Adesso basta

14 dicembre 2018 ore 15:09 segnala


Ehi amici, stavolta avete rischiato grosso. Davvero.

Sapete, alti papaveri eruoburocrati del cazzo, gli italiani hanno una dignità. E sono pure un poco incazzosi, cioè prendono subito le critiche e le opinioni sgradevoli nei loro confronti, anche se generalizzate, come un'offesa personale e allora scatta l'embolo e, tutti insieme leghisti e terroni, panckabbestia e militanti di casapaunds, romanisti e laziali, vegani e carnivori, fanno fronte comune. Si alzano le maniche e vengono a sfracagnarvi di mazzate lì nei vostri eleganti uffici di Brussels.

Io lo dico per te, amico, a te che sei il capo indiscusso della banda. Quanto a parole sarai più pungente di una vespa ma sinceramente, Giunchers, non ti vedo come uno che sa come menare le mani. Fossi in te, rettificherei la mia dichiarazione sull'Italia, i relativi abitanti e lo sforamento deficit-Pil. La farei un po' più morbida… darei la colpa ai traduttori, direi una cosa tipo: «le mie dichiarazioni sono state travisate ed estrapolate dal contesto che se andate a vedere volevano dire l'esatto opposto, che poi io a voi del Sud vi adoro, ma ci mancherebbe…» (confronta ad esempio qualche rettifica di qualche bravo parlamentare italiano, fai tu, uno a piacere).

Insomma cercherei di metterci una pezza. Non dico per me ma per te, amico. Per la tua incolumità e quella dei tuoi sodali. Quanto a me, qui dalle mie parti lo sanno tutti, io sono un tipo tranquillo. Raramente m'incazzo e mai userei la violenza per far valer le mie idee (com'è quella cosa che non sono d'accordo con te ma darei la vita per farti esprimere liberamente la tua opinione…).

E poi, posso affermarlo con certezza assoluta, io ho fondato la mia vita su quattro pilastri incrollabili:

1. Reddito di cittadinanza.
2. Falanghina ghiacciata.
3. Mignotte.
4. Droga.


Quindi, in linea di massima, sono d'accordo con le tue critiche alla nostra Legge di Bilancio e all'uso scellerato del danaro pubblico, ma datevi una calmata, il 2,04 è il massimo, poi scatta la rissa. Quanto al resto, ti abbraccio caro amico mio e ora vado che nel bordello qui vicino casa mia hanno appena stappato una bottigliuccia di quello buono ma prima passo ad incassare il sussidio.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.