Fenesta vascia

08 luglio 2018 ore 07:21 segnala


Fenesta vascia
E' quanno sento sta canzone che me pesa sta distanza, tu luntane a me, je luntano a te, 'nu turmiente che nun trova pace.
E' allora che 'o surche dinte 'o core se fa funne e caccia sanghe vullente che comme 'na lava me scave ll'aneme.
E sule sule cerco cumpagnia dinte i ricordi, dinte 'e chieve dell'addore tuoje che m'è rimaste appiccicato 'nguolle.
L'uocchie currene attraverso 'e ll'astre, se pierdene dinte 'o scuro, vulessere arrivà là addò nun puonno.
Accussì ll'ammore diventa triste dinte a stu core sulitario, mentre 'na lacrime scenne pe' cumpagnia.




Fenesta vascia ‘e padrona crudele,
quanta suspire mm’haje fatto jettare!…
Mm’arde stu core, comm’a na cannela,
bella, quanno te sento annommenare!
Oje piglia la ‘sperienza de la neve!
La neve è fredda e se fa maniare…
e tu comme si’ tanta aspra e crudele?!
Muorto mme vide e nun mme vuó’ ajutare!?…

Vorría addeventare no picciuotto,
co na langella a ghire vennenn’acqua,
Pe’ mme ne jí da chisti palazzuotte:
Belli ffemmene meje, ah! Chi vó’ acqua…
Se vota na nennella da llá ‘ncoppa:
Chi è ‘sto ninno ca va vennenn’acqua?
E io responno, co parole accorte:
Só’ lacreme d’ammore e non è acqua!…


Per i non napoletani

fenesta vascia = finestra bassa
jettare = buttare
cannela = candela
annommenare = nominare
‘sperienza = esperienza
langella = brocca
ghire = andare
ji = andare
5e027993-bd74-48a4-923b-debc20bd12dc
« immagine » Fenesta vascia E' quanno sento sta canzone che me pesa sta distanza, tu luntane a me, je luntano a te, 'nu turmiente che nun trova pace. E' allora che 'o surche dinte 'o core se fa funne e caccia sanghe vullente che comme 'na lava me scave ll'aneme. E sule sule cerco cumpagnia dinte ...
Post
08/07/2018 07:21:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.