La grande famiglia

27 maggio 2016 ore 14:38 segnala
Il sassofono fu inventato dal belga Antoine-Joseph Sax nel 1841 e brevettato il 22 giugno del 1846. Ha avuto una grandissima e veloce espansione in moltissimi generi di musica grazie alle sue doti di espressività e duttilità.

La famiglia dei sassofoni, come concepita da A. J. Sax, ha 14 membri, di cui solo sei sono ancora in uso. In ordine di altezza crescente gli strumenti sono questi:

Sax basso
E' uno strumento ormai in disuso che si incontra raramente.
Ha goduto di una discreta diffusione durante gli anni venti e trenta nelle band Dixieland. È diffuso nelle tipiche bande da giro meridionali (Puglia-Campania ecc.) che crea assieme al sax baritono un impasto ricco di sonorità.



Sax baritono
E' il sassofono di uso comune dall'intonazione più grave.
Tra i sassofoni comuni, si distingue per le dimensioni e la caratteristica voluta del collo. Nel video c'è un assolo di sax baritono dal minuto 2.01


Sax Tenore
la sua estensione è una quinta sopra il baritono.
Di uso comune, incarna l'immagine del sassofono nell'iconografia popolare.
Si riconosce per via della caratteristica "gobba" del collo.



Sax contralto
Tra tutti gli strumenti della famiglia, è quello che offre il miglior compromesso tra dimensioni, peso, imboccatura, ergonomia delle mani e problemi d'intonazione: per questo motivo è spesso consigliato come primo strumento.
Molto diffuso nella musica jazz di ieri e di oggi.



Sax soprano
Esteso a partire da una quinta sopra il contralto.
Normalmente diritto, esiste anche in versione curva e semicurva.
Il timbro del sassofono soprano è tipicamente nasale e sottile, con una dolcezza che può ricordare l'oboe.
Nella musica moderna è tornato in auge a partire dagli anni quaranta, grazie a Sidney Bechet e John Coltrane (jazz).
Ogni tanto fa qualche incursione anche nella musica pop.



Sax sub-cotrabbasso e Sax sopranissimo
Chiudo con un video che riunisce i due estremi della famiglia, cioè il più grande ed il più piccolo.
Di sax sub-contrabbasso ne esistono pochi e sono realizzati solo su commissione.
La sua estensione è un'ottava sotto il sax basso.
Il sax sopranissimo, detto anche soprillo, è a sua volta strumento molto raro.
Di dimensioni pari a quelle di un ottavino, la sua costruzione ha richiesto l'applicazione di un foro portavoce dentro al bocchino.



dal web, tagliato-copiato-incollato da me :-)) :ciao
dc6afb9e-bfb8-41aa-949b-18cbb3305ca0
Il sassofono fu inventato dal belga Antoine-Joseph Sax nel 1841 e brevettato il 22 giugno del 1846. Ha avuto una grandissima e veloce espansione in moltissimi generi di musica grazie alle sue doti di espressività e duttilità. « immagine » La famiglia dei sassofoni, come concepita da A. J. Sax, ha...
Post
27/05/2016 14:38:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.