Sai cos'è che ti salva? (parole e musica pt 2)

07 ottobre 2016 ore 14:03 segnala


Non si sa sempre riconoscere che cosa è che ti rinchiude, che ti mura vivo, che sembra sotterrarti. Eppure si sentono non so quali sbarre.. quali muri.
Tutto ciò è fantasia, immaginazione? Non credo. E poi uno si chiede: "Mio Dio, durerà molto, durerà sempre, durerà per l'eternità?".
Sai cos'è che fa sparire questa prigione?
È un affetto profondo, serio.
Essere amici, essere fratelli, amare.. spalanca la prigione per potere sovrano, per "grazia potente"

(Vincent Van Gogh)

0b417b68-3fda-489e-94ef-094d5836f766
« immagine » Non si sa sempre riconoscere che cosa è che ti rinchiude, che ti mura vivo, che sembra sotterrarti. Eppure si sentono non so quali sbarre.. quali muri. Tutto ciò è fantasia, immaginazione? Non credo. E poi uno si chiede: "Mio Dio, durerà molto, durerà sempre, durerà per l'eternità?"...
Post
07/10/2016 14:03:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. scolpireilvento 18 febbraio 2017 ore 13:23
    Anche se non conosco il tuo nome e non so nulla della tua vita, leggendo in ordine sparso il tuo blog, ogni volta ti sento affine.
    Ti regalo queste parole di Hrabal:
    "Dovrei essere uno spaccone, dovrei essere un ganzo, ma fisso negli occhi la vita come fosse una bella donna...sono un umile amante impaurito dalla bellezza che in ogni cosa mi è venuta incontro."

    Un saluto da qualcuno che si è trovato nello smarrimento e si è smarrito per trovarsi. Ciao fratello.
  2. GaaraDelDeserto 18 febbraio 2017 ore 18:44
    Ti ringrazio per le parole, anche quelle di Hrabal che onestamente ignoravo, ma che condivido appieno. Il blog in realtà è solo un prontuario di riflessioni ed aforismi senza necessariamente un nesso specifico o un ordine preciso, quindi si può leggere a piacimento.. nella speranza che lasci qualcosa, pur non essendo un vademecum autoriale che curo con grande solerzia.
    Rispondo con una frase molto banale ma che mi auguro serva da sprono per un'eventuale ripresa del tuo blog. Prendila con i guanti, se serve a liberarti la mente dal traffico delle sue illazioni ha già svolto il suo compito:
    "nessuno ti ricorderà per i tuoi pensieri segreti"

    e già che ci sono ne aggiungo un'altra della stessa spiantata provenienza: "ho imparato che un uomo ha diritto a guardarne un altro dall'alto in basso, solo quando deve aiutarlo a rialzarsi"

    Buona serata ;-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.