Teresa

13 dicembre 2016 ore 00:05 segnala


Amo scrivere in silenzio, nella traccia ideale che unisce cielo e tastiera, eppure stanotte questa canzone di De Andrè m’insegue, come una corrente di mare che anticipa i pensieri.

Teresa parla poco
ha labbra screpolate
mi indica un amore perso
a Rimini d'estate.


Sono note che chiedono un ricordo, parole semplici, tratteggio delicato che raccolga l’emozione di un giorno di sole, un momento preciso, qualcosa vissuto. E’ facile collezionare gli stimoli improvvisi della vanità e confinarli in una vetrina polverosa, altro è conservare un messaggio sommesso e lieve per ringraziare di un minuto trascorso insieme. Sono contatti d’ombra, soavi e intensi, chiaroscuri intravisti, soltanto sfiorati.

Ora Teresa è all'Harry's Bar
guarda verso il mare
…………………………….
di lei ho saputo poco
ma sembra non inganni.


Scorrevano sul nastro d’asfalto gli alberi d’estate e i tunnel assetati di luce, nella strada dolce e dolorosa che gli appartiene. Raccontava di un amore cercato nell’abbandono della sensualità, dei labirinti confusi da cui trovare scampo inseguendo la voce di un bambino. Della solitudine e del riscatto, della forza che la rende così bella. Molto altro, per quanto non detto, è percepito, compreso, voluto, con l’intensità delle cose irripetibili. Forse a Rimini o sul Tirreno, o a New York, in questo momento o alla fine di un sogno e dura la meraviglia dei suoi occhi accesi, sul tiepido calore di una foto che vive.
c88dee56-befe-4b79-aa19-20e93ac68e83
« immagine » Amo scrivere in silenzio, nella traccia ideale che unisce cielo e tastiera, eppure stanotte questa canzone di De Andrè m’insegue, come una corrente di mare che anticipa i pensieri. Teresa parla poco ha labbra screpolate mi indica un amore perso a Rimini d'estate. Sono note che c...
Post
13/12/2016 00:05:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. ombra.dargento 13 dicembre 2016 ore 10:13
    attimi di una foto, profumate carezze di sole, gocce di mare e d'occhi che solo brezza sorridente asciuga. anonime vele si sfiorano all'orizzonte... l'attesa per coglierle, al tramonto, in rotta verso casa.
  2. antioco1 13 dicembre 2016 ore 14:10
    bella la canzone ciao saf Silvano Ale
  3. p.arnassius2 15 dicembre 2016 ore 20:55


    :rosa
  4. methos1phd 23 dicembre 2016 ore 23:52
    I suoi occhi dicono tutto ... un caro saluto e sinceri auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo by Angie :batanatale
  5. Elazar 24 dicembre 2016 ore 01:24
    Buon Natale :rosa
  6. p.arnassius2 24 dicembre 2016 ore 15:04


    Buon Natale :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.