Lieve Remoto

24 settembre 2018 ore 05:35 segnala


...Perchè quando le cose diventano disconnesse e rapide (come in Sogno), la Realtà è presumibilmente nebbiosa come i miei autunni
di un quarto di secolo fa, circa. Tutto riprende; zero avvertimenti, zero garanzie, zero di zero, e soccombi in silenzio per rinsavire l'estremo.
Un gioco di ruolo in cui perdi il finale, ma, al contempo, sei consapevole di avere opzioni pseudo Kafkiane.
Qualcuno ascolta, nessuno sente.
La consapevolezza che tutto puo' essere niente e viceversa.
Ricordo adesso, lo scivolone su una fontana ghiacciata in pieno inverno.
Epoca remotissima a cui dovrei dedicare (perchè, poi?) la lettura dei miei antichi diari per ricordare meglio.
Fondamentalmente, aspetto (o temo) qualcosa che deve arrivare.
Un Gufo guarda su, chissà dove; io riascolto violini che hanno gran precedenza sul vivere e sui Sogni meno ispirati...
Il passato è a volte, per molti, un parente scomodo.

© by Dyatlov (Settembre 2018)
9a3e1994-34d1-4085-80b4-310ca6f8cf21
« immagine » ...Perchè quando le cose diventano disconnesse e rapide (come in Sogno), la Realtà è presumibilmente nebbiosa come i miei autunni di un quarto di secolo fa, circa. Tutto riprende; zero avvertimenti, zero garanzie, zero di zero, e soccombi in silenzio per rinsavire l'estremo. Un gioc...
Post
24/09/2018 05:35:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.