto e dato a vostro figlio,in ogni singola cosa,in ogni comportamento e dimostrazione l'ho fatto e dato perché lo sentivo davvero,perché mi veniva dal cuore.
Ho fatto tutto quel che era in mio potere per poterlo vedere sempre,sorridere.
Questa lettera è un'ulteriore occasione che mi sono voluta creare per potervi ringraziare da persona matura e seria,quale sono,per avermi accolta fin da principio calorosamente, e soprattutto per avvermi sempre rispettata; cosa che purtroppo non potrò altrettanto ricordare di vostro figlio.
Per me e per la mia famiglia il rispetto è un valore troppo importante e sono certa voi lo condividiate appieno.
Credo,per altro che come genitori,voi l'abbiate insegnato tanto a Cristian,quanto a Daniel...ma quest'ultimo non ha saputo recepirlo e farne un valore di vita,purtroppo.
Io sono del parere che, quando due persone decidono di condividere le cose essenziali della loro vita ci debbano entrare con il massimo rispetto,e qualora dovessero andare male le cose,non dimenticarsi mai di uscirne sì,ma sempre con quel rispetto,forse pure più grande di quel che era in partenza,perché si ha preso parte a qualcosa che non era nostro,ma lo è diventato per un tot di tempo,poco o tanto che sia,non ha valenza. Questo è mancato completamente,sommato a tutto il resto.
La mia famiglia ed io,l'abbiamo sempre trattato come uno di noi,specie papà,perché s'è accorto di com'ero felice...ma,ha scelto di ripagarci nel modo più brutto che potesse scegliere.
Quand'è stato il momento,dopo giorni di pianti inutili,mi sono vergognata io per lui,nel dover provare a dare loro una spiegazione accettabile,plausibile al suo comportamento,e non lo nego..di doverla dare anche a me stessa,visto il suo silenzio e la sua miserabile indifferenza.
Non ci sono ancora riuscita,ma questo non c'entra con voi,in quanto lui: adulto e vaccinato, responsabile dunque di quel che fa.
Ci tenevo solo a farvi sapere che non ho mai avuto nulla contro di voi,anzi,nonostante l'accaduto con vostro figlio,mi piacerebbe potervi salutare fuori,qualora ci dovessimo rincontrare e magari scambiare due chiacchiere assieme da persone civili che si sono conosciute con sincerità e rispetto.
Mi sono sempre trovata bene in quella casa,sia con voi che con i vostri parenti,alcuni dei quali continuo a sentire.
Vi ringrazio ancora di tutto e vi faccio i miei più sentiti auguri di Buona Pasqua...realizzando di non poter più essere lì, a farveli di persona..come avrei voluto.

Di cuore,

Silvia.
992482ce-4ca3-4a2a-9a32-372acc768e02
A voi suoi genitori.. C'ho pensato bene prima di imbucare questa lettera...e spero vivamente vi arrivi. Parlo breve,come ho sempre fatto anche lì a tavola con voi,perché avete avuto modo di conoscermi per quella che sono realmente: semplice e diretta! Non mi sono mai mascherata per piacere a...
Post
11/04/2012 19:33:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Andrea.ve11 12 maggio 2012 ore 20:08
    Hai fatto quello che ti diceva il cuore. Ti ho risposto anche nell'altra pagina del tuo blog.
    Comunque sono sicuro i suoi genitori abbiano capito la persona che sei e ti Amano ancora. Non ti scriveranno o si faranno vivi perchè così facendolo sanno che ti faranno del male, aprendo una ferita ad entrambi (e a loro sono sicuro dispiaccia averti persa).
    Te sai, ogni loro "Anche noi ti vogliamo bene", ti strapperà una lacrima perchè li vorresti ancora accanto. Insieme a lui!
    ...La stessa cosa che ho passato e sto passando io.

    Ti mando un abbraccio, continuerò a leggere i tratti della tua vita nel tuo blog.
  2. DonnaSilvia 18 maggio 2012 ore 16:10
    ed io continuerò ad apprezzare molto queste tue parole. Grazie..

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.