Unico peccato

07 marzo 2018 ore 05:28 segnala


Ho corso
in un campo di grano
contando spighe e pane
macinando farina e sale
abbandonata
nell'impasto del tuo cuore
sfornami ora:
calda come una pagnotta
profumata come una viola
bella...come alba mai sorta
accosta la tua anima alla mia
origlia desideri
sazia la mia fame quotidiana
in una preghiera
giungendo le mani
perdonami tutto
e...
fai di me ora
il tuo solo ed unico peccato!

2c13e907-f376-4017-bd51-ab77e8a4e994
« immagine » Ho corso in un campo di grano contando spighe e pane macinando farina e sale abbandonata nell'impasto del tuo cuore sfornami ora: calda come una pagnotta profumata come una viola bella...come alba mai sorta accosta la tua anima alla mia origlia desideri sazia la mia fame quotidiana...
Post
07/03/2018 05:28:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

A mio padre semplice filosofo

15 febbraio 2018 ore 20:11 segnala



... svelato l'arcano
buona fortuna,
le parole intrecciate
con saggia ponderazione
creano magia e nutrimento
per l'anima e la mente

in famiglia chi era di facile e gentil penna?

Nel cuore e nella mente devo cercare,
abissi profondi da sondare
fitta nebbia oltrepassare
nella sabbia ch'è come il mare
la memoria
da trovare...
sarà il lontano altissimo
rosso nonno
che davanti al camino
con tanto sonno
raccontava al piccino
lunghe storie
di balene
di terre lontane
non c'è più!

Lunghe storie di sale
di violente onde
di dolci e balocchi
e campane con i loro rintocchi
streghe e maghi
tenevan lontani...
e buone fate
con ceste piene di ciliege e cose buone
che soddisfano grandi, piccini e folletti,
in un grande girotondo
di affetti
comprensione
romanticismo
gentilezze...
e orgoglio persi...
a7966e6c-d8e2-458d-b793-faf8ca7fa462
« immagine » ... svelato l'arcano buona fortuna, le parole intrecciate con saggia ponderazione creano magia e nutrimento per l'anima e la mente in famiglia chi era di facile e gentil penna? Nel cuore e nella mente devo cercare, abissi profondi da sondare fitta nebbia oltrepassare nella sabbi...
Post
15/02/2018 20:11:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Foibe

26 gennaio 2018 ore 09:15 segnala



Come bocche di drago
disseminate
in boschi antichi,
urlano ancora
ferocia e libertà
ferite nella terra
mostrano mani
tese e tremanti
scheletri
han visto la luce
senza godere
nel sacrificio,
senza bande o marce trionfali
solo sangue e terrore
lividi nella carne
e
nella memoria,
soffocati nell'odio,
ammucchiati
nella solitudine
328d8886-9d83-4364-bc3f-dec2a0ca8a0a
« immagine » Come bocche di drago disseminate in boschi antichi, urlano ancora ferocia e libertà ferite nella terra mostrano mani tese e tremanti scheletri han visto la luce senza godere nel sacrificio, senza bande o marce trionfali solo sangue e terrore lividi nella carne e nella memoria, soffo...
Post
26/01/2018 09:15:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    14

Il niente del tutto...

16 gennaio 2018 ore 20:52 segnala


...e tutto finirà in quel giorno
d'amore e solitudine
i sorrisi
i pianti
gli abbracci e gli addii.

Tutto finirà così per un nonnulla...
e sopratutto in quel giorno
perderemo una parte di noi stessi.
3f30d2cb-0ecf-4b3f-94c0-cc5b42d37455
« immagine » ...e tutto finirà in quel giorno d'amore e solitudine i sorrisi i pianti gli abbracci e gli addii. Tutto finirà così per un nonnulla... e sopratutto in quel giorno perderemo una parte di noi stessi.
Post
16/01/2018 20:52:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Gli uomini fanno fatica a dire ti amo

16 gennaio 2018 ore 09:16 segnala



Gli uomini fanno fatica a dire ti amo. Lo dicono solo in caso di estrema necessità, tipo quando proprio non ne possono fare a meno, sennò dicono dei surrogati. Dei derivati del ti amo. Che fanno danni come i derivati delle banche. Dite delle cose tipo: sei molto importante per me. E cosa vuol dire molto importante? Anche non pestare una cacca di cane prima di portare le scarpe al calzolaio è molto importante, ma non è mica la stessa cosa che dire ti amo.Dite cose tipo: Mi fai stare bene. Ma mi fai stare bene lascialo dire a Biagio Antonacci…Dillo al tuo medico Shiatzu quando ti schiaccia i piedi per metterti a posto la cervicale. Oppure sprecate quelle parole tipo tesoro, meraviglia, splendore…Ma splendore cosa? Guardami. Splendo? Non sono mica una plafoniera? Ma dite ti amo, pezzi di cretini! Se la prima volta vi vergognate mettete la testa nel sacchetto del pane?! Dite “ti amo” mentre vi lavate i denti? Sglrlb? Va bene anche quello. Poi al limite cambiate idea. Dire una volta ti amo non crea nè impotenza nè assuefazione.
Poi il bello è che non capite nulla anche quando siamo noi a dirvi parole d’amore…Se vi diciamo cose romantiche tipo: Amore, guarda che luna…voi rispondete: Minchia l’una? Pensavo fossero le undici. Andiamo che mi è scaduto il parcheggio…
Ma noi vi amiamo lo stesso. Cosi come siete….Vi amiamo anche quando...vi vantate di aver scritto il vostro nome facendo pipì sulla neve,
amiamo i vostri piedi anche se sono armi di distruzione di massa,
vi amiamo anche se di notte russate che ci sembra di dormire ai piedi dello Stromboli,
vi amiamo anche se per trovarvi per casa basta seguire le tracce come per gli animali servatici, giacca, camicia, canotta, tutto lasciato per terra finchè sul divano non trovi un tizio con la felpa della Sampdoria che gioca alla Playstation, vi amiamo quando per fare un caffè ne spargete un quarto sul tappetino e due quarti sul gas. E poi dite che viene leggero.
Vi amiamo quando avvitate la caffettiera fino allo spasimo che per aprirla dobbiamo chiamare i pompieri, e poi non chiudete i barattoli, appoggiate solo il coperchio sopra cosi appena lo prendi sbadabam cade tutto,
Vi amiamo quando sparecchiate la tavola con la tecnica del discobolo, mettendo in frigo la pentola della minestra che poggia su due mandarini.
Vi amiamo quando a Natale scavate il panettone con le dita,
quando per farvi un caffè sporcate la cucina che neanche 10 Benedette Parodi…,
e pure quando per farvi la doccia allagate il bagno e lasciate la malloppa di peli nello scarico, che sembra di stare insieme a un setter irlandese!
Vi amiamo quando diciamo voglio un figlio da te e voi rispondete “Magari un cane” e noi vorremmo abbandonare VOI in autostrada non il cane
vi amiamo quando andate a lavare la macchina e ci chiudete dentro coi finestrini aperti,
vi amiamo quando fate quelle battute tipo prima di fidanzarti guarda la madre, perché la figlia diventerà cosi, Voi no. Voi spesso siete pirla fin da subito.
Vi amiamo quando mettete nella lavastoviglie i coltelli di punta, che quando noi la svuotiamo ci scarnifichiamo, e quando invece di sostituire il rotolo finito della carta igienica usate il tubetto di cartone grigio come cannocchiale.
E’ per amore vostro che facciamo finta di addormentarci abbracciati anche se dormire sul vostro omero ci dà un po’ la sensazione di appoggiare la mandibola su un ramo secco di castagno,
e vi amiamo anche se considerate come dogma assoluto che l’arrosto della mamma è più buono di quello che facciamo noi. Il creatore non ha detto: E la suocera fece l’arrosto fatelo sempre cosi in memoria di me.
Insomma, noi vi amiamo anche quando date il peggio, vi amiamo nella buona ma soprattutto nella schifosa sorte. Vi amiamo perché amiamo l’amore che è un apostrofo rosa tra le parole: E’ irrecuperabile …ma quasi quasi me lo tengo.
Perchè San valentino è la festa dell'amore, declinato in tutte le sue forme. L'amore delle persone che si amano. Anche delle donne che amano le donne e degli uomini che amano gli uomini. MA CHE CI INTERESSA QUELLO CHE FANNO A LETTO…L’IMPORTANTE E’ CHE LE PERSONE SI VOGLIANO BENE, SOLO QUESTO CONTA…
Pensa che bello sarebbe vivere in un paese dove tutti i diritti fossero riconosciuti. Ma non solo i diritti dei soldi. Quelli dell'anima. Quelli che mi dicono che posso vegliare la persona che ho amato per anni in un letto d'ospedale senza nessuno che mi cacci via perchè non siamo parenti.
E poi vorremmo un san valentino dove nessun uomo per farci i complimenti dicesse che siamo donne con le palle. Dirci che siamo donne con le palle non è un complimento. Non le vogliamo. Abbiamo già le tette. Tra l'altro sono due e sferiche anche quelle. Vogliamo solo rispetto. In Italia in media ogni due o tre giorni un uomo uccide una donna, compagna, figlia, amante, sorella, ex.
Magari in famiglia. Perché non è che la famiglia sia sempre, per forza, quel luogo magico in cui tutto è amore.
La uccide perché la considera una sua proprietà. Perché non concepisce che una donna appartenga a se stessa, sia libera di vivere come vuole lei e persino di innamorarsi di un altro.. E noi che siamo ingenue spesso scambiamo tutto per amore, ma l’amore con la violenza e le botte non c’entrano un tubo. L'amore, con gli schiaffi e i pugni c'entra come la libertà con la prigione. Noi a Torino, che risentiamo della nobiltà reale, diciamo che è come passare dal risotto alla merda.
Un uomo che ci mena non ci ama. Mettiamocelo in testa. Salviamolo nell’hard disk. Vogliamo credere che ci ami? Bene. Allora ci ama MALE. Non è questo l’amore. Un uomo che ci picchia è uno stronzo. Sempre. E dobbiamo capirlo subito. Al primo schiaffo. Perché tanto arriverà anche il secondo, e poi un terzo e un quarto. L’amore rende felici e riempie il cuore, non rompe costole e non lascia lividi sulla faccia…Pensiamo mica di avere sette vite come i gatti.? No. Ne abbiamo una sola. Non buttiamola via.

(LUCIANA LITTIZZETTO)
ff52e35a-f2d4-47f4-b918-c2274cf19df1
« immagine » Gli uomini fanno fatica a dire ti amo. Lo dicono solo in caso di estrema necessità, tipo quando proprio non ne possono fare a meno, sennò dicono dei surrogati. Dei derivati del ti amo. Che fanno danni come i derivati delle banche. Dite delle cose tipo: sei molto importante per me. E...
Post
16/01/2018 09:16:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Il mio tempo

15 gennaio 2018 ore 13:48 segnala



Cristo! Quando butterai nella spazzatura quegli orrendi orologi!
…a quella imprecazione il cielo si oscurò e mille soli sbocciarono su pallide margherite, un grande frastuono di zoccoli accompagnava la polvere di bisonti al galoppo, mentre il tic-tac del tuo cuore si confondeva nel ritmo di quel tempo che scorre veloce dalla tua finestra gocciolante dell’umore profumato di cucina.
D’improvviso una lancinante calma afferrò il mio cuore, solo per un piccolo attimo,progetti e sogni caddero rumorosamente sul silenzioso prato di candida neve, fuori nella notte, solo nel gelo tutto il tuo tempo… dimenticando un tic-tac,dimenticando zoccoli,polvere e bisonti:pensi!
Pensi : non è detto che il mio pensiero sia il tuo, ma solo il materiale di un sogno diverso, in fondo i pensieri sono sogni e i sogni sono pensieri…
Difficile muoversi nel pensiero o nel mondo dei sogni, serve equilibrio,pazienza,costanza e coraggio , ho cercato tutto questo per milenni, fra dune e ghiacciai, senza un soddisfacente traguardo ho rotto nella notte decine di specchi che parlavano di altrettanti contrari e la speculare loro delusione costeggiò a lente vele le sponde verdi e rigogliose della speranza,ondeggiando come canne di bambù al soffio dello scirocco caldo e fiero che in quel momento ti solleva e ristora l’anima e ti dà quel forte e rilassante senso di riposo, quel senso di volo verso quel mondo che pensavi non esistesse… improvvisamente lì… nei tuoi occhi,ma ancora più prepotente nella tua anima,hai domande per me?
Io sono il Tempo!
E ti regalo tutto me stesso,non pretendo nulla, non voglio nulla, regalami il tuo fare,il tuo dire, regalami amore infinito ed emozioni immense, pensami come alleato e complice,non come nemico, strappami se vuoi, sarò immortale fra le pieghe dell’umano esistere, ti porterò a piedi nudi e senza rischi fra granelli di sabbia fuggiti alle menti del genio ed alla falce della morte, ti corteggerò senza fiori o diamanti .
Raccogli ora l’arato di allora, felice del seminato, godi di me , della mia pace,del mio amore, del mio essere generoso, raccogli guerre e vendette, non sono in vendita,non sono semplice,non sono complicato né impossibile… ma ci vuole tempo , tic-tac ,polvere e bisonti in fuga se non sai sentirmi e vivermi nella mia piccolezza dell’attimo che passa…sempre!
291cbc1f-09a7-48d2-a130-9ea8521c1071
« immagine » Cristo! Quando butterai nella spazzatura quegli orrendi orologi! …a quella imprecazione il cielo si oscurò e mille soli sbocciarono su pallide margherite, un grande frastuono di zoccoli accompagnava la polvere di bisonti al galoppo, mentre il tic-tac del tuo cuore si confondeva nel ...
Post
15/01/2018 13:48:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Meglio non sapere

14 gennaio 2018 ore 17:32 segnala



Beato chi non sa...
del tuono di marzo
affoga la mente
assorda l'anima
che ne sai...
della luce corrusca del Ruiz
mostro nell'infinita ignoranza
voglio le streghe del bosco
incollate al collo
maligne magie
da togliere il fiato
svegliarsi nell'incubo
perdermi nell'onirico
eternamente senno...
bf515c0c-7828-4b6b-bbb6-e86daa603a63
« immagine » Beato chi non sa... del tuono di marzo affoga la mente assorda l'anima che ne sai... della luce corrusca del Ruiz mostro nell'infinita ignoranza voglio le streghe del bosco incollate al collo maligne magie da togliere il fiato svegliarsi nell'incubo perdermi nell'onirico eternamente...
Post
14/01/2018 17:32:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Senza vergogna

13 gennaio 2018 ore 19:57 segnala


Dosi di veleno
nel silenzio dell'oscurità
nel mare della vergogna
in un mondo diverso
fatto di sguardi
al primo fiato di vento
fatto di gemiti al sole
di viola e colore
un mondo più vero
sincero senza l'odore del mistero
senza maestrale che sposti l'amore
senza denti
per mordere il sapore del fieno
senza nulla che si opponga al bacio
senza grammatica per gridare ho gia' fallito
solo un abbraccio a chi non vede
solo un bacio
a chi sogna
nel mondo senza vergogna...
1cc578cc-c566-4919-91e7-accc56d10411
« immagine » Dosi di veleno nel silenzio dell'oscurità nel mare della vergogna in un mondo diverso fatto di sguardi al primo fiato di vento fatto di gemiti al sole di viola e colore un mondo più vero sincero senza l'odore del mistero senza maestrale che sposti l'amore senza denti per morder...
Post
13/01/2018 19:57:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment

Absit iniuria verbis

10 gennaio 2018 ore 07:18 segnala



...a niuno il capir del verbo
se indove arriva mesce
sibilando d'improvviso
parole sconnesse
in verità dall'opposto ardire
scaltro sorprende
raggelando
vigore del creato
racchiuso nel cuore
sospendendo un pensiero
al di là dell'ingiuria!

73b4727b-f551-4e4b-90d7-a5018d23e678
« immagine » ...a niuno il capir del verbo se indove arriva mesce sibilando d'improvviso parole sconnesse in verità dall'opposto ardire scaltro sorprende raggelando vigore del creato racchiuso nel cuore sospendendo un pensiero al di là dell'ingiuria!
Post
10/01/2018 07:18:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Divorami...

08 gennaio 2018 ore 05:35 segnala



Voglio esser per te
una stanza buia
che ti attira
misteriosa
scura

e curioso
non capisci
se ti fa paura


tu avanzi...
senti rumori
suoni
voci
odori

ancora
sensazioni
vibrazioni

avanzi...

sei ipnotizzato
stregato

avanzi...

per scoprire il mistero
annusi
tocchi
mordi
assaggi

assaggia il mio dolore
la mia gioia
le mie lacrime
e i sorrisi sulle labbra

assaggia il mistero
assaggia ciò che emano
se ti piaccio divorami

allora arriverà la luce
e sarà miccia
per il tuo essere cera

così da consumarti
lentamente di passione...
e7c72fed-10ed-4d57-a1cd-8b99f1460ea3
« immagine » Voglio esser per te una stanza buia che ti attira misteriosa scura e curioso non capisci se ti fa paura tu avanzi... senti rumori suoni voci odori ancora sensazioni vibrazioni avanzi... sei ipnotizzato stregato avanzi... per scoprire il mistero annusi tocchi mordi assaggi ...
Post
08/01/2018 05:35:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    3