La finestra sul cortile

10 giugno 2015 ore 15:33 segnala
E’ quasi un anno che inseguo un obiettivo che, ahimè, non sono riuscito a raggiungere. Sradicare definitivamente la presenza di una umanità indecente. Ed anche se ho ignorato e finanche riso delle sue inconsistenze e infondatezze di quei suoi vaneggiamenti, devo ammettere che ho fallito.
Quell’”umanità” è ancora tutta qui. Non sono riuscito a “metterla da parte”; come un virus invadeva ogni tessuto sano e ne succhiava via la vita. In questo ho fallito. Sono riuscito ad ottenere, solamente che quella parte di cui parlo, che detesto profondamente, di cui non sto qui a descriverne l’ingombro, il fastidio e l’invadenza ineducata e irrispettosa, sia finalmente giunta ad avere almeno l’intuito e la decenza morale (almeno per imitazione) di rimanere in silenzio; di evitare, e solo con la sua presenza, di intorpidire ed inquinare una fonte limpida e chiara come quella del cuore e dell’anima di un’umanità avulsa da certe beghe condominiali di periferia e da infamie gratuite di un malcostume radicato. Anche se, ogni tanto, come se avesse bisogno di alimentarsi della vita altrui, come morti viventi, quali sono, li vedi, arrivano e sparano una delle loro nauseabonde idiozie giustificandole con bestialità in cui credono, ancora, solo loro, definendole con nomi strani: istintività, nostalgia, ricordi, delusione, credendo di scalfire ancora chi davvero, li ha da tempo ignorati e dimenticati. Ma, come si dice? L’erba cattiva è dura da estirpare. Da parte mia il coraggio della consapevolezza che l’insuccesso è sempre un frutto di un tentativo e che è sempre preferibile smarrirsi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai. Io sono sereno! Voi, fatevene una ragione, su: siete stati smascherati di brutto. Nella vostra rete piena di buchi ormai non ci casca più neanche Pinocchio, Heidi o Pollon. Oltre, a sapere, il mondo intero, chi davvero siete. Se fossi in voi cambierei social, cambierei faccia, cambierei nome, cambierei vita, cambierei mondo e sparirei per sempre. In questo modo, conserverete, almeno l’idea personalissima che avete di voi stessi. Se rimanete qui, ahimè perderete anche quella. Su, forza, anima e coraggio. In punta di piedi, cancellate tutto, noi faremo finta di non vedere….ci gireremo dall’altra parte e voi….uscirete indisturbati.

Rimane ovvio come in questo periodo non ho incontrato solo umanità svenduta all’ingrosso di esistenze contraffatte al mercato dell’usato e di vite senza vita ma, ho incontrato anche umanità eccezionale, grande, immensa, sensibile, benevola, solare, raggiante, allegra, coerente, leale, rispettosa, colta, educata… Vorrei addirittura citare i loro nomi per ringraziarli ad uno ad uno ma, so che la mia mente, ormai stanca, mi tradirebbe, facendomene dimenticare qualcuno e…non sarebbe giusto e corretto mancare di rispetto ad un amico. Quindi io mi rivolgo a te, a te e a te, ehi anche a te…Ciao, un abbraccio eterno a tutti voi che con un sorriso, avete contribuito a far più belle le mie ore passate qui e a voi tutti amiche e amici che avete migliorato la mia vita. Spero di ritrovarvi tutti qui, più grandi, più belli che mai e con un’anima grande proprio uguale…a quella vostra. Grazie con tutto il mio cuore.
Se e ogni qual volta vorrete parlare con me...basta scriverlo qui in pubblico o in privato. Chi mi conosce sa benissimo che io per gli amici ci sono e ci sarò sempre.
Ed in questa consapevolezza di queste emozioni contrastanti che ho deciso di riposarmi un po’. Di prendermi un periodo di vacanza. D’altronde la cosa importante, nella vita è capire che, a volte, fermarsi è importante tanto quanto andare avanti a tutti i costi!

Detto questo, immagino che qualcuno si aspetterà che io scriva “addio”…”buona vita”, “buona fortuna”… "hasta la vista"...No! Niente di tutto questo!!! Perché tra i miei difetti ce ne sono tre durissimi da estirpare: la COERENZA, il RISPETTO e la LEALTA’ verso me stesso e verso gli altri e soprattutto verso chi stimo e amo. Perché io, non scrivo “vado” per farmi pregare di restare e poi vengo di nascosto e cambio tattica aspettando il "gregge" che mi viene a consolare. Io VOGLIO venire in silenzio e in punta di piedi, per non disturbare, e con molto garbo e tatto, a sincerarmi di come stanno i miei veri amici e a controllare se avete capito la lezione, voi personaggi senza nome, faccia, patria, onore e senza Dio. E questa volta, se rivedo qualcosa fuori posto, ne vedremo delle belle, siatene certi. Il mio non è un avvertimento…è una promessa!
Ma, io lo so, sarete buoni, perché gli scheletri nell’armadio, di tutti ad uno ad uno, Marco li conosce bene! Con tanto di fonti, data, ora e interlocutore. Quindi vi conviene stare buoni, miei perfetti, indifferenti estranei, vi conviene essere furbi, tanto, vigliacchi, subdoli, sporchi e infami lo siete stati già.
Ergo, voglio immaginare me che, ogni tanto, quando verrò ad affacciami, sereno, a questa simpatica “finestra sul cortile” per rivedere ancora le facce allegre e sorridenti dei miei amici veri e, me ne rallegrerò, sorridendo loro; verrò a vedere, in quella luce, le vostre facce anguste prima che vi scoppia l’ultima espressione incredula triste e mesta di falsa vittima designata o il vostro ultimo spergiuro con contorno di deplorevole e crudele infamia e, lo so…non leggerò, davvero niente di nuovo: solo le vostre solite, inutili….vecchie stronzate!




A volte, fermarsi è importante tanto quanto andare avanti a tutti i costi!

Grazie a tutti, con il cuore, a tutti quanti, a chi mi vuole bene, a chi mi ha insegnato a guardare avanti ed anche a chi mi ha fatto male, mi e' servito per capire. Grazie a chi mi ha detto no, ad un sorriso sconosciuto, ad una donna, ad un amico e a quella porta chiusa in faccia, a chi non mi ha tradito quella volta.
9350b6ac-18bc-4a54-bf89-408c107c60b6
E’ quasi un anno che inseguo un obiettivo che, ahimè, non sono riuscito a raggiungere. Sradicare definitivamente la presenza di una umanità indecente. Ed anche se ho ignorato e finanche riso delle sue inconsistenze e infondatezze di quei suoi vaneggiamenti, devo ammettere che ho fallito....
Post
10/06/2015 15:33:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. antioco1 10 giugno 2015 ore 18:43
    io no so cosa ti sia successo ma per me rimani il Marco co la tua Coerenza la tua Lealtà e il tuo Rispetto per gli esseri umani ti ringrazio caro Marco resta la bella persona che sei e come dico io vola più alto dei farabutti/e so che lo farai da me solo questo Salute Amore e Fraternita e un abbraccio con il cuore Alessio
  2. Dr.Pentothal 10 giugno 2015 ore 18:58
    @antioco1 - stai sereno Ale. Non è successo proprio niente. Credimi. Se fosse successo qualcosa il tuo amico Marco non lo avrebbe scritto così serenamente. Solo un po' di stanchezza personale e alla mia incapacità ad accettare che al mondo possa esistere certa umanità. Come vedi sono qui e l'ho pure scritto. Andrò solo a letto presto.... Ahahahaha. ... Ormai non mi manca più nulla! Ciao amico mio e...scrivi quando vuoi. Io ci sono!
  3. aurora.2013 10 giugno 2015 ore 20:31
    :rosa :rosa :rosa
  4. Dr.Pentothal 11 giugno 2015 ore 00:21
    @aurora.2013 - Grazie per la testimonianza di affetto, Auris e grazie per aver compreso lo spirito del mio post. :rose
  5. mondograce 11 giugno 2015 ore 12:52
    Solo un saluto che di sprecare parole in chat e social mi sono sinceramente stufata :)
  6. Dr.Pentothal 11 giugno 2015 ore 12:59
    @mondograce - Allora siamo in due. Però non puoi fare di tutt'erba un fascio. C'è sicuramente qualcosa di buono o qualche persona interessante che avrai incontrato. Io si...ne ho incontrate diverse. E per quelle io rimango qui, dietro le quinte. Mi limiterò a leggerle, nel caso commentarle e mi riposerò...stando alla finestra.
    Un abbandono è sempre una sconfitta, ed io...non mi sento tale!
    Grazie Grace.... Spero di rileggerti ancora qui o da te. :rosa
  7. Ladra.dilibri 11 giugno 2015 ore 21:19
    Marco, spesso mi soffermo a leggere ex amici di chatta con i quali ho avuto legami dettati da momenti difficili, dove ho sempre cercato di offrire la mia spalla e sostegno morale, affezionandomi nonostante qualcuno mi diceva di stare attenta, ricevendo in cambio pugnalate che hanno sanguinato per mesi. Mi chiedevo il perché di tanta falsità, perché denigrare una persona, perché cambiare il senso ad ogni frase e cosa ancora più discutibile, perché gettare fango su chi fango non ne aveva mai conosciuto. Ebbene, la risposta mi è arrivata dopo tempo....
    "Ama e fà ciò che vuoi" diceva Sant'Agostino, "Diventa ipocrita e fà ciò che vuoi" è l'inno di chi ha deciso di vivere nella menzogna celandosi dietro un astratto paravento chiamato buonismo. Buoni con tutti affinchè possano ritornare utili in momenti particolari.Per avere visibilità , ma di cosa stiamo parlando? E li vedi spuntare una volta ogni tre mesi perché "devono" commentare un nick e far finta che.....eppure di quel nick ne hanno parlato malissimo, ma non importa più, prevale essere i primi del nulla.
    Il mistero comunque permane: "Perché?"
    E allora i migliori si allontanano, vedi Crenabog, Te, James, Alba e ti chiedi che senso ha restare? Nulla ha un senso senza voi.... Senza Te....
    La parte bella e pulita dovrebbe essere la più forte e invece ad averla vinta sono gli/le arrivisti/e ed i predicatori del nulla.
  8. Dr.Pentothal 12 giugno 2015 ore 01:33
    @Ladra.dilibri - Allora puoi capire benissimo il senso di questo mio (spero non) ultimo post. Qualcuno ha scritto che è rabbia che traspare. Assolutamente NO! Anzi. Ma delusione si, tanta! Delusione di una umanità neanche immaginata. Dice mio figlo Ale: "ti sta bene, sognatore del c...! Queste cose succedono solo a chi non è sceso ancora com i piedi per terra. Ehi Ladra...io sto planando, ormai. Fallo anche tu. Credevo che il male avesse un volto brutto, inquietante, orrendo; come l'ho sempre conosciuto e affronato. Molto preferibile quel male rispetto a falsi sorrisi, a false parole, a falsi complimenti, a false protezioni, a falsi veri. Ehi...ma da cosa devo essere protetto io? E perchè dovrei essere protetto? E da chi? La cosa più orrenda che ho assistito e quando mi si diceva di tutto e di più su tutti i miei amici e nemici, NESSUNO ESCLUSO, e poi il giorno dopo, sorrisi, like, commenti, baci e abbracci con il soggetto denigrato, aspramente, solo poche ore prima. Ehi...che gioco è questo? Perchè? Si vince qualche cosa? Ehi..."umanità svenduta al migliore offerente" ...fermate sto treno... e fatemi scendere. Proseguite da soli quuesta assurda corsa verso il nulla che vi appartiene. Lasciatemi fuori, fatevi un favore. Hai detto bene...predicatori del nulla.
    Ehi Ladradirespiri...non pensiamoci più. Credimi...non ne vale la opena neacnhe un po'!
  9. mondograce 12 giugno 2015 ore 11:19
    @Dr.Pentothal
    Mica faccio di tutta un'erba un fascio...il grano va col grano e l'erba con l'erba.
    Certo che si incontrano anche persone interessanti, ma non c'è bisogno di venire qua a leggerle in genere ci si scambia email perchè in sintonia e perchè l'email non è vincolante all'entrata in chat, a coloro che l'hanno chiesta e che reputavo interessanti ho dato la mia email e la conversazione si è spostata su altre vie da me a loro senza bisogno che latri leggano, comunicazione molto più libera e privata. Quanto all'abbandonare dipende da cosa si abbandona sinceramente dipendere da anni da questi luoghi la vedo più come una sconfitta il chiudere le cose quando non ci trovi nulla di interessante la vedo come una vittoria...ma ognuno fa le sue scelte in base alla propria personalità, ai propri interessi e al proprio tempo libero...
  10. c.ioccolatino111 12 giugno 2015 ore 16:01
    Dalla nascita dell'uomo, il male e il bene sono sempre esistiti, si sono inseguiti e hanno lottano tra loro per ottenere la supremazia.
    Da secoli nessuno mai, (neppure Gesù) è riuscito a sradicare definitivamente la presenza di una umanità indecente e, dunque, nemmeno tu Marco saresti riuscito, (in un solo anno poi) nel tuo obiettivo.
    Ma non penso che tu abbia fallito nell'inseguire tale obiettivo, soltanto è accaduto che, tolti di mezzo valori e virtù, l'umanità indecente, (di logica) si è centuplicata. Sta dentro e fuori di qua e se lo volessimo, noteremmo meglio questa "umanità" che poco di umano ha...! Ahinoi, essa non cambierà mai, tuttalpiù, come ha sempre fatto, cercherà e/o tenterà di cambiare chi indecente non è.
    Già ti scrissi che l'unica arma per difendersi "dall'erba cattiva", la quale continua a crescere e a svilupparsi, è l'indifferenza.
    Tolto il "cibo" da cui si nutrono invidia e livore, poco rimane a questa "umanità" se non il buio e il continuo male da vivere.
    :rosa
  11. Dr.Pentothal 12 giugno 2015 ore 16:06
    @mondograce - Mi avvalgo della facoltà di non rispondere. Per un semplice motivo: sono pienamente daccordo con te. Ma spesso, si fanno delle scelte che ritieni giuste non per te ma, per chi ami, chi merita la tua attenzione, chi merita il tuo supporto, chi merita il tuo sostegno anche solo come presenza. Questo vuol dire amicizia, questo vuol dire amore, questo vuol dire gratitudine, questo vuol dire altruismo. Magari sbaglierò e magari farò bene, L'importante...l'importaante veramente è essere in pace con se stessi e sorridere sempre, nonostante piova e sei uscito senza ombrello.
    Grace. Sempre profondi ed introspettivi i tuoi commenti. Ti ringrazio anche se leggendo bene il mio post noterai tutt'altro che una resa. Anzi... "un controllo a debita distanza". D'altra parte si dice: "se la conosci la eviti!" Ahahaha.... Ciao Grace. :rosa
  12. crenabog 12 giugno 2015 ore 23:51
    ehhhh, mah, a volte penso perfino di essere contagioso con i miei rigurgiti emotivi e i miei abbandoni, ritorni, ripensamenti. le mie voglie di mandare tutti affa e poi il pensare che qui dentro ci ho messo talmente tanta vita e tanto di me che è diventato un altro arto e so bene come mi sia sentito, amputato, ogni volta che ho cancellato qualcosa o qualche blog. e peggio ancora quando li facevo con qualcuno/a che poi li ha cancellati senza nemmeno consultarmi o avvertirmi. dunque. dunque non trovo affatto ragionevole pensare che stare a scrivere per gli altri sia motivo di sconfitta, mi viene da ridere quando sento il solito commento "ma uscite, fatevi una vita, la vita vera è fuori". ma che kazzo stanno a di'! e mi spiego meglio: la vita vera è fare dodici ore di guardia ogni notte? è vivere le altre ore in macchina per fare da tassista alla famiglia? è litigare perchè ti senti solo chiedere soldi? è vedere tossici,barboni,feccia,ladri,o altri repellenti esponenti della razza umana ogni due metri che cercano di insozzarti la vita, la dignità, il futuro? la vita vera è non avere soldi per riparare la cesso di macchina che ho mentre mi passa a fianco gente in suv che costano quanto metà di casa mia e intanto piangono per la recessione? vita è aver passato quasi diciotto mesi stringendo le chiappe per le duecento lettere di licenziamento in partenza, con un figlio e venti anni di mutuo da pagare? devo uscire dal blog e vivere fuori la vita vera? e perchè, non la porto a sufficienza questa croce ogni fottuto giorno della mia vita, quella vita totalmente diversa da quel che avevo sognato, sperato, vissuto sino a vent'anni fa? questa vita che mai avrei pensato di dover vivere? ahah! ma sì, usciamo, che a stare nei blog a scrivere i nostri sogni siamo degli sconfitti, dei paria, dei pupazzi. ma chi cazzo siete per dirlo, che vita fate , voi, là fuori? datemene un quartino, che non mi farebbe schifo. per favore. tacete, almeno, che male non vi farà e male non farà sentire noi che sopportiamo questo che ritengo il commento più patetico, qualunquista, beffardo che si possa offrire a qualcuno. roba che avrebbe indotto al suicidio un qualsiasi scrittore, quelli veri, quelli con le palle, quelli che hanno gettato il cuore oltre la berciante canea della volgarità imperante per fargli raggiungere i lidi remoti delle terre del sogno. e per cosa, poi? per riportare qui, a voi inutile massa di ingrati, le migliaia di perle che la mente possa partorire. per darvele gratuitamente, per farvi sentire leggeri, per farvi sognare, dimenticare lo schifo che c'è dovunque, per darvi quella fantasia che i vostri cervelli non sanno creare. e a fronte di questo, cosa ti danno? pane? pesci? un abbonamento on line? ricariche telefoniche? pacche sulle spalle? appuntamenti al buio? mezz'ora di sesso in un cinema di terz'ordine? un "grazie", cacchio, almeno quello? no. ti dicono, esci e vatti a vivere la vita. ah, se davvero vi volessi male, quanto vi augurerei di uscire e vivere la vita. quella vera. quella che vivo io. e come me, tanti altri eroi di qui dentro. gente che ha scritto roba degna di essere celebrata, scolpita sui muri di chatta a lettere di fuoco, o almeno pubblicata in libri tali da far piangere amare lacrime a gente come Volo. ma che parlo a fare. come diceva il Bardo, eccoci, siamo noi pochi, noi felici pochi, noi, manipolo di fratelli. gli altri farebbero suicidare anche Babbo Natale rispedendogli sdegnati i regali. mah. scusa lo sfogo elefantiaco, ma si sa come sono fatto. abbracci. pardonnez moi.
  13. crenabog 13 giugno 2015 ore 00:09
    e qui , cosa che faccio raramente, ci sta sicuramente tutta questa splendida canzone, il finale di PHANTOM OF THE PARADISE, cantata dal vivo dal suo compositore, Paul Williams, un altro che davvero deve aver venduto l'anima visto che come era così è rimasto in tutti questi anni. mi spiace solo che non ci sia la traduzione dei testi ma per chi ci azzecca un pochino con l'inglese o per chi se li andrà a cercare, ne vale la pena. come dicevo, calza a pennello...

  14. Dr.Pentothal 13 giugno 2015 ore 00:21
    @crenabog - Ecco! Vi presento uno dei miei amici per il quale io entrerò qui per sincerarmi semplicemente che lui sta bene. Io stavo aspettando il suo commento per i dovuti chiarimenti a chi in privato mi ha invitato a desistere dalla mia decisione. Probabilmente sono stato io, che tra le mie elucubarzioni non sono stato capace di scrivere ciò che veramente pensavo. La mia idea è stata quella di "SCARICARE" prorpio fisicamente, una parte di umanità che non ha scampo. Non puoi farci nulla. Essa è lìì, deve starci e come la zanzara tigre più cerchi di madarla via più lei si avvinghia al tuo polso e alla tua mano. Allora l'unica cosa da fare è...cambiare stanza ed entrare solo in quelle salubri e decontaminate dagli effluvi dei fornelletti con le piastine antizanzara. Stanze dove trovi persone grandi come Questo Signore di Crenabog e altre grandi come lui. Non devo fare nomi, vero? Li leggerete tutti sotto ai mie post e ai post di Crena. Persone che non hanno nulla da spartire con il marciume gossipiano di una Novella 3000 chatiana, dove tutti hanno qualcosa da lamentarsi ma poi tutti corrono per abbracciarsi "l'amico" appena denigrato e criticato e magari cullarlo in uno di quei sorrisi a 54 denti e proniciare: "ehi amico (anche se ti ho fatto un cu...così, poc'anzi) vedi dove sono? Abbi fede in qusto povero Gesucrisstò e che...nonostante tutto rimane accanto a te. Il perchè...rima o poi te lo dirò, fratello mio. Magari devono spiegarlo prima a me e poi io lo spiegherò a voi; semprechpè wuallcuno non si accorga del mio "gioco di Jerald" e mi faccia un cu....o mi lasci nel mio brodo, propprio come um giorno fece sto str....autore di questo blog. Grazie Crena, grazie del tuo spunto che mi ha offerto la possibilità di chiarire posisioni e di....cambiarmi d'abito.
    Grazie Marco.
  15. crenabog 13 giugno 2015 ore 00:34
    per carità, quando mi mettono certi piatti davanti non riesco a trattenermi, ci devo mangiare - metaforicamente - dentro e quindi anche se a volte i miei commenti svicolano dal nocciolo della fonte principale, in qualche modo c'entrano o comunque servono a me per liberarmi dei mille rospi che ho dentro. come - leggendomi - s'è sempre ben visto. immaginavo d'altronde che anche tu stessi sintonizzato allo stesso modo, è già capitato altre volte, quindi mi sono allargato nello scrivere. ma solo un po' che si sa dove comincio ma mai quando la pianto. spesso sono un fiume, per certi si potrebbe dire che sono lo Stige. Gerald, ah, meglio lasciarlo stare, che se diciamo a qualcuna "frugolino mio" ci arrestano. e papa Francesco ci scomunica (RIVOGLIO RATZINGER, mica s'è capito). tiriamo avanti, amico mio, ma sopratutto tiriamo dopo aver mirato bene a chi se lo merita. abbracci notturni.
  16. Ladra.dilibri 13 giugno 2015 ore 08:11
    Una tua amica ha citato la parola "indifferenza" ed è vero. Non c'è miglior risposta al nulla...... Marco (Crena) parla di rabbia e delusione per aver dato tanto ma i suoi sermoni, le sue favole sono arrivate in posti e animi degni di nota e solo per questo ne dovrebbe essere orgoglioso e fiero. Tu Marco hai predicato contro il marcio, l'inutilità di molte gesta insane e molti ti hanno ascoltato, la vita ha questo di strano ma anche di sorprendente, potranno frantumare il nostro cuore in mille pezzi, utilizzare furbizia psicologica, celarsi dietro frasi ad "effetto crisi glicemica" ma noi,abbiamo la capacità di rialzarci, perseverare nella ricerca del buono, raccogliendo fallimenti, illusioni e disillusioni trasformandole in forza, energia e saggezza. Perché il successo non è in cosa abbiamo guadagnato o vinto ma in come abbiamo agito onestamente, amorevolmente, lealmente.
    Per tutti gli altri un doveroso silenzio che ormai non fa nemmeno più rumore...
    P.s: ogni riferimento a cose o persone che si sentono parte in causa è puramente voluto :)
  17. Dr.Pentothal 13 giugno 2015 ore 09:38
    @crenabog - posso solo ringraziare e non devo aggiungere nulla. Ringraziare per aver fornito l'interpretazione esatta del mio elaborato. Grazie "CrenaBig" (suona meglio cosi) "Grande" fa sempre rima con gente come te. Grazie amico mio.
  18. Dr.Pentothal 13 giugno 2015 ore 09:51
    @Ladra.dilibri - tu sei un capitolo a parte. Tu vai trattata con i testi sacri, gli scritti sacra della fratellanza. Tu sei quella che direbbe al suo aguzzino che gli sta strappando le carni e la vita: "biricchino smettila, potresti farmi male." "Scetate Caruli ch ll'aria è doce." Questi quando si accorgono di essersi imbattuti in esseri umani come noi ma soprattutto come te, tanto si arrendono quando ti succhiano la mente, il cuore, l'anima...la vita è ti lasciano li a terra con i tuoi brandelli, a raccogliere le tue ceneri, perchè semplicemente non hanno più nulla da rubarti. Eh...ma Ladradirespiri si è svegliata, ladra è diventata grande, ladra ha capito più di noi irruenza ed impulsivi come trattarvi; ladra ha inventato un'arma micidiale: si chiama INDIFFERENZA!
    Sapevo che eri grande ma "accussì assaje no." Ma forse ha lavorato anche una data: il 14 febbraio 2014. La più importante della tua vita. :fiore :fiore :fiore
  19. crenabog 13 giugno 2015 ore 10:31
    @Ladra.dilibri grazie per le belle parole, sempre molto gentile!
  20. crenabog 13 giugno 2015 ore 10:32
    @Ladra.dilibri grazie per le belle parole, sempre molto gentile!
  21. eva.100 17 giugno 2015 ore 11:15
    Condivido la tua scelta. Io questa decisione l' ho presa una decina di giorni fa e stare lontana di qui mi ha ricaricata ma soprattutto mi ha dato l' opportunita' e la piacevole consapevolezza di capire a chi veramente interessasse la mia amicizia....
    Auguri per il tuo periodo di pausa, che sono certa durera' poco, perche'un Sognatore ha aneliti che gli urlano dentro eche deve trasporre su carta...
    Un sorriso.
  22. Dr.Pentothal 17 giugno 2015 ore 14:24
    @eva.100 - In effetti, forse stiamo facendo la stessa cosa: una cernita, una scelta. Sono più distaccato ma non assente. Mi piace vedere i miei amici sereni, ottimisti, sorridenti e mi piace osservare "l'altra sponda del fiume" con le loro facce di c... che sparano sempre le solite vecchie str.... e fin quando stanno buone o continuano a "sparare" le loro elucubrazioni trascendentali-nostalgiche-esoteriche-mistiche-aforismatiche o le loro solite "bombe d'aqua sporca" tutto andrà bene. Non si farà male mai nessuno. E loro, questo...lo sanno! Vero? Su rispondete alla signora: Siiiiiiiiiiii!
    Fammi sapere Eva se io rientro fra i tuoi amici o dovrò defilarmi in silenzio. :-) :-) :-)
    Due sorrisi ed una :rosa
  23. eva.100 17 giugno 2015 ore 16:54
    Tu potresti essere il Sogno...
  24. Dr.Pentothal 17 giugno 2015 ore 17:32
    @eva.100 - Oddio credevo nascondessi bene il mio essere evanescente e agnostico. Si vede così tanto che non sono uno di quei bei superuomini che hanno avuto 200, 300 donne e che fanno strage di cuori e di corpi ovunque planano e che non devono chiedere mai?
    Mi spiace averla delusa. Un vecchio, indifeso, tenero e che chiede sempre. In una sola parola: sogno!
    Grazie delle sue gentili parole. :rosa
  25. eva.100 17 giugno 2015 ore 17:59
    Delusa!?
    E di che
    Perche'.
    Io non cerco un Maschio"
    cerco un' essenza.
    Anzi,
    non la cerco neppure,
    l' aspetto....
    La parola : Sogno era riferita alla
    mia incredulita' nel trovare in una chat
    ub Amico vero.
    Tutto qui.
    Si rassereni.
    Buona serata ;)
  26. Dr.Pentothal 17 giugno 2015 ore 18:09
    @eva.100 - Mi spiace averti confuso con la mia stupida e infantile ironia. :-) :-) :-) Ti prego di scusarmi ma volevo solo smorzare i toni della tua stupenda definizione che hai avuto per me, definendomi in quel modo bellissimo. Grazie, Eva. Stai serena. A presto. :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.