Io credo che lassù...

02 aprile 2015 ore 16:20 segnala
Durante il corso della nostra vita ci sono cose, fatti, circostanze, emozioni, persone che cerchi costantemente e altre che, sono loro a cercare te. Quelle che cerchi, non sempre la vita te le fa trovare quando decidi tu. Ed è inutile che ti dimeni, ti arrabbi, lavori e ti affanni per averle. Significa, semplicemente che, quello non era il momento, anzi non insistere nel volerle cercare per forza. Puoi essere sicuro che se ti ostini, nella ricerca, esse diverranno il più grosso errore della tua vita. Mai sfidare il destino scritto nell'eternità. La sfida di un destino inciso nella storia di te è un’arma che non conosci, non sai, non puoi, non devi maneggiare. E quando non conosci bene un’arma, finisce sempre per scoppiarti fra le mani. Quindi, fatti un favore: attendi! Quando non ci pensi più, quando ti sembra che non ti siano più necessarie ecco che la vita te le pone davanti. Ed in quel preciso momento avrai la certezze che quella cosa, quella circostanza, quella emozione, quella persona è il massimo della tua esistenza e la tua vita vestirà colori che mai avresti pensato potessero esistere, manifestarsi e realizzarsi in quelle intensità.

Altre cose, fatti, circostanze, emozioni, persone saranno loro a cercare te e queste potranno rivelarsi buone come rivelarsi cattive. Tu non hai scelto né quelle buone né quelle cattive e, forse neanche ci pensavi, e nemmeno le volevi, ma arrivano e dopo, credimi, non sei più uguale, la tua vita cambia. Tu sarai un altro! Se ciò che ti arriva ha valenza negativa le soluzioni sono due: o fuggi via cercando di lasciartele alle spalle, se ti è concesso farlo o ti fermi e le affronti. Qualsiasi soluzione tu scelga, ciò che ti ha trovato, stanne certo, ti ha già cambiato la vita sull’asse dell’eterno e tu hai solo la possibilità di scegliere se in bene o se in male.

In altre, rarisssime occasioni, ci sono cose, fatti, circostanze, emozioni, persone che come appena ti sfiorano avverti un profumo insolito, sconosciuto ma, stranamente familiare,un profumo che aspettavi, un profumo del quale non ti capaciti come avessi fatto a rimanerne senza fino a quel momento, un profumo che, la vita te la stravolge e tu sai che non vuoi che quello. E da quel momento tutto cambia, tutto assume nuova luce, nuovi colori. Tutto diventa emozione allo stato puro. Ti fermi un attimo, chiudi gli occhi, rallenti il respiro…e arriva la risposta: non devi più cercare . Sai solamente che fino a quel momento avevi vissuto solo una vita a metà Il tuo posto era stato sempre questo, la tua casa non potrebbe essere altrove ed il tuo destino sarà quello di….farne parte per sempre ed oltre i giorni a te concessi!



Qualcuno aveva scritto già....l'amore mio per te...
dadfa32b-4f35-4de0-a91e-92b442359462
Durante il corso della nostra vita ci sono cose, fatti, circostanze, emozioni, persone che cerchi costantemente e altre che, sono loro a cercare te. Quelle che cerchi, non sempre la vita te le fa trovare quando decidi tu. Ed è inutile che ti dimeni, ti arrabbi, lavori e ti affanni per averle....
Post
02/04/2015 16:20:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12

Commenti

  1. crenabog 02 aprile 2015 ore 21:51
    Premetto che sto col cellulare perché il pc è vecchio come me e come me non funziona più come dovrebbe quindi scusa la stringatezza dato che il lungo post meriterebbe ben altra disamina. E aggiungerei che credo di vedere tra le righe il senso del tutto e anche il destinatario. Quindi so che chiunque leggesse ci entrerebbe si ma di striscio. Mi associo ai concetti esposti e non mi dilungo sulle mie esperienze se no vien fuori un libro. Io le cose le subisco, le ingoio, le affronto e ne faccio tesori preziosi se posso o le massacro se serve. Ma a conti fatti qui ci sono arrivato, sono ancora vivo e parecchio duro a morire, con i miei rimpianti, i miei conti sempre in rosso e le rare felicità. Che formano i migliori ricordi. Spero che le tue parole e un poco anche le mie servano di esempio per tutti. Abbracci e tanta buona fortuna per tutto quello che hai davanti.
  2. blu.cat71 02 aprile 2015 ore 22:12
    Inutile dannarsi, inutile cercare, inutile pensare! Tutto accade perché è già scritto, perché doveva o deve accadere! Questo è anche il bello della nostra vita, l'incognita del domani nel bene e nel male! Se avessi la sfera di cristallo sarebbe già frantumata, preferisco il rischio del non sapere il futuro che la certezza di ciò che sarà! ;-)
  3. Cicala.SRsiciliana 03 aprile 2015 ore 00:26
    Non si può combattere il destino, Qualcuno al di sopra di noi, ha scritto nel grande libro della nostra vita, ciò che sarà di noi. Le persone che incontreremo, i fatti che ci accadranno, le situazioni a cui andremo incontro. Sarebbe troppo bello avere in mano il timone del fato e pilotarlo a nostro piacimento ma la vita perderebbe il suo sapore, tutto diventerebbe troppo facile da conquistare. E poiché nulla avviene per caso, lasciamo che il destino faccia la sua strada senza ostacolarlo.

    In altre circostanze siamo noi gli artefici del nostro destino, abbiamo la possibilità di scegliere se stare con una persona o un’altra, di rifiutare una persona poco sincera, decidere se fare un viaggio o meno e la meta dove andare.

    E poi ci sono quegli incontri straordinari, che abbiamo desiderato da sempre ma che non sono mai arrivati, che sono vissuti solo nella sfera dei sogni, dei desideri, in quella emozionale. E quando la dea fortuna ci fa incontrare queste meravigliose creature, accogliamole con grande, immensa gioia; abbracciamole forte, non facciamole scappare. Buonanotte Marco, Rita :fiore

  4. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 01:05
    Ehi voi 3...avete ragione che mi cala la palpebra...altrimenti vi avrei fatti "neri". Siete stupendi come sempre...io davvero non ho parole...e credetemi succede davvero raramente. A presto dunque... Grazie, grazie, grazie :rosa :rosa :rosa
  5. julia.pink 03 aprile 2015 ore 09:32
    Gli incontri della nostra vita sono a volte scontri, violenti, improvvisi... Arrivano dal nulla, quando meno ce se lo aspettiamo e ci spiazzano, lasciandoci a volte incapaci di reagire. Altre volte invece sono dolci,intensi, non hanno bisogno di conferme di clessidre e condizioni.... Possono essere attesi o improvvisi, temuti o cercati, ma quando arrivano li si riconosce. Può essere una persona più grande, che aiuta ad indicare una strada, un amico fidato che si rivela in grado di capirci, un amore importante, che dialoga con la parte più profonda di noi stessi....ma qualsiasi incontro sia, avrà lasciato un segno indelebile in noi....

    Ti copio questo scritto di Paulo Coelho che personalmente trovo bellissimo....
    Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime prim'ancora che i corpi si vedano. Generalmente, essi avvengono quando arriviamo a un limite, quando abbiamo bisogno di morire e rinascere emotivamente. Gli incontri ci aspettano, ma la maggior parte delle volte evitiamo che si verifichino. Se siamo disperati, invece, se non abbiamo più nulla da perdere oppure siamo entusiasti della vita, allora l'ignoto si manifesta e il nostro universo cambia rotta.


    Bellissimo questo post :rosa
  6. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 10:37
    @crenabog - Lo sai che quelli "più intelligenti" venivano mandati davanti alla Santa Inquisizione, fino a qualche annetto fa? Ahahaha... Da lì il famoso detto (tipicamente partenopeo) fà o' scem pe nun murì? (Fai il finto tonto per non morire). Eppure di questi personaggi che adottato sta tecnica, oggi, ne abbiamo tanti esempi. C'è addirittura chi si finge pazzo, cecato, tisico, paralitico, sfigato, "lacrimoso o piangiere" (questi ultimi da noi a Napoli di "fittano" per i funerali più importanti e il loro compito è di piangere... piangere... piangere a comando e sono pagati circa 40 euro ad ora. Pensa te se io e te imparassimo a farlo, avremmmo risolto tutti i nostri problemi). Dovremmo imparare da loro, noi due, sai? Ed invece moriremo nella nostra intelligenza (Sai quante risate quando nel passare la gente dirà: "lo vedi quello era uno str.... di intelligente e lo ha preso tutta la vita nel..."). Quindi mio caro amico, riguardiamo le nostre posizioni. essere intelligenti, intuitivi, corretti, leali, coerenti, franchi, aperti....non paga! Oggi paga fingersi scemo. Non ti dico poi se lo sei veramente. Prendi 3 pensioni. Immaginiamo...Possiamo! Ahahahahahahahahahaha....
    Che dirti, come sempre hai visto giusto. Sono felice di questi nuovi giorni e credo che il mio compito e la mia volontà, dopo tanta vita spesa male, sia di dare e ricevere serenità. Uno dei modi...è quello del post e spero davvero che le mie parole possano essere d'aiuto a tanta gente perbene e cara a Dio (anche se poi sembra dimenticarsene) che hanno solo il difetto di credere troppo...nell'umanità.
    Ah dimenticavo...la tua correttezza, la tua educazione e la tua riservatezza fanno si che tu puoi entrare dappertutto. A presto amico mio e facciamolo quel corso avanzato per "scemi" master...Ci conviene! Ahahahaha...
  7. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 10:48
    @blu.cat71 - Tu riesci sempre a "totalizzare" piacevolmente la mia attenzione sulle tue parole. Un motivo c'è e te lo scrivo subito. Scrivi parole sentite, confortanti, accorate, spontaneee, immortali, s-e-m-p-l-i-c-i; quelle che arrivano dritte al cuore della gente che le legge. Non fai tanti giri inutili come forse faccio io. Il tuo metro è la semplicità e Tacito affermava: semplicità è genialità. Grazie gattinablu. :rosa
  8. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 10:57
    @Cicala.SRsiciliana - Come sempre la signora più dolce della rete affronta con decisione e oculatezza ogni argomento che prende o rapisce la sua attenzione. E quando lo fa, lo fa in modo magistrale, in modo inquivocabile, in modo ..perfetto! A ciò che scrive questa grande donna non si può aggiungere nulla, non si deve aggiungere nulla. Perchè lei ha già detto, veramente tutto ed in modo perfetto. Per esempio...cosa volete aggiungere ad una frase così: "E poi ci sono quegli incontri straordinari, che abbiamo desiderato da sempre ma che non sono mai arrivati, che sono vissuti solo nella sfera dei sogni, dei desideri..."
    Questa signora, dea della rete....avrà un grande avvenire dietro le spalle!
    grande donna, Rita. Grazie di essere qui, sempre...immnacabilmente. Grazie davvero. :rosa
  9. crenabog 03 aprile 2015 ore 11:00
    ahah vecchio mio, che spasso a veder ricordate le "prefiche" che andavano seguendo i cortei funebri a comando, degne eredi delle lamentatrici greche, anch'esse con lo stesso compito. mah, perchè no, potrebbe essere un mestiere, d'altro canto vedo che spopolano i tronisti - gente che vive col culo a sedere - (oddìo, avrei potuto scrivere col sedere a sedere ma era troppo raffinata, quasi per gourmet) e ora anche i codisti, novità assoluta per Roma, gente che si mette in coda a dieci euro l'ora per gli altri, tipo arrivare a prendere i nuovi smartphone o i biglietti di un concerto o gli autografi di una star. poi, come si possa controllare quante ore ci son stati, per me è un mistero. quindi ben venga, la tasca del vestito nero piena di cipolle, e via a macinare. in quanto a fingersi, come scordare l'immortale chiusa della poesia del Gozzano:
    "..un uomo buono. Quello che fingo d'essere, e non sono." praticamente io, che sono il dottor Jeckill al contrario. o Lupo de' Lupis, il lupo tanto buonino, ma Cappuccetto Rosso farebbe bene a non trovarmi nel letto. ahah. ho troppi arretrati da riscuotere... ti ringrazio per il sempre gentile apprezzamente, sin troppo scontato e non dovuto tra noi due che siamo l'esempio di quanto dici quando parli di persone simili che si incontrano per i casi del destino. o perchè la fortuna ogni tanto si ricorda di noi e ci permette di godere un amicizia - virtuale purtroppo - seria, intelligente e di valore. cosa rara e preziosa di questi tempi. tu pensa a goderti quel che riesci a costruire , e ringraziamo Dio di quel che abbiamo. Un abbraccio, come al solito il pc va più lento di un mulo. se mi riesce scrivo un post e mi butto a letto. a risentirci.
  10. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 11:32
    @julia.pink - e come avete potuto constatare per rispondere a questa..."entità" ci ho messo un pò di tempo. Giulia va "assimiliata", "razionalizzata col cuore" "letta con l'anima". Eh sì. Questa non è una donna questa è....AEnemos. Quando scrive qualcosa, quando esprime un concetto ed io mi accongo a leggerlo mi salta spesso un respiro. (Quando salta un respiro nel ciclo vitale è l'anima che sta assimilando). Giula....che dirti? Tutto ciò che io adesso scriverei qui sarebbe inutile. Perchè, semplicemente tu hai già scritto per tutti noi. Tutti coloro aspettano che qualcosa, qualcuno gli venga incontro e lo culli nello spazio di un sorriso per tutta la vita. E immagino se la gente che popola questo pianeta fosse tutta come te e come altre persone a me vicine ed altre che conosco. Immagino che tutte le brutture di cui è insozzata la vita non esisterebbero più e il mondo sarebbe un tantino meno tondo ed un pò più...quadrato.
    Grazie AEnemos. Un sorriso... :-) un bacio... :bacio un fiore... :rosa
  11. mondograce 03 aprile 2015 ore 11:38

    Parto dalla canzone che la preferisco cantata dal suo cantante originale ( ho sempre adorato Massimo Ranieri che canto questa canzone proprio per i suoi 20 anni io ne avevo 10 di meno e lo ricordo a canzonissima).
    Detto questo devo dire che proprio ieri mattina leggevo un articolo che riguardava gli incontri karmici e destinici ( poi se vuoi ti passo o posto qua il link) che tratta praticamente lo stesso tema che tratti nel tuo post.
    Per chi crede nella reincarnazione e nell'anima comprende bene che siamo tutti collegati da un sottile filo e che ogni persona che incontri ha qualcosa da darti e tu hai qualcosa da dare a lei, capitano sempre nel momento giusto solo che a volte non se ne capisce il giusto meccanismo. Giusto non cercare perchè le cose e le persone si affacciano nella tua vita con la loro "logica" dettata da qualcosa più grande di noi che a volte fatichiamo non poco a comprendere. Vero che ogni persona ti cambia un po' perchè ad ogni persona lasci un pezzo di te e ogni persona ti lascia un pezzo di sè. In una cosa dissento, almeno per quanto mi riguarda, non sono le emozioni o le persone o le situazioni che si rivelano negative, siamo sempre noi a dare loro questa valenza, a volte perchè ci aspettiamo cose che non accadono, a volte perchè nell'altro vediamo nostri difetti e lati ombra che non vogliamo vedere (gli altri spesso ci fanno da specchio e ci aiutano sempre a guardare più in profondità in noi stessi e a volte questo proprio non ci va di farlo), sembra paradossale, ma ho imparato che anche quando una persona pensi che ti faccia soffrire in realtà ti sta comunque dando la possibilità di lavorare su te stesso e di cambiare, di crescere, di imparare ad accettare gli altri per quello che sono e non per quello che vorresti che fossero, che chiunque è fatto di difetti e di virtù e non necessariamente tutti hanno lo stesso criterio nello stabilire difetti e pregi, che comunque nulla al mondo è mai tutto negativo o tutto positivo, che l'uno esiste in funzione dell'altro (non ricordo quale filosofo greco affermava le stesse cose) e impari a non farti prendere dalla rabbia e dal rancore se le cose non vanno come vuoi tu, che hai comunque e sempre qualcosa per cui dire grazie anche a chi ti ha fatto soffrire, e cresci, cresci sempre e benedici e ringrazi qualunque cosa ti capiti e qualunque persona incontri nel tuo viaggio chiamato vita :)
  12. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 11:39
    @crenabog - Come faccio a risponderti? Sei uno dei pochi che è capace di togliermi la parola. Una sola cosa però la voglio dire e apertamente davanti a tutti. Ringrazio il destino, la sorte, Iddio di avermi dato la possibilità di conoscerti e di godere della tua amicizia. Tutto il resto è....accademia!
    Ciao Marco....alla prossima.
  13. crenabog 03 aprile 2015 ore 11:58
    grazie a te, carissimo. ora me ne vado a letto, conscio di aver pubblicato or ora qualcosa per la quale le probabilità di essere lapidato sono altissime. un caro abbraccio per tutto quel che sei, rara avis. Dio ti conservi. a presto.
  14. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 12:24
    @mondograce - Insomma io non ne becco una..."semplice" Per favore c'è qualche "tronista" da queste parti? E che.... Ahahahaha.... Siete tutte grandi...grandi come il massimo un uomo possa aspettarsi da una donna. E poi dicono che siete tutte vuote e gallinelle. Ma chi hanno conosciuto? Bhò!
    Crdedi che potrei rispondere ad un post come quello che hai scritto tu mentre sono alle prese con i "signori della vita e della morte" dei reparti di cardiologia e di EGC, a cui manca sempre qualcosa, con circa 200 persone, prenotate, che aspettano, il venerdì Santo, alle 12:19? (Sì hai letto bene: il tuo post. Perchè tu non scrivi commenti. Tu scrivi un post nel post e, come tale i tuoi scritti vanno razionalizzati e assimilati.) Mi avvalgo della facoltà di non rispondere perchè tutto ciò che potrebbe uscire dalla mia bocca potrebbe essere usato contro di me. Ahahaha....Ciao Grace. Grazie della tua presenza sempre cortese, gentile, confortante, pacata, sobria, elegante mai invadente e sempre molto gradita. Ma non ti fidar tanto di queste belle parole...ti farò "nera". Ahahahaha.... A presto. :rosa
  15. Dr.Pentothal 03 aprile 2015 ore 12:25
    @crenabog - Buon riposo ... guerriero.
  16. Cicala.SRsiciliana 03 aprile 2015 ore 13:18


    Buona giornata, Rita :fiore
  17. mondograce 03 aprile 2015 ore 14:51
    @Dr.Pentothal E' colpa tua se fai post che non sono "semplici" prova a fare un post da tronisti e risponderanno le troniste :)
    In natura esiste una legge che il simile attrae il suo simile per cui evidentemente i galli hanno conosciuto le gallinelle, Dante conobbe Beatrice ;)
    E' la seconda volte che ti avvali della facoltà di non rispondere spero che non arrivi il punto in cui risponderai solo in presenza del tuo avvocato ;)
    Nell'attesa del tuo "farmi nera" un saluto :)
  18. blu.cat71 03 aprile 2015 ore 22:45
    @DR PENTOTHAL Non servono parole "arzigogolate", "astruse" o "pompose" se si vuole comunicare; lo sguardo, i sorrisi o i gesti non sono sempre molto semplici? ;-)
  19. Dr.Pentothal 04 aprile 2015 ore 16:18
    @blu.cat71 - tu si che te ne intendi. Cone hai ragione...Come son difficili...le cose semplici. Grazie Blu. :rosa
  20. dormosondesta 07 aprile 2015 ore 14:23
    il mio pensiero.....

    qualcuno ha detto e ci ha fatto credere che noi siamo gli artefici del nostro destino..
    e che l'uomo che riesce a modificare la realta' che lo circonda e' un uomo intelligente , mi domando adesso dove sta la verita'?
    per i sentimenti posso darti ragione ..L'AMORE CAPITA...ma se noi aspettiamo che il fato sia benevolo e ci mandi una grazia dal cielo allora stiamo freschi ...
    i soldi vanno da chi ce li ha ..e cosi' anche la fortuna ,non e' un discorso di forzare il destino , ma e' un discorso di sopravvivenza ...
  21. Dr.Pentothal 07 aprile 2015 ore 15:20
    @dormosondesta - La verità è sempre al centro, come dicevano gli antichi. Più che altro sono le esasperazioni delle due opinioni a non avere una valenza assoluta. Credo che ogni esagerazione, ogni esasperazione sia madre di malcontenti insormontabili, mentre chi sa dosare le forze di attesa e di iniziativa può trarre solo "benessere" da quella accorta mediazione. Grazie delle tue parole validissime. :rosa
  22. bialy 18 gennaio 2016 ore 17:58
    Tutto questo lo chiamo "annusare la vita". Raramente ho opposto resistenza agli eventi, ci sono stati amori che avrei dovuto evitare, il buon senso, la morale mi dicevano di fermarmi ma una forza incontrollabile mi faceva precipitare inesorabilmente, mi sentivo cadere nella bellezza nel pulsare stesso della vita e come un elastico sentivo il tempo dilatarsi all'infinito assaggiando giorni di autentica felicità. Ed ho imparato che nel nostro umano e struggente desiderio di eternità risiede tutto ciò che cerchiamo, che sbagliamo, che pretendiamo e che soffriamo. Annusare la vita è ciò che mi resta, come un gabbiano che guarda il mare dalla spiaggia aspettando il momento giusto per volare e quello altrettanto giusto per restare sulla sabbia...lasciando al vento il compito di indicarmi la direzione
  23. Dr.Pentothal 19 gennaio 2016 ore 01:30
    @bialy - Noncredo che io debba aggiungere una sola parola a questo bellissimo commento, fatto di paorle incise nella memoria del tempo e dell'uomo. Uno dei più belli mai letti. Perchè fatto di parole che vanno oltre l'umana sensibilità, senza fronzoli, senza sbavature, senza "effetti speciali".
    Sono felicissimo di annoverare una persona bella come te fra i mie più preziosi amici. Spero di leggerti sempre più spesso e rimanere, come adesso...senza parole.
    Grazie. :-) :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.