Pablo Neruda

06 luglio 2014 ore 18:46 segnala
Se saprai starmi vicino

e potremo essere diversi,

se il sole illuminera' entrambi

senza che le nostre ombre si sovrappongano,

in mezzo al mondo

e insieme al mondo,

piangere, ridere, vivere;


se ogni giorno sara' scoprire quello che siamo

e non il ricordo di come eravamo,

se sapremo darci l'un l'altro

senza sapere chi sara' il primo e chi l'ultimo,

il tuo corpo cantera' con il mio

perché insieme e' gioia...


Allora sara' Amore

e non sara' stato vano aspettarsi tanto.

Pablo Neruda
fcb0eadc-a46c-4f3c-b90d-38983493edd0
Se saprai starmi vicino e potremo essere diversi, se il sole illuminera' entrambi senza che le nostre ombre si sovrappongano, in mezzo al mondo e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere; se ogni giorno sara' scoprire quello che siamo e non il ricordo di come eravamo, se sapremo darci...
Post
06/07/2014 18:46:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Lettera ad un Amico...

01 luglio 2014 ore 00:07 segnala
Ciao, Garcon, ho finalmente traslocato al mare e gia' questo mi rende immensamente felice, appagata. Non ho vista mare, ma su un prato stupendo adorno di palme. Una delle mie cagnoline mi e' venuta a mancare, povero Tesoro, anche lei raccolta dalla strada.Cosi' ne ho fatta uscire una piccolina e vecchietta dalla galera, da un canile nei dintorni, ma il vuoto dell'Altra rimane cmq incolmabile...Vedo dalle foto che anche tu ami gli Animali. E come poteva essere altrimenti? Un'Anima bella come la tua, ricca dentro, ha tanto Amore da dare...Io, finalmente ,sono serena, a volte riesco pure ad essere selvaggiamente felice, forse perché da sempre ho apprezzato e privilegiato le piccole, preziose cose della quotidianita'. Tu, invece?Raccontami qlc di te, dimmi se sei almeno sereno...

Non ho un Compagno, ma la cosa non mi angustia, cosi' come il trascorrere del tempo. Ho vissuto la mia vita, troppo spesso lei mi ha attraversata trafiggendomi, ma se questo era il prezzo da pagare per arrivare alla consapevolezza delle mie (poche) doti, all'acquiescenza dei rancori, al perdono verso coloro che mi hanno volutamente fare del male, all'equilibrio di ora, ben venga pure questo debito da saldare...Ora ti abbraccio con stima e con dolcezza. Patrizia :smile
3bcef531-fae4-4116-abcf-30fcb5edcc06
Ciao, Garcon, ho finalmente traslocato al mare e gia' questo mi rende immensamente felice, appagata. Non ho vista mare, ma su un prato stupendo adorno di palme. Una delle mie cagnoline mi e' venuta a mancare, povero Tesoro, anche lei raccolta dalla strada.Cosi' ne ho fatta uscire una piccolina e...
Post
01/07/2014 00:07:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Amami o odiami...

27 giugno 2014 ore 00:17 segnala
Amami o odiami,
entrambi sono
a mio favore:
se mi ami,
saro' sempre
nel tuo cuore;
se mi odi,
saro' sempre
nella tua mente...

William Shakespeare
3dde284e-a07a-4bd0-a03d-c9c5cee1f4d0
Amami o odiami, entrambi sono a mio favore: se mi ami, saro' sempre nel tuo cuore; se mi odi, saro' sempre nella tua mente... William Shakespeare
Post
27/06/2014 00:17:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Anonimo.

25 giugno 2014 ore 10:51 segnala
Amore dismesso
appeso a una gruccia
lasciato
davanti
a vetri appannati
a guardare
la fine
di un giorno
ferito...
Amore cucito
addosso al mio corpo
fasciante
frusciante
le spalle scoperte
un prato di viole
in cui perdere
il passo...
in cui perdere
il senno...
Amore scolpito
con fili d'argento
che seguon volute
di sogni arruffati
adagiati sul cuore
fra piume e merletti
trovati in bauli
scordati
in soffitte...
Amore scucito
strappato di dosso
lacerato
sconfitto
lasciato per terra
a raccogliere polvere
nudo di storia
ma sempre
se stesso...

Amore scaduto...
Amore dismesso...
55d39c32-2e64-481b-9c17-1d23953f5375
Amore dismesso appeso a una gruccia lasciato davanti a vetri appannati a guardare la fine di un giorno ferito... Amore cucito addosso al mio corpo fasciante frusciante le spalle scoperte un prato di viole in cui perdere il passo... in cui perdere il senno... Amore scolpito con...
Post
25/06/2014 10:51:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Io adoro...

17 giugno 2014 ore 23:06 segnala
la carta a quadretti, che emozione!
Il ricordo delle prime parole
imparate e poi scritte
nei primi giorni di scuola...
la testa colma di sogni,
la fantasia che galoppava,
"rubabandiera", ero fortissima,
lo " schiaffo del soldato",
le biglie ( i boccini
li chiamavamo noi di Roma).
Ve li ricordate questi giochi?
Ci si divertiva con niente,
eravamo tutti poveri
eppure...inconsapevoli...
eravamo tutti felici.
Lo zucchero filato,
il vecchietto che vendeva
zucchero d'orzo, conetti
di albume e treccine di liquirizia
a 5 Lire.
Le scarpe della sorella
maggiore per tutti i giorni.
Quelle "buone" solo
per la domenica.
Il matitone rosso e blu.
Pane e zucchero per merenda.
La medaglietta appesa
sul grembiulino come attestato
per i miei meriti di quel giorno
dalla suora.
La stessa che mi picchiava, poi,
solo perché ero mancina.
La "mano del diavolo" urlava.
La utilizzo ancora quella mano...
0b2ce3b6-a28a-450a-8f64-8aa50bb62bb0
la carta a quadretti, che emozione! Il ricordo delle prime parole imparate e poi scritte nei primi giorni di scuola... la testa colma di sogni, la fantasia che galoppava, "rubabandiera", ero fortissima, lo " schiaffo del soldato", le biglie ( i boccini li chiamavamo noi di Roma). Ve li ricordate...
Post
17/06/2014 23:06:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Beatrice

26 aprile 2014 ore 22:54 segnala
Beatrice per tutti,
per me Cicciabomba
o Bice o la Gondola,
per quel particolare
modo di dondolare
a pancia all'aria
quando voleva le coccole.
Docile, dolce,
giocherellona,
ubbidiente.
La mia Cagnolina adorata!
Ti vorro' bene in eterno.
La mamma.

singletudine...

26 aprile 2014 ore 14:53 segnala
Io non avverto
la singletudine,no!
Vivo quando posso
da protagonista
la mia vita cercando
di godere delle piccole,
preziose cose della quotidianita'.
Il mio lavoro,
i miei pochi, veri Amici
reali e fidati,
alcuni Affetti,
i miei cagnolini,
il volontariato,
i dolci, la cucina,
i fiori, la fotografia,
scrivere di notte,
una mostra,
un tramonto,
un film,
molti libri.
E quando mi sento sola,
raramente per fortuna,
non prendo le chiavi
e non esco a cercare
un uomo;
sogno.
Un uomo che non esiste...
47555150-b967-4f44-9370-ea2418161856
Io non avverto la singletudine,no! Vivo quando posso da protagonista la mia vita cercando di godere delle piccole, preziose cose della quotidianita'. Il mio lavoro, i miei pochi, veri Amici reali e fidati, alcuni Affetti, i miei cagnolini, il volontariato, i dolci, la cucina, i fiori, la...
Post
26/04/2014 14:53:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Dedicato agli uomini...

18 aprile 2014 ore 22:55 segnala
Tu, uomo, credi
di aver scoperto
qualche cristallo
di me....
Neanche noi stessi
ci conosciamo a fondo,
molto spesso.
Per ora non me la sento
di darti il n. del mio telefono,
scusami.
Consideralo un privilegio.
Io sto cercando
di conoscerti.
E se con la stessa facilita'
darei il mio n. a tutti quelli
che me lo chiedono,
sarei una persona superficiale,
perché vorrebbe dire che per me
uno vale l'altro...
No,
per me un uomo
non ne vale un altro...
E neanche mi farebbe piacere
immaginare che per te
o un altro chiedere il mio
telefono sia un'abitudine
tanto per...rimorchiare.
Ossia,
una vale l'altra.
Troppo complicato?

Per approcciare una Donna...

06 aprile 2014 ore 22:41 segnala
L'uomo, per approcciare una donna, con la certezza di copulare, parla con un linguaggio eplicito. Non vuole perdere tempo, ma ha anche un vocabolario limitato, implicito nel DNA, che lo fa interagire con poche parole ma molto dirette. La donna riceve l'approccio come una violazione alla propria interiorita', come superficialita' e come banalita'. Avverte, con malcelata malinconia, la certezza che gli uomini ci vedano come cavalle da monta. In definitiva: uomini, almeno fingete! Cercate di colorare di Poesia gli aneliti della carne...
8a0d47cc-24d8-44ae-9670-5f963c2b6f7b
L'uomo, per approcciare una donna, con la certezza di copulare, parla con un linguaggio eplicito. Non vuole perdere tempo, ma ha anche un vocabolario limitato, implicito nel DNA, che lo fa interagire con poche parole ma molto dirette. La donna riceve l'approccio come una violazione alla propria...
Post
06/04/2014 22:41:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Crudelmente attuale...

29 agosto 2013 ore 21:43 segnala
...impercettibile in un frastuono di stivali... sì, sono io che parlo... che vorrebbe urlare alle vostre porte, sì, sono io la piccola voce che colpisce la vostra coscienza, sono molte le porte che vorrei aprire alla riflessione, lo so, so bene, sono impercettibile ai vostri occhi, le morti sono invisibili per le vostre orecchie, inudibile diventerebbe questa guerra, invisibile come indescrivibile, si dice. impensabile, la miseria che genera una guerra, impensabili perché inevitabili tutti i suoi orrori... ma la morte, si dice, colpisce anche le persone buone... le bombe falciano anche i bambini, si dice. com’ero... quando la vita mi ha lasciato, era ieri, e credo che sia già un ricordo, avrei potuto essere la vostra piccola ragazza, una piccola ragazza di cinque anni, una bella ragazza a vent' anni..... che importa, poiché i bambini morti non invecchiano più. Una granata è caduta sulla mia casa e, poi il nulla... ma chi ha premuto il grilletto? chi ha sparato... una domanda che tutti si pongono... è tuttavia, solo una delle armi che producete e ci vendete. i miei giocattoli sono stati bruciati e la mia bambola fusa, tutto, sì, tutto è ridotto in polvere, e non posso tenere più la mia bambola nelle mie braccia. per me, non chiedo nulla, se busso alle vostre porte e urlo nelle orecchie, se grido più forte di tutte le minacce di guerra oggi, più forte della tua vocina... che dice “tutto questo non ci riguarda”; naturalmente questo non è più per me... non voglio più delle bombe che distruggano le nostre bambole, i bambini che le tengono, e le nostre mamme e anche i nostri padri…
4adc8219-8dc5-4d36-855e-1451631ed3a5
...impercettibile in un frastuono di stivali... sì, sono io che parlo... che vorrebbe urlare alle vostre porte, sì, sono io la piccola voce che colpisce la vostra coscienza, sono molte le porte che vorrei aprire alla riflessione, lo so, so bene, sono impercettibile ai vostri occhi, le morti sono...
Post
29/08/2013 21:43:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2