....con il bicchiere in mano...

24 febbraio 2011 ore 17:40 segnala
Insieme ad una compagnia di giovani cuori come te, sei uscito alla ricerca di una serata movimentata. Una pista da ballo dove poter muovere la vita, ti ha fatto accorciare il respiro nel coinvolgimento della musica. Fra un ballo e l'altro, un bicchiere in mano, esso conteneva nel fondo il tuo passato recente. Ad ogni sorso si avvicinava il presente, ma non ti accorgevi che poteva toglierti il futuro. Il ballo si fece stanco, la musica era assordante, e dopo aver posato il bicchiere oramai vuoto del tuo passato, hai deciso di portare altrove le tue gambe che ti reggevano a fatica. Una corsa in auto in piena notte, dove ti aspettava l'impatto col buio del nulla, ha annientato in un attimo il ballo ritmato del tuo cuore. Giovane vita sulla strada del non ritorno, quando i fumi del presente ti hanno annebbiato il domani...

Ancora troppo lunga la scia di sangue sulle strade asfaltate di corpi giovani, mentre le piste da ballo continuano al ritmo di un sabato sera qualunque...
11922758
Insieme ad una compagnia di giovani cuori come te, sei uscito alla ricerca di una serata movimentata. Una pista da ballo dove poter muovere la vita, ti ha fatto accorciare il respiro nel coinvolgimento della musica. Fra un ballo e l'altro, un bicchiere in mano, esso conteneva nel fondo il tuo...
Post
24/02/2011 17:40:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. nuvola.61 24 febbraio 2011 ore 19:14
    troppe vittime, troppa incoscienza, il sabato sera è sempre un ansia,le ore non passano mai ,guardo l'orologio ogni 5 minuti , e solo quando sento la chiave girare nella toppa mi rilasso ......buona serata  :fiore
  2. miriam71 24 febbraio 2011 ore 19:25

    ormai da tanto tempo leggiamo o vediamo ai TG i tremendi epiloghi dello sballo del sabato sera...giovani convinti che nell'ebbrezza dell'alcool,della musica assordante e dell'alta velocità riescano a sentirsi vivi senza pensare invece che l'unica cosa che otterranno molto spesso sia un mazzo di fiori ed una fredda lapide...a cosa sarà servito quindi lo sballo????????...spero che i nostri ragazzi se ne rendano conto e diano alla vita il valore che merita ed essendo madre io di due giovanottoni che si affacciano ora alla vita il tema da te trattato mi è molto a cuore...

    buona serata e grazie x il tuo passaggio da me...a presto :-)

  3. assomi.59 24 febbraio 2011 ore 19:35
    Quella sera..mi squillò il telefono, saranno state le 23 o poco più...dall'altro capo c'era mio figlio..capii subitoo..papà ho fatto un incidente..in tangenziale..da pochi mesi gli avevo passato la mia auto..destino volle ch equella sera andò al ristorante con amici..e lui ..un po su di giri disse al suo amico di guidare..eccoil risultato...macchina sfasciata e io con il cuore in gola...ma felice per saperlo vivo...posso dire che un brivido mi ha percorso la schiena...e non immagini i miei pensieri..so cos avoglia dire..sicuramente ci vuoel molta prevenzione.. enei locali dovrebbero..poter controllare di più...la vita veramente a volte ci fa paura...ma i ragazzi devono imparare che è un dono prezioso..noi possiamo arrivare solo fino ad un certo punto... :rosa :bacioMarco
  4. XlucrezyaX 24 febbraio 2011 ore 19:57
    ....Mio figlio sta prendendo la patente pensa con che ansia vivro quei momenti quando partirà con la macchina alla volta del divertimento...come vivro questi momenti come tutte le madri .....guardando l orologio e sentendo aprire la porta ritorno alla serenità....troppi solo le precauzioni che gli diamo ma ahimè la civiltà di oggi si inghiotte tutto e noi dobbiamo solo essere pronti a tutto...buonaserata  :rosa
  5. Ad1certoPunto 24 febbraio 2011 ore 21:37
    marko... nn cè bisogno ke mi pensi anke in casa della bianka-eve !!! cmq... un piano regolatore... un buono x soli 2 bikkieri... ke forse sono anche troppi... mio figlio passeggiava x i navigli di milano cn la sua ragazza... la zona navigli è conosciuta x i pab ... bar, paninoteke... si beve !!! mentre passeggiava un gruppo di ragazzi ubriaki, uno di essi gli spakkò una bottiglia in testa... rientrò a casa sanguinante, nn avevo mai visto tanto sangue... lo portai in pronto sokkorso, e li mi dissere ke cn tutto il sangue ke aveva perso ... era un miracolo ke fosse arrivato a casa cosciente... gli kiusero la ferita ... fecero la tac e fortunatamente nn aveva traumi... niente... .... sapevo ke avresti trattato questo argomento... e mi sono fermata a pensare.... notte mia cara ...pciuuuu
  6. DELFINO 24 febbraio 2011 ore 23:04
    realisticamente tristi le pagine del tuo diario!

    grazie del commento


    :flower
  7. zakspadaccino 25 febbraio 2011 ore 00:24

    il triste risultato della paranoia,giovani che non hanno e non sanno come passare le loro giornate,in più una società con dei falsi miti creati x consumismo fanno il resto,non ci resta che sperare!!   ciao e bel post    zak  :bacio

  8. tecerco 25 febbraio 2011 ore 00:26
    Il tuo richiamo è da recapitare soprattutto alle famiglie di questi giovani, affinchè esercitino il controllo sui figli. Quanto alla società, c'è purtroppo da rilevare uno strisciante depauperamento dei valori morali ed una dilagante sottocultura, che portano molti giovani a dedicarsi a vizi e droga. Il qualunquismo di certi genitori, fa il resto. Leggo in giro con raccapriccio interventi di basso profilo, infarciti di spocchia, volutamente negativi, tristemente fondamentalisti, stupidamente anarchici. E me ne dispiaccio, cara Evelin, certo che simili esempi non portino nulla di positivo neanche tra le mura domestiche...Qualcuno dovrebbe fare un bell'esame di coscienza e cimentarsi nell'agone del blog con maturità e rispetto...altro che imperversare sconsideratamente!

    Un abbraccio affettuoso.


    Tc :rosa :bacio
  9. claudio964 25 febbraio 2011 ore 08:37
    sono contento per il figlio di asso......:many
  10. claudio964 25 febbraio 2011 ore 08:38
    e un po ' meno per il figlio di ad1certopunto.....
  11. claudio964 25 febbraio 2011 ore 08:42
    ehm...se volete vi racconto un episodio da me  vissuto....be eravamo in un ristorante io e mia moglie  e dopo un piatto di spaghetti al cartoccio ci eravamo scolati un litro di vino bianco....io vedevo la strada che assumeva dei contorni inusuali...be' morale siamo tornati a casa a piedi abbiamo lasciato l'auto li e siamo andati a dormire..la mattina dopo con un gran mal di testa l'abbiamo ripresa...
  12. unpensieroxte 25 febbraio 2011 ore 08:51
    Chi beve chi si droga … a me nn fanno pena :gun …

    E i genitori dove sono :ronf ???

    I soldi dove li prendono x queste auto sportive e x tt il resto :hihi ???

    Mhà :mmm …

    Qui sul Garda tolleranza zero infatti i cogli:-x  nn vengono +;-) .

    È molto facile curare chi nn vuole sentire, c’è sempre la medicina giusta:clava  basta volere:ok .

     

     

    :bye :drunk

  13. XlucrezyaX 25 febbraio 2011 ore 10:24
    Troppo facile giudicare e dire che sono i genitori che sbagliano a volte le vittime sono prese dallo sballo di una notte fuori casa magari sono anche gli amici stessi che lo incitano a bere per sentirsi qualcuno........e cosi succede ciò che succede....la responsabilità non sta solo nei genitori ma chi miscela bevande alcoliche ai minorenni,.......un abbraccio lucrezya :bacio
  14. SOGNANDO59 25 febbraio 2011 ore 15:40

    Problema attuale e sempre piu' grave, visto che l'età dei bevitori si è notevolmente abbassata. Il problema è serio e grave perchè non solo mettono a repentaglio la loro vita ma anche di quelli che hanno la sfortuna di trovarsi sulla loro strada. Maggiori controlli?? Maggiore presenza delle famiglie?? Forse si ...ma non sono convinta del tutto ...ci vuole innanzi tutto la volontà...la  "volonta"  di "non farsi del  male"! ciao Evelin...un abbraccio:bye

    Michela

  15. xnicol17 25 febbraio 2011 ore 17:52
    Guarda, potrei fare copia e incolla di quello che ha scritto SOGNANDO! La penso proprio come lei!Cercano uno sballo, ma sanno benissimo i rischi che corrono, e non diamo sempre colpa alla famiglia dai! Ci avete provato mai a seguire in discoteca i vostri ragazzi? Sono inutili tutti i tentativi di seguirli quando sono loro a sfidare la vita!!
    Bel post come sempre Eve, buon venerdi', Nicoletta :rosa :bacio
  16. fortunata5 25 febbraio 2011 ore 18:50

    scrissi anch'io  un post su questo argomento:

    MESSAGGIO SCIOCCANTE

    se avrai voglia e tempo leggilo, a me fa venire ancora i brividi...

    Felice fine settimana

                                       Diana

  17. didi71 25 febbraio 2011 ore 21:38
    sull'asfalto per sensibilizzare l'opinione pubblica.A che serve piangere su queste morti se poi non si interviene mai a sufficienza sui motivi che portano a tali tragedie? non bastano i poliziotti: ci vogliono le famiglie, ci vuole una dura legge contro chi ubriaca i giovani il sabato sera, ci vuole una mano sulla coscienza dei costruttori di macchine, ci vogliono legislatori che non abbiano paura di contrastare qualche multinazionale,ci vuole....ci vuole....ci vuole                                           buon fine settimana DiDi 

  18. vorreirinascereneve 25 febbraio 2011 ore 23:31

    Eh purtroppo anche io ho perso un amico in circostanze simili,

    il discorso è molto complesso, purtroppo è la conseguenza di tanti altri aspetti, come al solito in molte cose fingiamo di non vedere e poi ci scandalizziamo solo quando accade la tragedia, per poi dimenticarcene dopo un po' di tempo...

    Che tristezza ;(

    grazie del tuo commento e delle tue parole,

    buona notte a presto!!

  19. unpensieroxte 26 febbraio 2011 ore 09:19
    Quando le discoteche chiudevano a mezzanotte …

    Al massimo c’era il gin fizz che era compreso nel biglietto ... non cerano i soldi e non c’erano questi problemi :ok …

    :-)

  20. Panferro 26 febbraio 2011 ore 12:59

    Molto vero!!!

    Il discorso pero' è un po' piu' lungo e complesso secondo me...

    troppo facile dare colpe alle discoteche.....qua dove vivo ora, le dicoteche chiudono alle 3 e si beve forse piu' che in Italia anzi....e il giorno dopo non ci sono morti per alcol....

    in Italia lo stato non esiste ....ma ripeto il discorso è lungo.

    Ciao

    Sandro

  21. Evelin64 26 febbraio 2011 ore 16:36
    Grazie Sandro, ottimo il tuo intervento! Ecco, vorrei appunto aggiungere che alle volte è la superficialità, oppure lo scaricare colpa ad altri, una facile via di uscita per non affrontare la verità. Anche qui dove vivo io, le discoteche son aperte fino alle 3, si vende alcool e si balla al ritmo di musica assordante, ma l'indomani non si contano i morti sulle strade, non si incolpano le famiglie...il motivo? Qui, in Svizzera, è a disposizione un servizio taxi, sostenuto dagli stessi gestori delle discoteche, i quali con il supporto dello Stato, garantiscono ad ogni persona che frequenti codesti ritrovi di giovani, un modo sicuro per tornare a casa senza per questo rinunciare a bere in compagnia. Che significa? Significa che una comitiva di giovani arriva in discoteca, colui che ha le chiavi dell'auto le deve consegnare al primo bicchiere che beve,e dopo la fine della serata, lui e chi era con lui avrà a disposizione un tassi' per essere riaccompagnato a casa. In questo modo viene garantita l'incolumità di coloro che in compagnia alzano il gomito e anche di coloro che si trovano per strada per non averlo alzato!! Un esempio da far espatriare? Sensibilizzare i politici italiani? Lo Stato? Mah, qui funziona, e a mio parere funzionerebbe anche in Italia!Grazie Sandro, mi par di capire che potremmo vivere nello stesso paese, chissà.....un saluto...Evelin :bye
  22. Panferro 26 febbraio 2011 ore 16:56

    Si so come funziona in svizzera la mia ex moglie è svizzera....

    no io vivo in inghilterra e credimi venerdi sabato e domenica è un macello ubriachi ovunque ,ma il giorno dopo nessun morto e sai perche' ?anche  qua si usa il taxi come in svizzera , le cifre sono irisorie per cui il taxi lo prendono tutti e per di piu' le leggi sono severissime e tutto funziona . In italia è un macello ma certo non per colpa delle discoteche . Calcola she fino ad un anno fa abitavo nella riviera romagnola e credimi li è un vero macello e davvero il giorno dopo non si contano i morti.

  23. gattamannara 26 febbraio 2011 ore 18:49
    giovani vite spezzate per l'eccesso di alcolici...
    Ti lascio questo link con un video significativo e sturiggente...trovo
    che sia molto eloquente..
    Un abbraccio :bacio
    Babs

  24. lovely67.MI 13 aprile 2011 ore 20:58
    Scusa se sto leggendo il tuo blog. Mi piace come scrivi. I giovani hanno troppo e vogliono sempre di più senza rendersi conto che a volte mettono in gioco la loro vita... Buona serata cara :bye
  25. Evelin64 13 aprile 2011 ore 21:01
    Mille grazie lovely...apprezzo molto :-)
    Credo che bisogna sensibilizzare ancora di più' la nostra società, riguardo a questi temi.
    Buona serata cara...Evelin

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.