Orchestra Bailam

05 maggio 2017 ore 11:35 segnala

L’Orchestra Bailam porta sul Palco di Piazza delle Feste uno spettacolo nato dal desiderio di ricordare come la collaborazione dei popoli abbia generato una ricchezza culturale senza confini.Un viaggio alla scoperta delle musiche che si suonavano, si cantavano e si ballavano nei locali d’intrattenimento tra ‘800 e ‘900, nei Cafè amán mediorientali e quello che l’Orchestra Bailam ha immaginato, attraverso le sue canzoni, si potesse cantare nelle Taverne della colonia genovese di Galata.Grazie ad un’organizzazione sociale multietnica e multireligiosa, l’Impero Ottomano fu il vero collante tra le etnie del territorio mediorientale. Turchi, greci, armeni, arabi, ebrei, zingari, seppure al servizio del Sultano, collaborarono tra loro creando una duratura multiculturalità attenta allo studio delle arti.Così, mentre alla corte del Sultano e nei monasteri Sufi si coltivavano gli studi della poesia, della musica colta e della musica sacra, nei centri urbani come Istanbul, Smirne, Salonicco, Aleppo o Alessandria erano attivi luoghi d’intrattenimento; le Taverne, i Cafè Amàn e le Tekès posti dove il linguaggio musicale era raffinato, ma, al tempo stesso, diretto e accessibile a tutti.L’Orchestra Bailam è un progetto musicale e culturale che ha un orecchio all’Oriente e uno ai Balcani; le radici affondano nel rai-algerino la musica tradizionale del Nord Africa, e dopo le prime sperimentazioni orientali, l’Orchestra Bailam si approccia maggiormente alla musica dell’Est Europa, al klezmer balcanico.
web
0a8677fd-e137-457c-9062-4a42d287b9c8
« video » L’Orchestra Bailam porta sul Palco di Piazza delle Feste uno spettacolo nato dal desiderio di ricordare come la collaborazione dei popoli abbia generato una ricchezza culturale senza confini.Un viaggio alla scoperta delle musiche che si suonavano, si cantavano e si ballavano nei locali ...
Post
05/05/2017 11:35:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.