Tristezza e Solitudine

19 aprile 2010 ore 09:59 segnala

Sono passati ormai 6 mesi da quando lei è volata in cielo... Ed io ancora non riesco a ritrovare quel minimo di serenità che mi permetta di affrontare la quotidianità, nonostante stia cercando in tutti i modi di ritrovarla, esco quando posso cerco di stare con amici, mi sforzo di uscire anche quando non ne ho assolutamente la voglia, cerco di intraprendere nuove amicizie ma è difficile...

La vita è davvero strana, ho avuto una brevissima relazione con una donna che conoscevo da oltre 3 anni ma che mai ho pensato mi avrebbe interessato, nella mia mente c'era solo mia moglie, ora probabilmente venuta a mancare, ho sentito la voglia di ricominciare anche ad amare. E un giorno ho invitato questa persona a cena e da quel momento ho provato interesse, all'inizio sono stati 15 giorni meravigliosi, incredibilmente meravigliosi o tali mi sono apparsi perche' da troppo tempo non vivevo piu'.... Si facevano progetti seri, lei ha una bambina ed io seriamente avevo preso la cosa, pensavo davvero che potessimo creare una famiglia, pensavo di conoscerla...

Forse la vita che avevo represso per tutto questo tempo mi chiedeva il conto, offuscandomi la mente, la voglia di riprendere una vita normale mi ha fatto vedere le cose in maniera errata, e quasi senza accorgermi viaggiavo a 1000 all'ora, non è normale anche se conosci una persona da anni pensare in soli 15 giorni di formare con lei una famiglia... Infatti lei un giorno mi disse: "Io ti voglio bene tantissimo e ti rispetto ma non ti amo" e qui è come se mi fosse caduto sulla testa un macigno, ma che significa quesa frase ? Se non un modo carino per dirti che vuole chiudere la storia ?

Ora immaginate cosa ho provato io... Io che sono alla ricerca di me stesso in primis, io che sto cercando di riprendermi da un dolore enorme, io che sto cercando di riprendere la vita normale e con fatica... No, proprio questo non ci voleva, questa relazione era per me un risveglio alla vita, mi ci ero aggrappato con tutto me stesso e ci credevo davvero.

Mi rendo conto che ho smesso di vivere per oltre 5 anni dedicandomi interamente alla cura di mia moglie e la cosa non mi pesava in quanto lei con la sua presenza mi bastava, è come se tu mettessi in una pentola la tua vita, i tuoi sentimenti, i tuoi desideri, le tue esigenze, i tuoi sogni. E poi con un coperchio li chiudi dentro di essa e riesci a non soffrire per la loro mancanza... Poi un giorno arriva una donna che toglie il coperchio e fa esplodere quello che c'è dentro represso da anni, ma dopo soli 15 giorni tenta di rimettere il coperchio... Ma a questo punto è impossibile !!!

La voglia d vivere, il desiderio di avere un sentimento, i sogni repressi fino a ieri, ora sono esplosi dentro di me come una bomba creandomi ulteriori ansie e tristezza, in una situazione già precaria. Ora sono veramente al limite della sopportazione umana, non riesco più a dormire al massimo dormo 3 ore svegliandomi ad ogni ora... Mi rendo conto che il mio equilibrio psicofisico è abbastanza compromesso, non riesco a staccare la spina, il mio cervello si rifiuta di non pensare e di rilassarsi non permettendo il riposo.

La solitudine che sento ora non l'ho mai provata è come un macigno da portare e ad ogni passo il suo peso aumenta, mi manca una compagna che mi dia la forza di andare avanti. Ma alla mia età non è facile trovarla....

 

11536638
Sono passati ormai 6 mesi da quando lei è volata in cielo... Ed io ancora non riesco a ritrovare quel minimo di serenità che mi permetta di affrontare la quotidianità, nonostante stia cercando in tutti i modi di ritrovarla, esco quando posso cerco di stare con amici, mi sforzo di uscire anche...
Post
19/04/2010 09:59:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.