...malattia assassina...

05 febbraio 2011 ore 12:21 segnala
Il mio post precedente si riferiva alla terribile malattia dell' Alzheimer!Una malattia in grado di seminare morte, uccide i pensieri, i ricordi, i volti e le voci. 
Un cammino tortuoso in un campo di ricordi seminati da mine, basta metterci sopra un piede, e ti annienta l'attimo.
Volti che si affacciano al pensiero, dove non si riesce piu' a collocarli nei ricordi. Voci attutite dal rumore dello scoppio dell'ennesima mina sul sentiero intrapreso. Si perde l'orientamento, per il motivo che non ti guida piu' l'istinto, si inizia a vagare cercando una meta, la quale  svanisce nell'attimo stesso di affrontare un passo. 
Nella mente solo ricordi di bimbo, dove non avevi ancora un nome, ma solo la voce della mamma, che ti chiamava "amore"!


Solo l'amore torna nella mente, l'unico patrimonio di ricordi, che la terribile malattia assassina non potrà uccidere mai!!!
11902513
Il mio post precedente si riferiva alla terribile malattia dell' Alzheimer!Una malattia in grado di seminare morte, uccide i pensieri, i ricordi, i volti e le voci. Un cammino tortuoso in un campo di ricordi seminati da mine, basta metterci sopra un piede, e ti annienta l'attimo.Volti che si...
Post
05/02/2011 12:21:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. Cuore.Vagabondo 05 febbraio 2011 ore 13:13

     :fiore buona giornata  :fiore

  2. fortunata5 05 febbraio 2011 ore 15:14

    abbiamo nelle nostre famiglie,anche se un lontano parente,qualcuno afflitto da questo male...

    credo che una malattia che non  ti lasci nè identità nè dignità ci angosci...

     

    felice fine settimana

    ciao,

                        Diana

  3. SOGNANDO59 05 febbraio 2011 ore 16:25

     "uccide il pensiero, i ricordi ...le voci " dice gia' tutto! Qualche anno fa una mia carissima zia ci ha lasciato così ...nell'arco di un anno... la sua vita cambiata, era una persona dolcissima  e quando si è ammalata  l'ho vista ancora piu' dolce e tenera di quanto non fosse gia' in realta'!  Oltre a stare vicino e far sentire tutto il nostro amore ...non credo si possa fare molto altro! un abbraccio Evelin e un sereno fine settimana :fiore

    Michela

  4. gandalf3 05 febbraio 2011 ore 18:06
    ...specialmente nei giorni dove non solo il cielo è grigio,ma anche il nostro umore si adatta con facilità a quello che ci circonda,se domani io dovessi...Perchè come giustamente l'hai definita tu

    quella non solo è una malattia che non guarda in faccia nessuno,ma non vuol vedere nemmeno se tu sei stato un giusto!Ritornar bambini,si ma in un corpo che non può esser di bimbo,in una mente che non sa più cos'è l'amore,in una mente

    che ha amato accudito aiutato a crescere nell'amore,magari quella persona che ora vive nell'angoscia perchè sa che quella mente non avrà più nulla imparare,ma saprà donare solo disperazione...Non volutamente,ma è schiava di quel labirinto che

    non da via d'uscita,che non da riconoscenza,in quel gioco di specchi nel quale tutti sono visi sconosciuti,anche se in un passato ...ieri...erano ,e in certi attimi sono, le persone che più hai amato... :-(

     

  5. xnicol17 05 febbraio 2011 ore 20:29
    Deve essere una malattia fra le piu' terribili, non ti fa riconoscere neanche i parenti! Hai ragione pero' Eve, bisogna circondarli d'amore....Un abbraccio, e buon WE, Nicoletta :kissy
  6. nilo60 05 febbraio 2011 ore 21:24

    una malattia bruttissima, io la sto vivendo in casa con il fratello di mia madre, è una tristezza, buona serata, kiss

  7. maxi62 05 febbraio 2011 ore 21:27
    si una malattia terribile e d'altra parte conosco una anziana che ne soffre, spesso assente o almeno in apparenza quando le faccio qualche domanda e poi a volte di colpo mi sorprende cn le sue risposte precise. alterna momenti di lucidità ad altri di assenza totale, e vederla in questo stato, una donna forte per temperamento fino a qualche anno fa, fa quasi tenerezza.ciao evelin  buona domenica  :rosa
  8. XlucrezyaX 05 febbraio 2011 ore 23:04
    .....cara amica mia ci convivo tutti i giorni con i miei anziani la maggior parte colpiti da questo morbo che infligge loro il senso di disorientamento e un ricordo continuo di un attimo che gli è rimasto nella loro testa......è purtroppo una malattia degenerante il cervello si annienta da solo per cui so cosa voglio dire soffro con loro.....una mina vagante come hai detto te .....post stupendo che condivido appieno......buona domenica...lucrezya
  9. vorreirinascereneve 05 febbraio 2011 ore 23:46

  10. milady444 06 febbraio 2011 ore 09:49
    solo che è terribile
    :rosa
    graziella
  11. gattamannara 06 febbraio 2011 ore 18:44
    tempo fa un post su mia madre ,che è colpita da questa malattia…l'avevo intitolato "qualcosa che comincia per A…"
    Che dire? a parte il mio dolore quando la guardo per il lento ed inesorabile declino della sua mente, mi godo tutto l'affetto che non è stata in grado di donarmi quando ero bambina…da quando è stata colpita dall'Alzheimer,è diventata affettuosissima e molto legata a me,
    qualcosa che comincia per A,probabilmente è anche l'amore, che nemmeno davanti alla malattia viene sconfitto…
    un abbraccio :-)
    Babs

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.