...bambini...

20 novembre 2012 ore 11:31 segnala
Tante volte, quando leggo delle notizie che riguardano dei bambini, mi fermo a pensare quanto essi siano in grado realmente di sopportare. Penso ai bambini dei paesi poveri, denutriti, disidratati, malati o menomati, affidati o venduti, usati e martoriati. Bambini che non hanno istruzione, non hanno sostegno, non hanno futuro...
Quanto puo' un bimbo, nella sua piccola mente e con quella piccola capacità di capire, sopportare i soprusi? La fame? La malattia? Le guerre? Le mutilazioni? Ci penso tanto e in quei momenti mi prende una commozione terribile, poichè faccio il confronto con altri bambini, nati in paesi ricchi, con strutture che li faranno crescere con un'istruzione che consentirà loro di avere un futuro. Bambini che non sanno cosa sia la fame, il freddo, la paura, il terrore, l'abbandono...
Un bimbo cresciuto ai limiti della sopravvivenza forse ha una capacità di adattamento superiore ad altri bimbi abituati ad ottenere tutto e forse è per questo, che un bimbo a cui manca tutto oltre la vita, è in grado di sorridere piu' di un bimbo al quale non manca niente, neanche l'amore!

Bambini di tutto il mondo, bambini soli ed indifesi, a voi spero arrivino tutti gli aiuti possibili da questo mondo, il quale già ad ottobre pensa a cosa regalare per Natale ai bambini che hanno già tutto...magari arrivando a mettere insieme tutti i soldi che si vorrebbero spendere per i regali, inviandoli a voi, per consentire che abbiate almeno un presente senza troppe sofferenze per tutto cio' che vi manca. :rosa

Sosteniamo l'UNICEF per favore :-)
4b38636f-02c2-45fa-9d25-2c04f75f2e6f
Tante volte, quando leggo delle notizie che riguardano dei bambini, mi fermo a pensare quanto essi siano in grado realmente di sopportare. Penso ai bambini dei paesi poveri, denutriti, disidratati, malati o menomati, affidati o venduti, usati e martoriati. Bambini che non hanno istruzione, non...
Post
20/11/2012 11:31:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    33

Commenti

  1. sin.phony 20 novembre 2012 ore 13:04
    Commoventi le tue parole molto sentite sai bene che sò di cosa parli un problema che mii toccca da vicino sei una bella persona Evelin non mi stancherò mai di dirlo :rosa :rosa :rosa
  2. dolcecarrie 20 novembre 2012 ore 13:25
    Concordo con te, penso
    sia giusto dare, se si può...buon martedì :rosa :bye
  3. gattina1950 20 novembre 2012 ore 13:54
    Un bel post, scritto con una mano sul cuore per questi piccoli che conoscono soltanto sofferenza.
    Ai nostri che hanno tutto bisognerebbe parlare di quei piccoli non soltanto chiedere....cosa vuoi ti porti Babbo Natale.....ciao Evelin :rosa :fiore :fiore :fiore :fiore
  4. patty.53 20 novembre 2012 ore 13:59
    Quando ero in Nigeria i bambini piccoli africani mi chiamavano Ognoce (bianchiccia) non avevano mai visto un bianco, a loro veniva raccontata la storia dell'uomo nero all'incontrario, per cui avevano paura di me, che li mangiassi. Questa premessa per dire che i bambini sono degli innocenti in mano a noi adulti. I soldati bambini, i bambini cercatori d'oro, i bambini mendicanti, i bambini prostituiti, potrei andare avanti all'infinito solo che il cuore non mi regge. Salviamoli questi bambini, sono anche nostri figli, perché sono figli del futuro.
    Ci sono tante associazioni serie a cui inviare i soldi accumulati con quelli risparmiati sui regali, diciamo anche ai nostri figli, nipoti, quale regalo faresti a quie bambini per Natale, se i nostri figli capiscono che ci sono tanti altri bambini che non hanno la loro fortuna, forse crescerebbero meglio.
    Scusa il dilungarmi, ma hai toccato un argomento che mi sta a cuore, dico solo a tutti, pensiamo ai bambini di Gaza che stanno morendo per un pezzo di terra da chiamare Patria. Ciao Evelin :-( :bye
  5. Edelvais63 20 novembre 2012 ore 15:59
    Argomento terribile nella sua veridicità.I bambini,sono e resteranno sempre,le vittime degli adulti :contesi,abusati,soldati,affamati,malati e soli,tanto e troppo,soli.Che amarezza!!Non aspettiamo il Natale x essere generosi...sono malati e affamati tutto l'anno...Bel post ,che scuote le coscienze, Evelin cara...Ros :-(
  6. tecerco 20 novembre 2012 ore 17:07
    Le guerre. Soprattutto le guerre provocano vittime tra bambini innocenti. Per evitare di essere colpiti i miliziani palestinesi hanno creato a Gaza postazioni di razzi mobili che vengono nascoste e spostate nelle aree piu' densamente abitate, impianti sportivi o vicino alle scuole per farsi scudo dei civili e cercare di sfuggire alla rappresaglia, che invece puntualmente arriva dopo ogni lancio di missile verso Israele. Domenica sono morti nove bambini e chissà quanti altri sono rimasti feriti...Homo pueris lupus.
    Ottimo il tuo suggerimento di evitare regali superflui, destinando invece denaro per i bambini bisognosi.
    Un saluto caro. :rosa :rosa
  7. carisma56 20 novembre 2012 ore 17:31
    Volere un futuro roseo per tutti i bambini del mondo, sarebbe il miglior regalo che la Finanza organizzata può fare per riscattarsi dalla loro crudeltà.....
  8. giusi62 20 novembre 2012 ore 18:12
    :rosa grande post eve
    sosteniamo i bimbi
    dando anche un piccolo aiuto
    nelle nostre possibilità
  9. malenaRM 20 novembre 2012 ore 18:31
    Lo faccio da sempre, Evelin...:rosa
  10. nuvola.61 20 novembre 2012 ore 19:00
    I bambini che con la loro innocenza riescono a trasformare situazioni difficili in un gioco , gli adulti invece riescono a trasformare un gioco in una guerra senza confini ..... se soltanto riuscissero a far uscire quel bimbo nascosto nei loro cuori :bye
  11. VioladelCasale 20 novembre 2012 ore 21:52
    Ho trascorso una buona parte della mia vita tra i bambini. E non erano tutti bambini fortunati. In alcune parti del mondo sono vittime della fame, della sete, della schiavitù. Degli abusi. In altre parti del mondo sono vittime del benessere. Certo, hanno da mangiare, ma manca loro, spesso, la presenza di genitori troppo indaffarati. Sai quanti ne ho visti, nelle periferie di città, scaricati come pacchi davanti alla scuola il mattino presto e rimanervi, là dove l'organizzazione scolastica lo permetteva, fino a pomeriggio inoltrato? Bimbi anche piccoli. Soli. Ed altri ancora, provenienti da famiglie disagiate, erano iperattivi, poco gestibili, difficili, trascurati...infelici.
    Credo che potrei fare un lungo elenco, in base alla mia esperienza diretta, di situazioni dolorose i cui protagonisti erano bambini. Mi limito a dire che dovremmo tutti rimetterli al centro del nostro amore. Occuparci di loro. Fare in modo che, in qualunque luogo del mondo, sorridano, ma davvero, e che possano guardarsi intorno e guardare avanti con la speranza negli occhi.
    "Save the children", in tutti i modi.
    :rosa
  12. vornemisac 20 novembre 2012 ore 22:40
    Ci sono molte associazioni di pari respetto che si occupano di bambini e non solo..........ma e la nostra cultura del consumismo che non ci porta a capire che un bambino e il tempo primordiale di ogni vita umana.
  13. newentry2 20 novembre 2012 ore 22:44
    commovente! non ho parole in merito. :-( è un'ingiustizia. i politici di questo pianeta invece di stare a giocare a farsi le guerre, risparmino quei soldi x far si che tutti i bambini del mondo abbiano il diritto ad avere una casa, un letto dove dormire, l'affetto dei genitori, ( perchè vi sono molti orfani, e abbandonati)dei giochi x giocare, ecc.ecc. Evelin, sei sempre meravigliosa su tutto ciò tu scriva, sempre cose molto toccanti. grazie. :rosa
  14. Cicala.SRsiciliana 21 novembre 2012 ore 01:56
    Credimi Evelin, quello che hai scritto io l'ho vissuto come docente. Ho avuto bamnbini che hanno visto la madre a letto con un altro compagno, che per punizione sono stati legati per giorni a letto ed io in questo caso ho denunciato le figure parentali, ho visto bambini che in casa sono stati maltrattati da genitori alcolisti, insomma ne ho visto di tutti i colori. Ebbene a distanza di tempo, adesso i miei ex alunni sono tutti papà e mamme, e quando li incontro e chiedo loro come sono riusciti ad essere così sereni e contenti della loro via mi hanno risposto che il dolore non avrebbe dato loro una vita migliore, anzi avrebbero intrapreso delle strade pericolose. Allora convinti di questo hanno preferito canalizzare il loro vissuto in una vita dignitosa e decorosa. Sicuramente sono più sereni di me, non solo hanno PERDONATO. poichè solo chi perdona cambia. Un abbraccio, Rita :bye
  15. Cicala.SRsiciliana 21 novembre 2012 ore 01:58
    non via, bensì vita, perdona l'errore :bye
  16. zakspadaccino 21 novembre 2012 ore 12:54
    Cara,tu sai qnt mi tocca qst argomento,vi sono cose che mi fanno stare male x parecchio tempo e qst è una di quelle,la mia mente si rifiuta di comprendere certi atteggiamenti nei confronti dei bambini,nn comprende come si possa spendere cifre esorbitanti x uccidere e lasciare indifese creature spegnersi tra stenti e dolore,scusa ma nn riesco a continuare. un bacio zak
  17. goccesulmare 21 novembre 2012 ore 14:14
    "basta poco che ce vò?"
    http://youtu.be/bws3LWmkqWY
    questo è solo una piccola goccia di ciò che manca a tanti bambini
    gocce
  18. cortana1965 21 novembre 2012 ore 18:24
    Aiutiamo i nostri figli a pensare , loro sono il nostro futuro .
    Kiss evelina
  19. sottile.ironia 22 novembre 2012 ore 05:16
    condivido in todos e ti lascio un abbraccio e un :bacio
  20. Evelin64 22 novembre 2012 ore 16:51
    Grazie a tutti ragazzi! :-))
    I miei figli, come anche i miei nipoti, hanno aderito molto volentieri all'iniziativa di rinunciare ai regali di Natale, per devolvere l'importo ai bimbi che davvero non hanno nulla. Questo solo per asserire che i bambini hanno forse una sensibilità maggiore di quanto si pensi, poichè hanno ritenuto piu' che giusto rinunciare ad un momento di gioia nello scartare i regali, per far gioire invece quei cuoricini, che altro non hanno che ferite dalla vita e dalla povertà.
    Evelin :rosa
  21. Cicala.SRsiciliana 22 novembre 2012 ore 17:20
    Grazie Evelin per la risposta che hai dato ai nostri commenti, quando tiri le somme di qualsisi commento tu scriva, è più facile capire il messaggio che ci hai voluto mandare. Un caro saluto piccolina, Rita :cuore
  22. kesterGIRL90 26 novembre 2012 ore 13:27
    Mi si spezza il cuore..ultimamente su facebook girano foto di bambini uccisi a causa della guerra e mutilati d'avanti gli occhi delle madri :( che tristezza..... chi potrebbe far finire tutto ciò, rimane in silenzio..che vergogna!
  23. baffocorto 09 settembre 2017 ore 15:21
    si potrebbe fare molto di piu' ma non importa a nessuno che vive sotto la fame,e senzacqua.in questo mondo senza umanita'.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.