...la morte dell'ingenuità....

18 febbraio 2011 ore 08:49 segnala
Tu bambino gioioso nel prato dell'innocenza, portavi a spasso la tua giovane vita. Un mondo ancora semplice, ancora troppo bambino per poter capire le ombre.  Ti fermavi ad ammirare i giochi dei fanciulli, portando dentro di te la voglia di tornare ad essere libero. Sguardi incerti fra i movimenti del vento, il quale un giorno ti strappo' l'innocenza con la furia orrenda di un uomo fidato. Eri un bimbo solare, ben voluto da tutti, servivi nella casa del Signore con il cuore limpido. Ti affidavi nelle mani di un suo figlio, cercando in esse il calore di un padre. Ti appoggio' una carezza sul tuo corpicino, e poi un'altra e un'altra ancora, fino a renderti indifeso davanti ad una mente succube di un'inenarrabile follia. Le tue urla furono attutite dai gemiti del mostro, il quale stringendoti in una morsa assassina, uccise per sempre la tua ingenuità. Mai piu' giochi per te, mai piu' sole nel tuo cuore, mai piu' fiducia nella tua anima. Insieme alla tua ingenuità il figlio del Signore porto' con se' il tuo futuro, lasciandoti crescere, in attesa che divenissi mostro anche tu !! 


Un fardello immane, lasciato nella mente di un bimbo, puo' devastare il suo percorso, fino a renderlo immune del dolore atroce che proverà per il resto dei suoi giorni. Vendicherà la fine della sua innocenza causando dolore ad altri, oppure annegherà la sua stessa vita nel mare di un crimine inconcepibile!!
11916299
Tu bambino gioioso nel prato dell'innocenza, portavi a spasso la tua giovane vita. Un mondo ancora semplice, ancora troppo bambino per poter capire le ombre.  Ti fermavi ad ammirare i giochi dei fanciulli, portando dentro di te la voglia di tornare ad essere libero. Sguardi incerti fra i...
Post
18/02/2011 08:49:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. gattamannara 18 febbraio 2011 ore 09:57
    orribili dei quali può macchiarsi u uomo,certamente è questo il più
    vile, inumano ed atroce...violare l'innocennza di un bambino!
    Un bambino che sorrideva alla vita e tendeva la mano fiducioso verso l'adulto che avrebbe invece dovuto difenderlo dal male del mondo...
    Cara Evelin,in uno dei tuoi recenti post,hai trattato l'argomento della pena di morte,in questi casi io non avrei dubbi, lascerei il pedofilo nelle mani dei genitori del bambino che ha violato... io non ho figli, ma credo che se ne avessi avuti, avrei fatto di tutto per proteggerli,ed anche vendicarli se necessario! Non  deve esistere perdono nè pietà per chi
    si  macchia  le mani con un crimine così infame.
    Un abbraccio :rosa
    Babs

  2. assomi.59 18 febbraio 2011 ore 10:17
    Un altro post cara Evelin di "spessore" un altra piaga sociale , sulla quale tutti ci dobbiamo soffermare a pensare...si perchè..troppe volte "abbiamo" permesso che tutte le violenze subite dai bambini venissero occultate da omertà brutale...e per me chi tace è altrettanto responsabile di quegli atroci episodi di violenza..che non è poi solo fisica ma anche psicologica...molti bambini violentati nella loro purezza saranno  poi i violentatori di domani...quale male maggiore può subire un anima innocente s enon la violenza del proprio corpo ?..mali destinati a nascere e vivere nell'ombra ...per poi esplodere una volta cresciuti...tormenti e dolori..che si protrarranno per tutta una vita...colgo l'invito indiretto di Evelin per dire  atutti quanti..cerchiamo nel nostro piccolo..di denunciare sempre anche i minimi dubbi..a chi di dovere...vigiliamo sui nostri ragazzi ..non permettiamo che i bambini..feriti di oggi diventino i massacratori di domani... :rosa :bacio  Marco

  3. claudio964 18 febbraio 2011 ore 10:17
    un vero pugno nello stomaco.....una catena troppo forte per essere spezzata....
  4. Joe29 18 febbraio 2011 ore 11:18
    Un bimbo "violato" che una volta diventato adulto "viola" un altro bambino va lasciato in mano ai genitori che lo uccideranno per vendicarsi? E se il loro bimbo, una volta cresciuto, dovesse macchiarsi dello stesso crimine, andrebbe a sua volta ucciso?
    Forse bisognerebbe smetterla di lasciarsi trasportare da un facile desiderio di vendetta che va molto di moda in questi tempi così "televisivi" e vedere il "problema" in un'ottica diversa. Questo non vuol dire "perdonare" o pretendere che i genitori perdonino. Vuol semplicemente dire che se la natura ci ha fatto omaggio di un cervello in grado di TENTARE di analizzare meglio ciò che ci accade intorno per trovare la soluzione migliore, forse è nostro dovere TENTARE di utilizzarlo.
  5. claudio964 18 febbraio 2011 ore 12:13
    ha ragione joe...era quello che volevo dire anche io....
  6. SOGNANDO59 18 febbraio 2011 ore 12:50

    Fa inorridire solo il pensiero! Non ho parole se non quelle di disprezzo per quelli che  violano la purezza dei bambini, costringendoli spesso a crescere in modo sbagliato! Credo che ci vogliano  piu' tutela...  meno omerta' ..sanzioni piu' dure per cercare di ovviare a questa dura realta'!  :rosa

    Michela

  7. alba63 18 febbraio 2011 ore 15:01
    prevenire anzichè curare, ma a volte sn solo parole al vento ........sopratutto quando le violenze sn familiari e nascoste da solidale omertà.........io vorrei che fossimo una società più attenta ai nostri piccoli bambini........ le parole seguite a fatti aiuterebbero tante vittime innocenti..............a nn diventare mostri .........un :bacio
  8. Panferro 18 febbraio 2011 ore 15:13

    Bambini esseri indifesi !!!

    e non voglio aggiungere altro

  9. XlucrezyaX 18 febbraio 2011 ore 17:44
    Non esiste cosa peggiore, è sempre terribile prendersela con i più deboli, ma i bambini NON SI TOCCANO MAIIIIIIII…su questo argomento nn riesco ad essere razionale e obbiettiva…basta pensare che neanche gli altri detenuti (anche i peggiori) sono disposti ad accettare certi esseri spregevoli, e nn venite a dirmi che sono malati......Un abbraccio lucrezya non aggiungo altro..... :bacio
  10. serenella21 18 febbraio 2011 ore 21:23
    da vittima diventera' carneficeanestetizzando il suo dolore con altro dolore
    una catena ke si spezzera' fino alla morte del corpo
    poikè l'anima gli è stata strappata con lo stupro


    ciao.:rosa
  11. Chloe.69 18 febbraio 2011 ore 22:30

    purtroppo ci vuole fortuna nel nascere in famiglie sane... ci son bambini violati dagli stessi genitori che straziano loro l'anima e questi bambini crescono poi vendicativi e col fuoco negli occhi...

    mi riesce doloroso commentare questo post anche se toccante.

    buon fine settimana cara :rosa

  12. tecerco 18 febbraio 2011 ore 22:55
    Approfittare dell'innocenza di un bimbo è il delitto piu' odioso. Non sono convinto che la massa dei bimbi violentati, poi diventino essi stessi violentatori...non ne sono convinto affatto! Ci sarà,forse, una minoranza di essi, il cui dramma interiore si traduce in patologia, ma solo una minoranza...Sono invece convinto che esistano genitori incapaci di svolgere tale ruolo. E sono piu' fortunati, in generale, quei bimbi che possono avvalersi della presenza costante e matura di entrambi i genitori.

    Ciao,Eve. Buona serata.


    Tc :rosa
  13. xnicol17 18 febbraio 2011 ore 23:40
    Devo dire che questo argomento oltre a sconvolgermi mi inorridisce in un modo incredibile! Se ho letto bene credo che intendi la pedofilia, e nel caso specifico parli di un prete!?! Penso che sia il crimine piu' disumano che possa esistere! Dei bambini indifesi che vengono strappati alla loro ingenuità! Non riesco a commentare l'argomento scusa, ma ti voglio dire invece ancora una volta brava! Hai questo tuo modo di scrivere senza infierire troppo, perchè usi giri di parole per spiegare cosa possono provare i protagonisti delle tue storie. Ciao Eve, e grazie di farmi sempre riflettere, Nicoletta :rosa :bacio :rosa
  14. ombromanto05 19 febbraio 2011 ore 02:37

    Che dire...sono davvero senza parole...

    L'immagine che dai nel tuo bellissimo post è atroce...devastante...ma vera...terribilmente vera...

    E il male è che nussuno fa nulla per cambiare questo maledetto ordine delle cose...si accetta e basta..cosi è e cosi andrà..stop!!!

    Chi sa non parla mai in questi casi...mai...quasi fosse un delitto... :-(

    E siamo nel 2011...

    Dolce notte Evelin... :batadorme con affetto...Giù :rosa

  15. fedor63 22 febbraio 2011 ore 12:11

    il commento di joe, l'esperienza che sto vivendo come padre è la più bella cosa che ho provato fino ad ora nella vita, e se penso alle violenze verso i bimbi mi viene la pelle d'oca e mi sembra che potrei impazzire dal dolore si trattasse dei miei, ma credo anch'io che sia necessario fare uno sforzo in più per evitare di contrapporre al male altro male.

    Tutti i genitori dovrebbero riflettere maggiormente sui traumi che qualsiasi violenza ai bambini comporta e che si ripropongono per tutta la loro esistenza. Io qualche schiaffo o sculacciata li ho dati, in modo credo tutto sommato naturale quando il mio istinto di padre mi ha detto che è l'unico modo per intervenire in quel momento, ma la violenza che lascia il segno negativo è di altro genere, è l'uso sistematico per affermare il proprio dominio, è, ancor peggio, la brutalità di soggiogare un essere umano solo perchè non ha possibilità di difendersi.

    Che dire dell'omertà che c'è intorno a questo argomento, ultimamente ho visto di tutto, casi in cui viene denunciato un papà che ha rifilato un ceffone in preda alla disperazione e casi in cui gravi violenze vengono taciute da tutti, molto a mio parere dipende anche dal livello culturale dell'ambiente dove avvengono i fatti, ma, sempre a mio parere, la cultura in questo momento non è considerata una priorità in Italia.

  16. Joe29 23 febbraio 2011 ore 14:35
    ...e sottoscrivo interamente tutto ciò che ha scritto.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.