A Thelonious Monk bastava il nome

25 ottobre 2018 ore 14:37 segnala


Che Thelonious Monk non sarebbe stato uno qualsiasi lo si sarebbe potuto immaginare già il 10 ottobre 1917, cento anni fa, quando nacque a Rocky Mount, North Carolina, e i suoi genitori decisero di dargli quel nome che sembrava fatto per finire sulle locandine dei concerti. Si trasferì molto piccolo a New York, la città in cui a partire dalla fine degli anni Quaranta, insieme a un pugno di altri musicisti afroamericani, inventò il be bop, il movimento musicale che ribaltò il jazz per come lo si conosceva e senza il quale non avremmo avuto molte delle cose che ascoltiamo oggi.

Che Thelonious Monk non sarebbe stato uno qualsiasi lo si sarebbe potuto immaginare già il 10 ottobre 1917, cento anni fa, quando nacque a Rocky Mount, North Carolina, e i suoi genitori decisero di dargli quel nome che sembrava fatto per finire sulle locandine dei concerti. Si trasferì molto piccolo a New York, la città in cui a partire dalla fine degli anni Quaranta, insieme a un pugno di altri musicisti afroamericani, inventò il be bop, il movimento musicale che ribaltò il jazz per come lo si conosceva e senza il quale non avremmo avuto molte delle cose che ascoltiamo oggi.

Ma a differenza dei suoi colleghi Charlie Parker, Dizzy Gillespie e Miles Davis, Monk evitò sempre le celebrazioni e i divismi di cui poteva essere protagonista un jazzista in quegli anni, occasione più unica che rara di ascesa sociale per un afroamericano in quegli anni. Il suo carattere schivo, da uomo dietro le quinte, rispecchiava il suo reale ruolo di mentore e maestro dei musicisti più giovani, ribelli e fotografati: il risultato fu che la sua figura assunse già quand’era in vita contorni misteriosi e da santone, rafforzati dai suoi comportamenti bizzarri, dal suo proverbiale cappello che sembrava più un copricapo da sciamano, e dalla sua presunta malattia mentale. Ma anche senza protagonismi e senza una vita sopra le righe, il suo nome dice jazz anche a chi di jazz non sa nulla, ma sa che Thelonious Monk era uno leggendario, lui e il suo nome da predestinato.

L'ultima nota stizzita di Thelonious si è infranta contro il sassofono caldo di
Charles Rouse,sfociando in una quiete baciata dalla genialità.Nell'aria un silenzio pieno di parole..
06638d21-2215-45f7-8464-33a70bee2c3f
« immagine » Che Thelonious Monk non sarebbe stato uno qualsiasi lo si sarebbe potuto immaginare già il 10 ottobre 1917, cento anni fa, quando nacque a Rocky Mount, North Carolina, e i suoi genitori decisero di dargli quel nome che sembrava fatto per finire sulle locandine dei concerti. Si trasfe...
Post
25/10/2018 14:37:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.