Una vita...

15 febbraio 2017 ore 16:48 segnala


Nel corso della vita, almeno quella vissuta fino ad ora, ho avuto la fortuna di incontrare tante persone, ognuna delle quali ha sicuramente lasciato qualcosa.
Ho imparato molto, vissuto molto, sbagliato molto:
ho visto cosa significa l’amore tra un uomo e una donna osservando i miei genitori;
ho capito cosa significa essere manipolati, usati e devastati, incontrando la donna sbagliata ad un’età in cui dovresti considerare “sesso” un bacio alla francese;
ho vissuto il senso di colpa, tipico della vittima, che ho risolto solo dopo molti anni, grazie all’aiuto di una professionista della mente;
mi sono innamorato, sposato e ho vissuto anni felici, almeno apparentemente, insieme a lei e alle nostre due figlie;
ho conosciuto l’errore e l’umiliazione del tradimento, il mio tradimento verso di lei, dopo anni di assoluta e spontanea fedeltà;
ho messo in discussione un intero progetto di vita, arrivando alla decisione di fermarlo prima che facesse danni peggiori di quelli che già aveva fatto;
ho vissuto e amato la solitudine, come opportunità per ricostruire ciò che io stesso avevo distrutto: me stesso;
ho ritrovato le cose che avevo abbandonato e, in loro, ho ritrovato un pezzo di me, sepolto da tanto tempo;
ho riscoperto la gioia di ridere affrontando le cose con la giusta leggerezza, senza mai dimenticare che sono comunque una persona seria, nelle cose che la serietà la richiedono;
ho capito che potevo rimettere in gioco me stesso nel gioco eterno dell’amore;
ho tentato e sbagliato persona, ma per la prima volta ho saputo dire basta quando era necessario farlo e non quando era troppo tardi;
ho capito cosa volevo o, forse, cosa non volevo più;
ho incontrato una persona attraverso canali verso i quali non nutrivo nessuna fiducia, ma ai quali ho concesso il beneficio del dubbio;
abbiamo fatto un percorso pulito, gentile, profondo: un lento avvicinamento reciproco, quasi timido, forse impaurito, di certo onesto;
ho imparato di nuovo l’amore, ma questa volta l’amore che rende liberi…liberi di essere se stessi;
ho imparato la complicità, il gioco, il poter ridere di lei e di me stesso;
ho rivalutato il valore della parola INSIEME, o meglio NOI, che trasforma tutto quello che fai in qualcosa di profondamente intimo, intimamente profondo: un’alchimia che rende oro anche quello che comunemente viene considerato di scarso valore o addirittura contro ogni tipo di valore;
ho imparato che restare fermi serve solo a riprendere fiato per poter ripartire;
sono riuscito a non avere paura di mettermi in gioco, costi quel che costi;
ho capito un po’ meglio cosa vuol dire stare a questo mondo;
ho realizzato che la maggior parte delle cose che mi capitano, dipendono da me, ne bene e nel male;
ho imparato ad accettare le conseguenze delle mie scelte;
ho imparato a perdonarmi, forse la cosa più difficile di tutte.
E vorrei dire a tutti che ne vale la pena,
vorrei dire che è possibile,
vorrei dire che succede e, quando lo fa, è come un miracolo: rende increduli, quasi stupefatti.
Ma quello che mi è successo, quello che mi succede, quello che mi succederà, è mio, solo mio.
Come per tutti è solo vita……è la mia vita.

Che posso dire: sono un uomo fortunato...
6667b110-8c00-4cc5-ae60-4a72bab9aed0
« immagine » Nel corso della vita, almeno quella vissuta fino ad ora, ho avuto la fortuna di incontrare tante persone, ognuna delle quali ha sicuramente lasciato qualcosa. Ho imparato molto, vissuto molto, sbagliato molto: ho visto cosa significa l’amore tra un uomo e una donna osservando i miei ...
Post
15/02/2017 16:48:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.