Figli

30 giugno 2017 ore 14:02 segnala
Spesso mi viene chiesto da chi il mare lo vive solo su un pedalò durante le vacanze...
“ma come fate a stare per così molto tempo lontano da casa... dagli affetti...?”
e sempre di più mi rendo conto che non esiste il passepartout che possa dare accesso allo scrigno delle risposte. Chi, come me, ha scelto questa vita lo ha fatto per i motivi più disparati...

L’amore per il mare... fuggire dal proprio passato... allontanarsi da dolori che lacerano l’anima... necessità di mantenere una famiglia... spirito di avventura... voglia di conoscere un mondo che non sia quello che, sempre uguale, ci vede nascere e morire...

In più di trent’anni in cui il mio orizzonte è stato lambito dal blu del cielo a quello delle onde, ho avuto l’onore di conoscere uomini veri... sia che tenessi in mano la redazza per pulire i ponti oppure il compasso per tracciare le rotte, sono stato al fianco di persone che mi hanno regalato la loro storia. La loro esperienza. Hanno condiviso con me gioie e dolori. Attimi di euforia e giornate di malinconia.

Un mondo, il nostro, in cui non importa quale sia la latitudine o la longitudine in cui ci troviamo. Non desideriamo continenti piuttosto che atolli. Sappiamo adeguarci allo stesso modo sia alla burrasca che alla calma piatta.
Un mondo in cui svisceriamo il nostro animo ai cristalli di sale che brillano attaccati ai traversini del ponte sotto i raggi del primo sole, così come lo sveliamo a chi ci sta accanto ad ascoltare. Non fa differenza se la persona la conosci da un giorno o da sempre. Sai che quel qualcuno, un giorno, potrebbe salvarti la vita... e soprattutto sai che se è li con te, molto probabilmente porta il tuo stesso bagaglio. Il tuo stesso peso.

A dire il vero non amo molto raccontare al prossimo ciò che tengo chiuso nel cuore e nell’anima. E’ raro che mi apra. Forse ho esternato più in questo blog che a monitor spento. Molti, invece, lo hanno fatto e lo fanno tuttora con me. In questi anni, mio malgrado, sono stato preso per mano ed accompagnato attraverso i sentieri più celati dell’essenza umana. Sia che fossero risplendenti di luce gioiosa che tormentati dal buio.
Non so perché abbia goduto di cotanta fiducia. Forse perché so ascoltare. O forse perché hanno sentito e percepito che so mantenere un segreto...

Ed è in queste storie che ho scoperto, nel tempo, l’esistenza di un filo conduttore che le accomuna. L’amore per i figli.

Lo strazio di esserne lontani, misto all’orgoglio della loro crescita. L’impotenza di fronte alla consapevolezza di non poter partecipare ai loro progressi, unita alla felicità al pensiero di un abbraccio, dopo lo sbarco.

I figli.

Dio solo sa cosa farei io per i miei. Per loro mi sono sacrificato, e continuerò a farlo. Per loro ho rinunciato, e continuerò a rinunciare.

Guardo la mia “bimba” seduta accanto a me sul divano ...

Stringo più forte l’abbraccio che ci unisce... e le sussurro...
“... io e te e tuo fratello siamo imbarcati sulla stessa nave... e non ci sarà tempesta che possa abbandonarla... nemmeno per un istante...”




Semper Fidelis
c62f4abd-13b3-4a8c-91e2-5e46a683949f
Spesso mi viene chiesto da chi il mare lo vive solo su un pedalò durante le vacanze... “ma come fate a stare per così molto tempo lontano da casa... dagli affetti...?” e sempre di più mi rendo conto che non esiste il passepartout che possa dare accesso allo scrigno delle risposte. Chi, come me, ha...
Post
30/06/2017 14:02:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. ombra.dargento 30 giugno 2017 ore 18:51
    non ho figli, ma so cosa significa essere madre. sono figlia e non so cosa significa avere un padre (meraviglioso come te), ma c'era, c'è, ci sarà sempre il mare.

    :rosa
  2. Epi.centro 01 luglio 2017 ore 15:43
    Semper guerriera... profondo come i tuoi pensieri... meraviglioso come la tua anima.. grazie.. :rosa
  3. s.hela 04 agosto 2017 ore 16:47
    I figli la nostra vita ,
    la bellezza dell'intorno
    anche in giornate scure
    e minacciose. Il loro
    sguardo ,il nostro Amore
    che mai avrà fine per
    loro.

    Scrivi incredibilmente bene.
    Un saluto Giulia :rosa
  4. Epi.centro 16 agosto 2017 ore 20:27
    Giulia... :rose
  5. s.hela 21 agosto 2017 ore 20:11
    :-) Grazie buona serata
    Giulia

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.