...AMORE...

13 gennaio 2014 ore 20:49 segnala
Aliseo, sentiero d'oceano che gonfia le vele, appoggiava i suoi occhi nei miei e mi sorrideva. Con una matita nera disegnavo piccoli cerchi sul suo volto chiaro. Paziente mi amava e s'addormentava cheto sulla mia spalla. Beniamino, il piccolo zoppo dal respiro affannoso, cercava le mie braccia per riposare dopo le corse. Angelo, esangue e bellissimo, riempiva con le sue le mie piccole mani che non le contenevano, e sussurrava racconti di tempi lontani, perduti nella sua memoria. E Menta, così minuta e così forte, rughe come sorrisi, cantava la storia di Mimì, sempre la stessa, accompagnata dal suono della tromba di Dionigi...-
Come l'acqua impregnata di sole che scorre inarrestabile rinnovando ad ogni onda la sua forza eterna, così nei pensieri vivono immagini e ricordi senza fine. Ieri ed oggi si confondono fondendosi e diventano slancio verso una nebulosa che apre un sipario dopo l'altro rivelando il dopo e il sempre. E le radici diventano rami e gemme e foglie. Frutti, su cui continua il viaggio dell'acqua.
Strofino il viso con i palmi delle mani e vedo le lucciole, piccole lanterne sul ruscello dietro casa. Nelle sere di maggio volavo in mezzo a quegli sciami di scintille ondeggianti sulle rive ed erano polvere di comete scese sulla terra, ad accompagnare la vita che cresceva. Fu facile ondeggiare con loro.
Se è vero che tutto scorre, l'acqua mi ha bagnata e ricoperta di sale. Di sole. Di schegge d'arcobaleno. Di granelli di terra fertile e di roccia bianca. Ed ha acceso nel cuore fuochi di rosso vivo, screziati del verde della campagna e del blu dei fiordalisi e dell'oro delle spighe che lo sguardo imprigionava da lassù e le mani conducevano al cuore imprigionandoli eternamente. Alzo le braccia nude alla pioggia, acqua trasparente cui vado incontro. Accenno passi di danza, imperfetti eppur soavi, fra la nebbia che non è muro, ma alcova. Cammino sulla neve e raccolgo cristalli nella coppa delle mani unite.
Acqua. Acqua che gorgoglia, ride, canta, urla, parla sommessa e fonda. Acqua che, lenta dolce impetuosa, tracima ed esonda. Scorre su di me e con essa scorro. In un percorso forse folle, forse immaginifico, forse tortuoso, forse incomprensibile. In un percorso d'Amore.
"Il suo sguardo rovesciato ora contempla le nuvole vaganti e le colline nuvolose di boschi. Anche il suo io è rovesciato negli elementi: il fuoco celeste, l'aria in corsa, l'acqua culla e la terra sostegno". Amore.

Scritto da ViolaNeve
849a617d-07cb-4b5c-b4ce-9308ec6ed038
Aliseo, sentiero d'oceano che gonfia le vele, appoggiava i suoi occhi nei miei e mi sorrideva. Con una matita nera disegnavo piccoli cerchi sul suo volto chiaro. Paziente mi amava e s'addormentava cheto sulla mia spalla. Beniamino, il piccolo zoppo dal respiro affannoso, cercava le mie braccia per...
Post
13/01/2014 20:49:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    30

Commenti

  1. abacogreco 13 gennaio 2014 ore 21:03
    Un vero e proprio inno ad un elemento essenziale della nostra esistenza,una magica,meravigliosa,estasiante musica di due note inusuali,H2O. Poesia pura! Brava.... :rosa
  2. Evelin64 13 gennaio 2014 ore 21:05
    Viola cara, conservi emozioni di un Amore passato, vissuto e sempre vivo. Amore per la famiglia e per gli affetti tutti. Lo stesso amore che hai nel cuore e che doni alla vita, a chi ti sta accanto e a chi passando dal tuo cuore vi resta per sempre ed in modo indelebile. :-)
    Hai la straordinaria capacità di dare immagini alle tue parole...bello, bello, bello :rosa
    Evelin :bye
  3. Carthagodelendaest 13 gennaio 2014 ore 21:29
    vivide immagini, tinteggiate con i colori di una fulgida memoria... aperte ad un orizzonte di speranza chiara... terra fertile offre nutrimento al purpureo fiore
  4. extro1963 13 gennaio 2014 ore 21:33
    ........il momento dell'acqua e del corpo la tensione dei muscoli che premono per lo sforzosui piedi nudi pronti per lo slancio l'attimo che da una scogliera in quell' attimo in quel preciso momento quando il sole è allineato perfettamente all'orrizzonte la luce l'abbaglia era questo che saffo ha provato dolore nell'amore un bagliore una lama di luce che tagliava la sua vista verso l'ignoto verso l'amore, Viola secondo me avevi molto da dire continua cosi
  5. patty1953 13 gennaio 2014 ore 22:43
    Viola potevo scriverti un poema farro di sensazioni e emozioni che le rue parole mi hanno suscitato, ma preferisco dirti una sola cosa mi sono trovata di fronte ad un quadro di Van Gogh mi hai tramesso la stessa sensazione, la stessa forte emozione. Pennellate di parole , su una tela immaginaria, dove la mente si perde e lo sguardo vaga oltre l'immagine per cullarsi al suono soffice delle emozioni, dove la terra si unisce al cielo, dove il fuoco si mescola all'acqua, acqua che scorre sul corpo a lambire come carezza, vita che ritorna alla vita in un canto di sensazioni infinite. Cuore, anima, Amore. Solo una donna poteva scrivere queste parole............ :rosa
  6. patty1953 14 gennaio 2014 ore 00:04
    Vorrei usare ii mezzo a me più congeniale per trasmettere le sensazioni che lo scritto di Viola mi ha suscitato, come donna , con tutta la dolcezza e la tenerezza che una donna può provare e sentire penetrata nella profondità dell'anima.
  7. unpensieroxte 14 gennaio 2014 ore 11:00
    E brava Lucia, pensare che ti credevo na scassapalle per tutto merito di chi sa bene come mettere l'uno contro l'altro ... vabbè ... come l'acqua di quella poesia che hai scritto, perché di poesia si tratta ... ecco che ora gorgoglia, ride, canta, urla e finalmente parla dolce e impetuosa di nuove verità e tracimando esonda lavando l'immagine distorta che purtroppo scorreva su di me.

    Complimenti e inno alla vera e salda nonché pura amicizia che lodo tra te e Eve :rosa
    A questo serve sta baracca de chatta ;-) :rosa :bacio

    :bye :-)
  8. newentry2 14 gennaio 2014 ore 15:06
    tutto bello! molto poetico! complimenti ViolaNeve! :rosa ciao Evelin :kissy
  9. baffocorto 14 gennaio 2014 ore 15:19
    complimenti viola!! un bellissimo post............ciao
  10. ororosso.LT 14 gennaio 2014 ore 22:23
    stupendo.... in questo post che è poesia, hai interpretato la nascita, la vita, e la morte... io l'ho interpretata cosi, e l'ho trovata travolgente... :rosa
  11. ViolaNeve 15 gennaio 2014 ore 13:47
    Ringrazio innanzitutto Evelin che mi ha ospitata nel suo blog e poi tutte le persone che sono intervenute con i loro generosi commenti.
    Mi piace pensare che vengo da lontano e lontano sto andando. Sento un amore profondo per tutti coloro che mi hanno accompagnata e sono accanto o dentro di me in questo viaggio. Spero di ritrovarli oltre il Grande Cancello che un giorno, lontano eh?, dovremo oltrepassare. Ma anche in un Tempo e in uno spazio oggi a noi sconosciuto, l'acqua continuerà a fluire.
    Paolo, è vero, sono un po' rompi e talvolta persino i miei figli me lo rimproverano (pensa come è cambiato il mondo!). Si sbaglia, per orgoglio o testardaggine, per debolezza tipicamente umana. Non sono perfetta, anzi, però oggi so riconoscere i miei errori e cerco sempre di rimediarvi.
    Davvero GRAZIE :rosa
  12. cavaliererrante66 15 gennaio 2014 ore 16:37
    Brava Viola, ottimo post, veramente bello da leggere.... Grazie anche alla padrona di casa, Eve, che con la sua sensibilità ci ha concesso di leggere questi tuoi pensieri....
    max :rosa
  13. albaincontro 15 gennaio 2014 ore 16:55
    Acqua e vento,perchè l'essere fluisca e aleggi in libertà primeva. Bello sentirsi parte del tutto.
  14. charlyzx 15 gennaio 2014 ore 18:08
    Buonasera , devo dire che ogni qualvolta entro in questo blog e' un emozione...trovo sempre post importanti , rilevanti che rispecchiano le attuali problematiche dei tempi d'oggi quindi mi sembra d'obbligo complimentarmi con la cara Evelin che ci da la possibilita' di commentare cose importanti ed interessanti affinche ' poi ci si possa confrontare nella vita quotidiana. Un plauso alla poetessa Viola :rosa che con il suo post ha portato ancor di piu' una ventata di dolcezza ed amore....che al giorno d'oggi purtroppo sono sensazioni ed emozioni rarissime.....!!!
    Grazie di tutto....
  15. giac.omino 16 gennaio 2014 ore 11:10
    ciao Evelin buona giornata
  16. patty1953 16 gennaio 2014 ore 12:49
    Stupenda frase quella dell'immagine di Giacomino......la vita è bella nonostante le difficoltà e basta saper trasmettere questa bellezza magari anche con un sorriso.Ciao :rosa %-)
  17. isabel.diGio 16 gennaio 2014 ore 14:01
    :rosa
  18. gppsol 16 gennaio 2014 ore 14:41
    Complimenti ViolaNeve!
    Rappresentare con tanta struggente dolcezza il vivere in compagnia delle metamorfosi di questo prezioso elemento è già di per se fantastico ma che ciò riporti alla mente tanti e tanti momenti felici e spensierati ed altri conditi da grande delicatezza per me sa di autentico prodigio.
  19. ViolaNeve 16 gennaio 2014 ore 17:34
    Sono commossa per la bellezza dei commenti, tanto che, proprio io che sono una nota logorroica, non trovo le parole adatte per esprimere la mia gratitudine.
    Col cuore, per tutti: :rosa
  20. Evelin64 16 gennaio 2014 ore 19:36
    Ospitando il bellissimo post di ViolaNeve, il blog si è impreziosito di una vera gemma :-) Grazie a tutti di aver condiviso con noi questo modo di fare blog :rosa
    L'amore è un argomento vasto direi, per cui, qualora lo voleste, vi invito a leggere il mio nuovo post, sempre sul tema AMORE. Evelin :flower
  21. Giovannad.arcore74 18 gennaio 2014 ore 16:32
    Bel post veramente e quello che più mi piace é che chi ha scritto lo ha fatto con la Poesia che ha dentro l'anima. Complimenti! :fiore
    Un omaggio anche alla Padrona di casa, G. :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.