La triste verita'

07 luglio 2008 ore 00:33 segnala

Mi ero illuso, ci speravo, quanto ho pregato..... Venerdi' ho ritirato il referto della scintigrafia ossea di mia moglie, mi tremavano le mani mentre lo aprivo, come se un presentimento si fosse insinuato nella mia mente, quanta paura avevo dentro.... mentre leggevo ho iniziato a sudare ma non per il caldo. Leggevo quelle parole e sentivo le lacrime esplodere, ma che trattenevo perche' li con me c'era mia moglie, parole chiare e fredde che ci dicevano che la malattia si era aggravata in tutti i punti interessati, considerandola come un'evoluzione della malattia......... Un macigno sulla testa mi avrebbe fatto meno male, mi sono sentito quasi tradito, tradito per l'impegno e la costanza che abbiamo avuto nelle cure, che se pur durissime abbiamo affrontato. Ma la triste verita' e' che questa maledetta malattia non perdona, avanza inesorabile, distruggendoti lentamente nell'animo e nel corpo, ti riduce ad una larva, ti trasforma fisicamente, ti uccide nell'animo.

Il colpo finale me lo ha dato il medico curante quando avendo letto il referto mi sconsigliava la radioterapia, perche' a questo punto poco o nulla puo' fare, mi disse che l'unica cura possibile e' solo la chemioterapia, ma secondo lui devo parlarne con l'oncologa che ha in cura mia moglie, per vedere se continuare (lo ha chiamato accanimento terapeutico), mi parlava di terapia del dolore come ultima possibilita', lui parlava ed io vedevo il volto di mia moglie nella mia mente, lo vedevo com'era prima di questi 3 maledetti anni di cure, bella, dolce, buona nell'animo, leale compagna, la vedevo col suo vestito da sposa felice della vita, la vita che ci ha tradito, che ci negato il diritto di invecchiare insieme, la vita che ci ha dato questo pesante fardello da portare.

Ho sempre pensato di credere in Dio, ma ultimamente molti dubbi assalgono la mia mente, io non so piu' cosa credere, so solo che la mia vita non e' stata mai facile, mi chiedo perche' tutta questa sofferenza a scelto proprio me? Il mio destino e' soffrire ho iniziato fin da ragazzo a veder soffrire e dover assistere le persone a me piu' care, mi chiedo perche'? .......Chi sa forse sono nato solo per questo.

9613706
Mi ero illuso, ci speravo, quanto ho pregato..... Venerdi' ho ritirato il referto della scintigrafia ossea di mia moglie, mi tremavano le mani mentre lo aprivo, come se un presentimento si fosse insinuato nella mia mente, quanta paura avevo dentro.... mentre leggevo ho iniziato a sudare ma non per...
Post
07/07/2008 00:33:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. cucciolotta33 13 luglio 2008 ore 00:54
    mi dispiace falco di vero :cuore!nn ho parole a dire solo che la maltia nn perdona: un grosso bacione a tua moglie anche se nn la conosco e deve avere forza e coraggio .dolce notte :ciao
  2. francescofrenk 14 luglio 2008 ore 00:34
    in bocca al lupo caro sconosciuto
  3. lucelia 23 luglio 2008 ore 00:45
    Purtroppo la vita e' ingiusta a volte !Stagli vicino , ciao
  4. firew0man 07 agosto 2008 ore 12:49
    SO DI CHE SENSAZIONI PARLI..QUANDO TI TROVI A DOVER AFFRONTARE LA MALATTIA DELLA PERSONA A TE PIU CARA...E IL VERDETTO E' QUELLO..CONTINUI A LEGGERLO E RILEGGERLO..SPERANDO MAGARI DI AVER CAPITO MALE O TRALASCIATO QUALKOSA DI IMPORTANTE..E LE GAMBE INIZIANO A TREMARE..E IL CUORE IN GOLA A FARSI SENTIRE...IL RESPIRO DIVENTA AFFANNOSO..E COMINCI A PENSARE..COME SIA POTUTO SUCCEDERE PROPRIO A NOI! PURTROPPO LA MALATTIA PRENDE CHIUNQUE PRIMA O POI..L UNICA COSA E' CERCARE DI ESSERE FORTI ED AFFRONTARE LA SITUAZIONE CON CORAGGIO...TI ABBRACCIO FORTE...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.