Un giorno...

12 agosto 2018 ore 00:20 segnala
Un giorno chiesi a un saggio: «Cos’è l’amore?».
Non mi parlò di sentimenti né di cuori che battono all’impazzata né di corpi
che si uniscono nell’urgenza del desiderio. Niente di tutto questo.
«L’amore – mi disse – è essere responsabile dell’altro. E’ avere cura dell’
altro e continuare a stargli accanto anche quando diventerà antipatico e
insopportabile, anche quando la penserà diversamente da te, non ti comprenderà,
non ti desidererà e non riuscirà più a rintracciare nel suo cuore il sentimento
che vi ha unito. Amare è accogliere l’altro così com’è, giorno dopo giorno, con
i suoi limiti e le sue debolezze. Amare è perdonare anche quando fa troppo
male, anche quando vieni tradito. In amore non esiste l’espressione “ho perso
la fiducia in te”.
«E’ un discorso duro, chi potrà comprenderlo?», domandai perplessa.
«Ricorda, la vita regala momenti di grande gioia, ma solo nella misura in cui
sei disposta a sacrificarti. I sentimenti degli uomini sono inaffidabili,
cambiano spesso, e anche il desiderio svanisce. L’unico modo per rendere l’
amore eterno è lottare per esso ogni giorno senza arrendersi mai, neppure
quando tutto sembra perduto».
Ringraziai il saggio e andai via. Alla prossima domanda solo io avrei potuto
trovare la risposta: sono capace di amare così?

705ce86b-3610-4d40-a1ee-b15ae7badaa9
Un giorno chiesi a un saggio: «Cos’è l’amore?». Non mi parlò di sentimenti né di cuori che battono all’impazzata né di corpi che si uniscono nell’urgenza del desiderio. Niente di tutto questo. «L’amore – mi disse – è essere responsabile dell’altro. E’ avere cura dell’ altro e continuare a stargli...
Post
12/08/2018 00:20:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. leggendolamano 12 agosto 2018 ore 05:32
    Questo non è amore , quello che descrivi è agape, una forma di amore, un amore predicato da Cristo ma mal razzolato. Dalla chiesa.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.