~ Andiamo Dove Non Si Tocca

01 settembre 2016 ore 18:16 segnala
Quando mi siedo sul treno attendo sempre di vedere il mare.
Così scelgo tutte le volte la stessa fila, la di, che è quella accanto al finestrino, e mi piace cambiare ogni volta il numero del posto a sedere, mi piace fare caso a cose alle quali prima non davo peso.
Il numero è importante. Lo calcolo con cura, facendo molta attenzione. Ho inventato persino una formula che si serve di simboli, come la formula di Eulero, ma la matematica non c’entra. E’ più una formula magica ed ha un potere straordinario: permette che ogni cosa, ogni cosa, ogni cosa piccola o grande come questo mare che mi lava dentro, venga vista da una prospettiva differente.
Le mie prospettive ultimamente sono rivestite di stoffa blu, corrono veloci, hanno i vetri sporchi e sono tutte dispari. A tal proposito, devi sapere che il nove è un numero stupendo: te lo presenterò, il prossimo agosto che non ci farà più tremare, il prossimo agosto che ci verrà a salvare come l’ultima volta.
Agosto è stato coccolare la gatta nera che si sfrega contro i tuoi jeans, i tuoi occhi seri che diventano dolci, i vestiti leggeri e i lividi color cobalto sulle mie gambe abbronzate. Agosto è stato prendere coraggio e spiegare a Martina che non possiamo portare a casa tutti i sassi del mare che ha raccolto con pazienza fino a riempire due secchielli pesantissimi che all’ora di pranzo ci tocca pure nascondere per paura che qualcuno ce li rubi – i sassi, mica i secchielli. Non possiamo, le spiego, mentre i suoi occhietti diventano lucidi: la loro casa è questa, devono stare qui con tutte le altre sorelline pietre.
E mentre le dicevo così pensavo a tutti i piccoli sassi che ho vinto, ammirando frammenti di cielo ed intascandomeli come fossero fragili portafortuna. E più ne vincevo e più mi persuadevo di essere un pezzo di carta stropicciato dal vento, che se rinascessi sasso riuscirei pure a battere le forbici - che dividono sempre tutto - e pensa, non avrei più paura di partire lontano da te. E pensa, non avrei più paura di andare dove non si tocca, con te.

Buongiorno, amoremio, ti presento Settembre.

9c4e632d-c6d8-4851-972e-55eaa9357591
Quando mi siedo sul treno attendo sempre di vedere il mare. Così scelgo tutte le volte la stessa fila, la di, che è quella accanto al finestrino, e mi piace cambiare ogni volta il numero del posto a sedere, mi piace fare caso a cose alle quali prima non davo peso. Il numero è importante. Lo calcolo...
Post
01/09/2016 18:16:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    21

Commenti

  1. LeComteOry 02 settembre 2016 ore 16:26
    :rosa
  2. dria 02 settembre 2016 ore 18:06
    @LeComteOry ... Grazie :rosa
  3. tecerco 02 settembre 2016 ore 22:17
    Quanta tenerezza in quegli occhi lucidi della bimba, e quale maestrìa di mamma nello spiegare...le sorelline pietre...buon settembre! :rosa
  4. dria 02 settembre 2016 ore 22:38
    @tecerco ... Ti ringrazio di cuore (non sono la mamma, ma non é importante :-) ) Buon settembre anche a te :rosa
  5. tecerco 02 settembre 2016 ore 22:40
    Possiedi il cuore...di mamma. E questo è importante! Buona serata e grazie.. :bye
  6. dria 02 settembre 2016 ore 22:43
    Grazie a te. Buona serata :rosa
  7. trenolento 06 settembre 2016 ore 13:56
    e dove non si tocca
    la dove il mare non fa paura
    la dove le onde
    nascono e muoiono
    la dove nascon sorelle pietre
  8. dria 06 settembre 2016 ore 17:23
    @trenolento ... :rosa
  9. cignonero999 07 settembre 2016 ore 12:08
    E buon settembre...ti leggerò con calma :bye
  10. dria 07 settembre 2016 ore 12:17
    @cignonero999 ... Quando vuoi :-) Grazie. Buona giornata :rosa
  11. Epi.centro 11 settembre 2016 ore 16:15
    Non avevo dubbi. Sai emozionare.
  12. dria 11 settembre 2016 ore 17:49
    @Epi.centro ... Beato te, che non avevi dubbi! :-))
    Se è vero, se è così, allora questo piccolo spazio ha un senso più bello di quello che percepisco io, che sono solo la scrivente. Grazie... :rosa
  13. vagarsenzameta 19 settembre 2016 ore 10:46
    Da insignificanti sassetti e' (o forse HA? :poeta ?)fiorito uno stupendo post,credo che ora possiamo dire "Se son sassi....fioriranno",buon settembre anche a te.
  14. dria 19 settembre 2016 ore 12:34
    @vagarsenzameta, grazie mille :-) Temevo fossi sparito, è bello ritrovarti.
    P.s.: direi "è" :-))
  15. Njlo 19 settembre 2016 ore 23:14
    Bellissimo, in bilico tra realtà e fantasia, ma entrambe pervase d'amore. Settembre è speciale, qualcosa finisce e qualcos'altro inizia.
  16. dria 20 settembre 2016 ore 09:17
    @Njlo, graziegraziegrazie :rosa E' proprio come dici tu, settembre è speciale.
  17. vagarsenzameta 19 ottobre 2016 ore 19:42
    @dria E di che,e mia la sorpresa che ti sei ricordata di me....e bello non sentirsi come uno dei tanti sassi anonimi che ci passano sotto i piedi,e questa e una delle cose belle che mi rimarra sempre di questa passata estate. :-)
  18. GaaraDelDeserto 29 ottobre 2016 ore 14:19
    Magari con un paio di canzoni scanzonate (quindi non canzoni in pratica.. e stavolta il t9 è stato gentile a non correggere la parola "canzoni" con altro) può anche essere che ti ritorni la voglia di scrivere. Si sa mai.. comunque uno ce prova. E noi del resto la paura di vincere mica ce l'abbiamo :-)


    https://www.youtube.com/watch?v=xYz3F1kv_ys
  19. erovero 17 gennaio 2017 ore 18:29
    @dria quanta vita da leggere, verrò a scoprirti un pò :)

    cadeau musicale
    https://www.youtube.com/watch?v=wwwQ4uVGGSE
  20. dria 17 gennaio 2017 ore 18:44
    @erovero ti ringrazio (non solo per lo splendido cadeau).
    Sarai sempre il benvenuto :)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.