CHIESI A DIO DI ESSERE FORTE

01 gennaio 2017 ore 16:21 segnala


Chiesi a Dio di essere forte per eseguire progetti grandiosi,

ed egli mi rese debole per conservarmi nell’umiltà.

Domandai a Dio che mi desse salute per realizzare grandi imprese,

ed Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto,

ed Egli mi ha lasciato povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere perché gli uomini avessero bisogno di me,

ed Egli mi ha dato l’umiliazione perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita,

ed Egli mi ha lasciato la vita perché io potessi essere contento di tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato, o mio signore, fra tutti gli uomini nessuno possiede quello che io ho.


Kitk Kilgour, campione di pallavolo,

paralizzato, radiocronista sportivo
ced0085e-bc7a-40df-91b1-c76945147da8
« immagine » Chiesi a Dio di essere forte per eseguire progetti grandiosi, ed egli mi rese debole per conservarmi nell’umiltà. Domandai a Dio che mi desse salute per realizzare grandi imprese, ed Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio. Gli domandai la ricchezza per possedere tu...
Post
01/01/2017 16:21:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Posseggoilcaxxoduro 01 gennaio 2017 ore 16:23
    HO VISTO DIO NEL 78, ASSOMIGLIA A ADOLF
  2. gandalf3 01 gennaio 2017 ore 16:27
    @Posseggoilcaxxoduro...per il tuo nik ti posso dire buona fortuna.
  3. Njlo 01 gennaio 2017 ore 20:09
    Bisogna essere grandi dentro per scrivere un testo simile. L'accettazione del dolore è difficilissima, solo anime forti, speciali, illuminate riescono addirittura a ringraziare Dio per averlo dato loro.
  4. gandalf3 01 gennaio 2017 ore 22:33
    @Njlo... Cara amica,credo che l'accettazione del dolore sia una dei più grandi doni che LUI ci ha fatto.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.