Vorrei...

11 luglio 2019 ore 12:12 segnala


Vorrei, vorrei tanto dimenticare quel tempo ormai trascorso, un tempo ormai lontano, parlare solo dei ricordi gioiosi evitando quelli tristi riuscendo a dimenticare anche quello che non ho e non avrò più. Ma intanto tu raccontami quello che avrebbe potuto essere e che invece non sarà, usa la fantasia, inventa, ed io crederò a tutto ciò che dirai, però voglio che mi racconti solo storie belle, quelle con un lieto fine come succede quasi sempre nelle fiabe. Raccontami di come sarà quel lasso di tempo che ancora mi attende ma per me difficile immaginare. Non so farlo, non ci riesco, quella vita che ho sempre amato, i desideri che avevo di raggiungere obiettivi sempre nuovi, quella voglia impellente di riuscire a rovesciare il mondo è andata piano piano spegnendosi. Forse è solo un momento di stanchezza fisica e psicologica, l'apatia non ha mai fatto parte di me ma ora devo riconoscere che sta invadendo quel tempo che mi sfugge dalle mani e dalla mente. Non amo più questo universo che sta stritolando il mio vivere ed il vivere altrui. Mancano la pace, la serenità, la solidarietà o forse il mio attuale sentire è solo il frutto del passare e dell'età. Quella età che non riesco ad accettare perchè non mi permette più di poter fare ciò che vorrei nonostante io cerchi in ogni modo di reagire perchè so che la tristezza e l'apatia portano alla morte dell'anima.

69deba7e-997b-46b4-ab67-2cd8200b53b5
« immagine » Vorrei, vorrei tanto dimenticare quel tempo ormai trascorso, un tempo ormai lontano, parlare solo dei ricordi gioiosi evitando quelli tristi riuscendo a dimenticare anche quello che non ho e non avrò più. Ma intanto tu raccontami quello che avrebbe potuto essere e che invece non sarà...
Post
11/07/2019 12:12:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. antioco4 12 luglio 2019 ore 11:58
    sempre brava ciao cara amica scrivi sempre molto bene un abbraccio ciao Ale grande Rino
  2. crenabog 30 luglio 2019 ore 09:34
    guarda Annina, sto talmente stanco e strafatto di sonno che, francamente, non so se complimentarmi per il sentimentalismo del post o se lasciar spazio al mio doppelganger e mettermi a sparare bufale come mio solito, quando quel lato poltergeist che si nasconde tra le mie interiora scalpita per mettersi a fare il buffone e scrivere cose tipo "benvenuta nel club" o anche di peggio, ma per farci due risate, scrollarci le ragnatele dall'anima, far finta di essere vivi, come sai bene che faccio da sempre. vedi tu, fai finta che abbia fatto l'uno e l'altro e scegli quel che più si confà al tuo stato d'animo. un abbraccione comunque te lo becchi e te lo porti a casa...
  3. EtruscanLady 04 agosto 2019 ore 09:59
    antioco4, grazie della visita e del commento.
  4. EtruscanLady 04 agosto 2019 ore 10:19
    crenabog, mi hai fatta ridere. Un commento divertente per dire che mi ritieni un po' fuori di testa. Beh in effetti inizio a pensarlo anche io visto che ogni tanto mi viene detto anche da altri e, non parlo del virtuale. E tu caro Marco quando commenti non tenere mai dentro ciò che senti di dire qualunque sia il tuo pensiero o il tuo sentire, meglio comunque le buffonate delle tristezze che di queste ultime ne ho subite assai anche negli ultimi tempi e vorrei poterne uscire continuando a vivere davvero invece di far finta.
    Grazie delle tue parole e, l'abbraccione ora te lo becchi tu e decidi se lasciarlo qui o portartelo a casa ...
  5. crenabog 04 agosto 2019 ore 18:34
    Lo metto in cassaforte perché i tempi tristi ti arrivano tra capo e collo ed è meglio avere un galleggiante a cui aggrapparsi quando serve! E come diceva lo Stregatto siamo tutti matti qui dentro... Per fortuna aggiungo io!
  6. s.hela 11 agosto 2019 ore 13:46
    Anna cara ciao, le tue parole sono sempre introspettive e ci fanno riflettere.
    Infondo in questo mondo forse riusciamo ad essere noi stessi guardandoci dentro.

    Spero tutto bene per te e che ti stai rilassando ti mando un grande abbraccio.

    Giulia :bacio :rosa
  7. VirPaucisVerbo 22 agosto 2019 ore 12:32
    Ah, è ben difficile da combattere l'apatia, la malinconia, la tristezza. Perché ti spengono dolcemente, non fanno male, ci si illanguidisce nel loro crudele torpore.
    Potrei consigliarti di leggere "Terra!" di quel genio di Stefano Benni e vedere come viene sconfitto lo Slok Slok p'i (che è la stessa apatia di cui stiamo parlando). Secondo me aiuta.

    Grazie per questo post. E buona giornata :rosa
  8. EtruscanLady 25 agosto 2019 ore 10:27
    s.hela, forse è proprio il fatto di guardarmi dentro che mi rende così. Troppa sensibilità fa parte del mio essere e questo mi rende vulnerabile ad ogni accadimento ma questa sono e non posso farci niente.
    Grazie e abbraccio come sempre ricambiato :staff :rosa
  9. EtruscanLady 25 agosto 2019 ore 10:34
    VirPaucisVerbo, come sono vere le tue parole, per fortuna sto lentamente tornando a quello stato di normalità che di solito caratterizza il mio modo di essere anche se un ricordo fa ancora un po' male.
    Ti ringrazio molto per il consiglio, appena mi sarà possibile andare in città lo acquisterò sicuramente.
    Grazie a te per l'apprezzamento, un saluto :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.