'Vaxxed': Vaccini e autismo, di chi ci possiamo fidare?

29 ottobre 2016 ore 09:58 segnala
Difficile capire dove stia la verità sul discorso vaccini/autismo. Ho visto il film 'Vaxxed' realizzato dal medico accusato di frode e radiato (si trova integrale con sottotitoli su you tube). Le sue argomentazioni sono condivisibili, non diceva No al vaccino in termini assoluti, ma raccomandava di fare vaccini monovalenti ed in età più avanzata. Il vaccino controverso era quello Morbillo /Rosolia/Parotite.Porta le testimonianze di numerose famiglie che hanno riscontrato cambiamenti dopo il vaccino. Affermava che fosse necessario approfondire. Veramente difficile capire di chi fidarsi. Specialmente dopo tutti gli scandali sulla sanità che abbiamo sentito nel corso di vari anni.E'innegabile che dietro i vaccini ci siano interessi multimilionari, sono la gallina dalle uova d'oro per le cosiddette Big Pharma. L'unics cosa , è provare a capire. Forse un giorno qualcuno ci dirà davvero come stanno le cose.

Nuvole Bianche tra le dita

02 ottobre 2016 ore 21:37 segnala
Ho iniziato lo studio del pianoforte da grande. nel 2013, conciliando l'impegno dello studio con quello del lavoro e della quotidianità. Quando comincio un nuovo brano mi prende sempre un po' di sconforto, perché il pianoforte mi mette davanti tutti i miei limiti fisici e mentali. Ma accetto la sfida caparbiamente, perché è una sfida onesta, con regole chiare e certe. Davanti al pianoforte non si può barare come molti fanno nella vita. Così mi impegno e vado avanti...
E l'impegno in qualcosa porta sempre i suoi frutti. A me ha portato le Nuvole Bianche tra le dita...(con qualche errore)

adf7bdca-5bf0-41f9-81ad-5295fa64e7a8
Ho iniziato lo studio del pianoforte da grande. nel 2013, conciliando l'impegno dello studio con quello del lavoro e della quotidianità. Quando comincio un nuovo brano mi prende sempre un po' di sconforto, perché il pianoforte mi mette davanti tutti i miei limiti fisici e mentali. Ma accetto la...
Post
02/10/2016 21:37:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Primogenito per un paradosso temporale.

01 luglio 2016 ore 17:04 segnala

Mi trovo così bene nella mia asocialità che pensavo di iscrivermi ad un Asocial Club. Il problema degli Asocial Clubs è che sono sempre tutti già pieni e non accettano iscrizioni oltre la prima. Inevitabilmente però, io che adoro vivere con lentezza, arrivo sempre per secondo. In vita mia non sono mai stato il primo. Persino il fatto che in famiglia io sia il primogenito è il frutto di un paradosso temporale o di un temporale paradossale.
Stando alle testimonianze di mia madre, che dice essere stata presente al momento del mio concepimento, c'era il temporale. Quel temporale paradossale era arrivato in un baleno mentre fino ad un attimo prima il cielo era sereno e senza nubi. Così i miei invece di uscire sono restati a letto e mi hanno concepito, tra tuoni e fulmini.
Irresponsabilmente mio padre, durante il climax del temporale, si trovava senza nessuna protezione. Non aveva indosso l'"ombrello-altruista", quello che anziché proteggere se stessi dalle gocce di pioggia, serve a proteggere la persona in cui ci si trova in quel momento.
Spaventati a morte dai tuoni roboanti e approfittando di tale libertà di movimento, gli spermatozoi di mio padre si sono messi a correre cercando di arrivare ad infilarsi nell'unica cellula uovo disponibile. Ed è stato allora e solo per puro caso che il mio IO potenziale, è arrivato primo dando inizio alla mia vita.
La verità di cui son consapevole è che il vincitore della "Run for Life" è arrivato primo perché era quello che si era spaventato più di tutti. E non essendo nato per essere primo, ha dato tutto in quello sprint e da quella volta non mi sono più ripreso...
8d835909-4246-4155-a6a9-fbceeb8d2ac7
« immagine » Mi trovo così bene nella mia asocialità che pensavo di iscrivermi ad un Asocial Club. Il problema degli Asocial Clubs è che sono sempre tutti già pieni e non accettano iscrizioni oltre la prima. Inevitabilmente però, io che adoro vivere con lentezza, arrivo sempre per secondo. In vita...
Post
01/07/2016 17:04:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Memorie di serial reader ladro di libri

23 giugno 2016 ore 15:24 segnala
L'avevo adescata alla biblioteca di economia. Dopo uno scambio veloce su quali fossero i suoi gusti in fatto di libri, senza esitazioni le ho proposto subito di incontrarci da me in un appuntamento al buio.
Lei ha accettato e seguendo le indicazioni che Le avevo dato per raggiungermi nel buio del tunnel psicologico in cui vivo, si è presentata all'orario stabilito. L'ho accolta nella più totale oscurità e dopo un po' di tempo passato al buio in camera da letto, voleva accendere la luce dicendo che le piace leggere insieme.
Io ho cercato di dissuaderla, non mi piacciono le persone che cambiano idea e lei non ha fatto altre resistenze. Siamo rimasti ancora al buio. Ma la situazione mi stava sfuggendo di mano, non ci era rimasta così male che le avessi impedito di accendere la luce, sembrava fosse disposta a restare al buio senza problemi. Temevo che questa volta non ci sarei riuscito.
Fortunatamente ad un certo punto mi ha chiesto di nuovo di poter accendere la luce sempre motivando la sua richiesta con il piacere di leggere insieme. A quel punto mi sono illuminato (pur restando al buio si intende) avevo la risposta per uscire da questa situazione che cominciava a diventare scomoda: "se davvero mi piaceva leggere, lo avrei fatto col libro l'appuntamento al buio...".
Lei se n'è andata senza nemmeno accendere la luce,ma lasciando il libro sul comodino. Ho raggiunto il mio scopo, un altro libro rubato in un appuntamento al buio.
Come lei è uscita, ho acceso la luce e mi sono messo a leggere, poi mi sono addormentato con la luce accesa, come sempre.
Non sto mai al buio da solo, ne ho paura. Uso il buio solo per i miei appuntamenti.


ecc15580-c8dd-44ef-bd75-8467068e8173
L'avevo adescata alla biblioteca di economia. Dopo uno scambio veloce su quali fossero i suoi gusti in fatto di libri, senza esitazioni le ho proposto subito di incontrarci da me in un appuntamento al buio. Lei ha accettato e seguendo le indicazioni che Le avevo dato per raggiungermi nel buio del...
Post
23/06/2016 15:24:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Memorie di uno specchio

09 aprile 2016 ore 11:01 segnala
Adoro quando lei si entra in bagno per una doccia. Posso ammirare quella sua bellezza limpida e spontanea che non ha bisogno di nient'altro. La vedo spogliarsi e iniziare a bagnarsi i capelli sotto l'acqua. Lei, con la pelle umida e bagnata, ancora più bella, come una Venere appena uscita dai flutti.
A poco a poco mi si appanna la vista, è il momento che preferisco. Finalmente smetto di riflettere e comincio ad immaginare. Ed è in quel momento che vorrei smettere di essere specchio e cominciare ad esistere.

06224f6d-3a14-4310-8f9e-5af77d50912b
Adoro quando lei si entra in bagno per una doccia. Posso ammirare quella sua bellezza limpida e spontanea che non ha bisogno di nient'altro. La vedo spogliarsi e iniziare a bagnarsi i capelli sotto l'acqua. Lei, con la pelle umida e bagnata, ancora più bella, come una Venere appena uscita dai...
Post
09/04/2016 11:01:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Terroristi e Adolescenti delle stragi nelle scuole

25 marzo 2016 ore 15:05 segnala
I terroristi e gli adolescenti che fanno le stragi nei licei americani sono frutto dello stesso nichilismo provocato da carenza profonda di realizzazione del sé. La differenza è che gli adolescenti americani non hanno nessuno che li manipola per altri fini, mentre i terroristi invece vengono manipolati per giungere a nuovi equilibri nell'ordine mondiale. I teenagers americani pur accecati dall'odio e dalla voglia di vendetta, rivalsa e necessità di diventare famosi, non vanno oltre la strage nella scuola. E' lì che individuano i loro nemici, i loro rivali. E non sentono l'esigenza di organizzarsi. Al massimo sono in due, due compagni di giochi e di sventure, due nullità con la stessa voglia di vendicarsi degli altri compagni di college che li considerano dei tipi strambi, dei falliti.
Ai terroristi invece viene insegnato con cura ad odiare l'occidente che li ha accolti perchè costituito da infedeli. Vengono allevati e metodicamente con questa idea che si impianta molto prima che il terrorista decida di essere un terrorista. E alla fine non c'è altro da fare. Alle prime crisi personali profonde, di fronte alle difficoltà della vita, di fronte alla frustrazione di non potersi realizzare, di non poter raggiungere nemmeno lontanamente i modelli di vita lussuosi che vediamo continuamente su internet e da tutti i media media ecc.ecc, il nemico occidentale si illuminerà da solo come un faro, e diventerà il punto contro cui dirigere l'odio e le frustrazioni del terrorista, nobilitandolo da fallito a difensore di una cultura, di una tradizione di un popolo.
Mi chiedo spesso perchè ci debbano proporre continuamente sui quotidiani le pagine di Instagram che mostrano la ricchezza smisurata dei rampolli turchi, arabi, piuttosto che americani o inglesi. Fatalità adesso che la Turchia è invasa dai profughi ci mostrano i figli di nababbi turchi. E se questi confronti alimentassero il desiderio che non può essere soddisfatto e diventassero frustrazione in quelle vite già manipolate cui accennavo prima? Non servirebbero ad agevolare l'innesco di numerosi futuri terroristi?
A quel punto non è possibile più far nulla, il lavoro è terminato, la macchina per uccidere innescata e non disinseribile se non con la morte del soggetto stesso spesso in una strage.
Per questo la strategia per combatterli deve essere molto più nobile e sottile.
Ben diversa dal limitarsi a bombardare in giro per il medioriente e a scovare i terroristi. Bisogna andare ad agire su processi culturali per estirpare la manipolazione contro l'occidente per mezzo della cultura, l'unica che può favorire lo sviluppo di valori sani. Contemporaneamente ripensare la propria politica economica internazionale che ancora oggi è inevitabilmente sfruttatrice dei più forti verso i più deboli. Diversamente non si potrà mai vincere davvero contro chi non ha niente da perdere e non da' più valore nemmeno alla propria vita perchè crede che uccidendo brutalmente migliaia di simili ci si possa conquistare un posto in paradiso...

cee3963f-c73e-4a46-a388-561e9cae41f7
I terroristi e gli adolescenti che fanno le stragi nei licei americani sono frutto dello stesso nichilismo provocato da carenza profonda di realizzazione del sé. La differenza è che gli adolescenti americani non hanno nessuno che li manipola per altri fini, mentre i terroristi invece vengono...
Post
25/03/2016 15:05:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Hijo de la Luna - Mecano - Piano Cover

16 febbraio 2016 ore 00:11 segnala


Un altro brano sta prendendo forma. E' un arrangiamento al piano del famoso brano dei Mecano Figlio della Luna. C'è qualche errore, ma ci sto lavorando...
Se siete curiosi questa è la mia esecuzione.


https://soundcloud.com/jodor69/hijo-de-la-luna

(arrangiamento di GALYA - www.Galya.fr )
dedd7074-20fa-4ce9-971f-524a27c575db
« immagine » Un altro brano sta prendendo forma. E' un arrangiamento al piano del famoso brano dei Mecano Figlio della Luna. C'è qualche errore, ma ci sto lavorando... Se siete curiosi questa è la mia esecuzione. https://soundcloud.com/jodor69/hijo-de-la-luna (arrangiamento di GALYA - www.Galy...
Post
16/02/2016 00:11:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Utero in affitto? Scenari complessi e discutibili

02 febbraio 2016 ore 14:56 segnala
Perchè è vietato partorire un bambino e venderlo, ed invece è permesso, affittare l'utero e partorire il bambino per un'altra coppia?
Se vediamo il fatto, nella sostanza non cambia molto: c'è un bambino che nasce da una donna che prende / ha preso i soldi per privarsene.
E se le donne anzichè affittare l'utero ad una coppia, lo affittassero a delle società proprietarie degli ovuli e degli spermatozoi che commissionano figli da rivendere in adozione? Cosa cambierebbe? L'idea sporca che a guadagnarci dalla vendita di un bambino c'è una società oltre che la donna che affitta l'utero?
Si aprono scenari terribili che la legge non può disciplinare perchè l'etica è soggettiva e mutabile e con l'evoluzione del contesto sociale, il cambiamento della morale può portare ovunque a seconda di quanto sia forte chi ha i mezzi per manipolare consenso. Sappiamo bene cosa è successo con il nazismo in cui la follia criminale aveva il consenso delle masse.
Concludendo non sono contrario a priori, ma dal mio punto di vista l'utero in affitto dovrebbe essere permesso solo tra parenti come gesto di amore gratuito. Anche se poi stabilire realmente la gratuità sarebbe complesso, mi immagino già la moltitudine di figli che nascerebbero "in nero" da noi Italiani :-)
f30b4171-69e1-4669-a673-665fc50b1665
Perchè è vietato partorire un bambino e venderlo, ed invece è permesso, affittare l'utero e partorire il bambino per un'altra coppia? Se vediamo il fatto, nella sostanza non cambia molto: c'è un bambino che nasce da una donna che prende / ha preso i soldi per privarsene. E se le donne anzichè...
Post
02/02/2016 14:56:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Schumann - Traumerei (da Kinderszenen-Op.15 n.7) piano cover

25 novembre 2015 ore 14:45 segnala

Un altro brano il cui studio è praticamente finito. Traumerei - Il Sogno è un pezzo romanticissimo e rilassante di Schumann tratto dalla raccolta Kinderszenen (Scene Infantili). Sfido chiunque ad ascoltarlo in cuffia la sera al letto e restare svegli. :-)
Ogni volta è la stessa storia. Anche questa volta, mi sembrava un muro insormontabile ed invece adesso lo suono piacevolmente (al mio orecchio).
Quando comincio a studiare un nuovo brano all'inizio provo sempre un grande senso di frustrazione e scoraggiamento, mi sembra che non ce la farò mai. Però non mi lascio vincere, resisto, vado avanti giorno dopo giorno e a poco a poco comincia ad uscire fuori il suono giusto e il brano comincia ad essere sicuro e automatico.
Di pari passo cresce con il miglioramento del brano una grandissima soddisfazione personale.
Questa la mia esecuzione:

https://soundcloud.com/jodor69/schumann-traumerei

E questa quella di Lang Lang (non è la migliore, le più belle son quelle di Marta Argerich)



Buon Ascolto!
0617f1a7-d85c-4df8-9f8a-3bf6ff3585fd
« immagine » Un altro brano il cui studio è praticamente finito. Traumerei - Il Sogno è un pezzo romanticissimo e rilassante di Schumann tratto dalla raccolta Kinderszenen (Scene Infantili). Sfido chiunque ad ascoltarlo in cuffia la sera al letto e restare svegli. :-) Ogni volta è la stessa stori...
Post
25/11/2015 14:45:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Suonando Canone in Re di Johann Pachelbel

11 settembre 2015 ore 08:41 segnala
Finalmente ho completato un nuovo brano. E' il Canone in Re di Johann Pachelbel. E' un pezzo classico famoso, con una armonia bellissima. Quella che ho studiato e suonato (con qualche errore) è la versione arrangiata da Lee Galloway per pianoforte. Secondo me, tra quelle per il pianoforte che si trovano eseguite su youtube, è la più bella.

Questa estate mentre la studiavo in piena notte mi è capitato che fuori cominciasse a diluviare. Suonare in cuffia, con fuori il temporale è stata una sensazione molto suggestiva, che mi ha ripagato delle tante ore di studio. Questa è la mia esecuzione: Pachelbel Canone in Re

https://soundcloud.com/jodor69/pachelbel-canond-1


E questo è il video dell'anziano maestro Lee Galloway che ha creato questa splendida versione per il pianoforte:




Piccola curiosità: mi sarebbe piaciuto avere un nonno come Lee Galloway che mi avesse fatto respirare musica in famiglia fin da piccolissimo...
20a38e55-2fea-40a4-80e3-e9344ad4ca4c
« immagine » Finalmente ho completato un nuovo brano. E' il Canone in Re di Johann Pachelbel. E' un pezzo classico famoso, con una armonia bellissima. Quella che ho studiato e suonato (con qualche errore) è la versione arrangiata da Lee Galloway per pianoforte. Secondo me, tra quelle per il pianofo...
Post
11/09/2015 08:41:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    3