Bambini indaco,generazione Arcobaleno: figli della nuova era

03 settembre 2011 ore 13:41 segnala
Possiedono un sorriso che emana luce.
Colpiscono per la profondità di una parola che pare giungere dall’Infinito. Esprimono con semplicità e spontaneità pensieri che rivelano arcane conoscenze intrise di saggezza.

Sembrano vedere oltre la vista e leggere nei pensieri reconditi. I genitori a volte rimangono increduli nell’ascoltarli, percependo un brivido che risale dalle proprie “acque interiori”, una “scossa” simile ad un “suono” d’altri mondi, d’altre dimensioni, che ridesta nella mente emozioni ancestrali, sottili sfere di colori cristallini, melodie inebrianti che moltiplicano i battiti del cuore.

Voglio parlarvi di due bambini che, in modi diversi, mi hanno colpito con il loro “Raggio Celeste”. Il primo è Manuel, conosciuto al termine di una mia conferenza, ed il secondo è Roberto, figlio di un carissimo amico.

Manuel (9/10 anni), seduto in seconda fila con la mamma (portata da lui), mi viene incontro con un sorriso radioso, un raggio eccelso, dopo avermi ascoltato per quasi due ore (incredibile per un bambino!) parlare della lingua Angeli, del cristallo interiore, di messaggi celesti e “contatti” con gli Spiriti Maestri. Mi dice sottovoce: “Io quando sono vicino ad un albero sento la sua voce… faccio sogni molto belli dove vedo tanti colori… mi piace disegnare forme geometriche variopinte simili ai mandala, ma la mia maestra di religione mi dice che non servono a niente…”. Sento la luce vibrare nei suoi occhi e dico alla mamma che è la maestra che non capisce. “Anche i compagni a volte lo prendono in giro…”, continua lei. Manuel mi racconta un sacco di cose, con i suoi occhi sfavillanti e poi mi abbraccia con un’intensità inusitata, una stretta da “cuore a cuore”, lascinadomi folgorato d’Amore, non l’ho più dimenticato.

Roberto (8 anni) è un altro bambino speciale, che irradia “armonie celesti”. Ecco alcuni pensieri sulla musica, dettati al papà allibito ed estasiato:

LA MUSICA SIAMO NOI
La vita è come un pentagramma perché inizia e finisce. Ci sono delle parti che si ripetono, ci sono gli acuti, ci sono i bassi. Alcune parti devono essere suonate piano, altre forti, ma sempre rispettando il tempo e le pause. Ci sono le legature, ci sono le note ristrette, e tutto serve per fare armonia.
La musica aiuta a tornare calmi, oppure serve per trovare la serenità, per rilassarsi, o addirittura per addormentarsi, alcuni scienziati dicono che addirittura faccia bene.
Le note siamo noi. Una persona è come una nota, due persone sono come due note. Una legatura è come due amici per la pelle, una scala musicale è come una famiglia molto grande. Le note più acute sono i più giovani, le note più basse sono i più vecchi, le note centrali sono gli adulti. Ma tutte sono legate dall’armonia di una nota molto speciale chiamata DIO.
Gli strumenti generano le note, gli strumenti producono bellissimi suoni. Lo strumento si impara a guidare solo addestrandoti nell’usarlo e, dopo tante sofferenze, imparerai ad usare al meglio.
Lo spartito è come un contenitore guidato da Dio, contiene tutti noi, quello che facciamo noi, le nostre emozioni, le nostre sofferenze, le nostre cose, ma soprattutto la nostra vita, le nostre anime, le nostre ossa, la nostra pelle, e tutto questo compone l’umano.
Roberto L.R.
Isola di Capo Rizzuto, 20 luglio 2011

Com’è possibile che un bambino parli in questo modo? Da dove giungono i suoi pensieri? Com’è spiegabile la sapienza e l’alto grado di spiritualità che si coglie come un “GRANDE SUONO” in lui, così piccolo? Domande semplici, razionali… Eppure la razionalità sembra prosciugarsi ed incenerire di fronte a tanta ARMONIA.

Loro sono la “generazione Arcobaleno”, e sono venuti per insegnare a noi adulti la vera saggezza. Sono qui per risvegliare il nostro cuore dormiente, offuscato dalle nebbie mentali dell’eccessiva razionalità. Sono come piccole “astronavi” venute a salvarci dallo sfacelo del nostro mondo. Ascoltiamo queste “piccole grandi” voci di cristallo, hanno molto da insegnarci. Essi possiedono la chiave del Paradiso.

Grazie Manuel e Roberto!
2de6d553-b6d4-4c15-a0a6-fe450d954235
Possiedono un sorriso che emana luce. Colpiscono per la profondità di una parola che pare giungere dall’Infinito. Esprimono con semplicità e spontaneità pensieri che rivelano arcane conoscenze intrise di saggezza. Sembrano vedere oltre la vista e leggere nei pensieri reconditi. I genitori a volte...
Post
03/09/2011 13:41:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    1

IL PERDONO E' UNA SCELTA

02 settembre 2011 ore 20:26 segnala
Aristotele diceva che l’anima dà forma al corpo e ora il Prof. Robert Enright, docente di Psicologia Educativa in una università americana, ci dimostra che l’ira, l’odio, il risentimento e ogni rifiuto di perdono sono la causa profonda di un’infinità di nostri disturbi, dapprima funzionali e poi chiaramente organici.

Attraverso un graduale e agevole cammino ricco di esempi pratici e di frammenti di vita di molti suoi assistiti, l’Autore prende per mano il Lettore e lo porta alla consapevolezza che il perdono è veramente “il solo modo per dissolvere l’ira e ristabilire la speranza” e quindi che è urgentemente utile sia per lui che per coloro che gli vivono accanto.

Infatti, la nostra ira non danneggia tanto il nostro offensore, che in molti casi può non porre assolutamente importanza al male fatto e di cui qualche volta non è neppure cosciente, ma danneggia grandemente noi e i nostri familiari.

L’Autore, cioè, con questo suo libro ci dice che l’amore e l’odio diffondono dal nostro cuore al nostro corpo e poi contaminano l’ambiente di lavoro e piano piano tutti coloro che in qualche modo vengono a contatto con noi e tra questi, prima di tutti e in modo particolarmente intenso, influenzano i nostri cari.

Inoltre, l’Autore ci insegna a perdonare chi ci ha fatto del male in modo da ridurre le competizioni e i conflitti interpersonali, con le loro inarrestabili spirali di violenza e distruttività.

Questa sarebbe sicuramente una fortissima spinta a cambiare in meglio la nostra società, partendo però da un cambiamento del nostro cuore. Pertanto, chi è cosciente di non aver perdonato a qualcuno sappia che esiste una terapia che può essere svolta lavorando nel proprio intimo.

In ogni caso dipende da ognuno di noi, perché IL PERDONO È UNA SCELTA, una scelta libera e personale, ma che si può fare in ogni momento e ad ogni età.
dedde2cd-9614-42fb-b571-d4cca3dfaa75
Aristotele diceva che l’anima dà forma al corpo e ora il Prof. Robert Enright, docente di Psicologia Educativa in una università americana, ci dimostra che l’ira, l’odio, il risentimento e ogni rifiuto di perdono sono la causa profonda di un’infinità di nostri disturbi, dapprima funzionali e poi...
Post
02/09/2011 20:26:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11
  • commenti
    comment
    Comment
    4

L'ARTE DI RELAZIONARSI CON GLI ALTRI

27 agosto 2011 ore 17:39 segnala
Come relazionarsi ed essere in armonia con gli altri



L’arte di Relazionarsi con gli Altri, questa capacità rappresenta una solida base per il benessere e la felicità.

L’essenza di questa competenza si esprime con l’empatia, che è differente dalla simpatia.

La persona simpatica è spiritosa, divertente, mette di buon umore.
La persona capace di empatia mette a proprio agio gli altri, si immedesima, è sensibile ai sentimenti altrui.
La persona capace di empatia si pone nei confronti degli altri su un binario Vincere - Vincere, ovvero: “tutto ciò che ci coinvolge è a vantaggio di entrambi”.

Ti ricordo i tre binari relazionali:

Vincere - Perdere
Perdere - Vincere

Vincere - Vincere
Nella relazione Vincere - Perdere, il primo attore ottiene benefici a discapito del secondo.

Nella relazione Perdere - Vincere, il primo attore sacrifica i propri benefici a vantaggio del secondo.

In Vincere - Vincere si mettono insieme le risorse di ognuno al fine di moltiplicare i benefici per entrambi.

Il concetto di Vincere - Vincere si può esprimere con il pensiero di George B. Shaw sullo scambio d’idee.

Ecco il suo bellissimo insegnamento: “Se io e te arriviamo ognuno con una mela e ce la scambiamo, entrambi torniamo a casa con una mela a testa. Ma se io e te arriviamo ognuno con una propria idea e ce la scambiamo, entrambi torniamo a casa con due idee a testa”.

La persona capace di empatia progetta istintivamente il benessere comune, sviluppando benefici a vantaggio di entrambi.

Per benefici s’intende beni materiali, tempo, sentimenti, idee, fiducia.
689a5cf7-c0ab-4055-8694-b86da82d051e
Come relazionarsi ed essere in armonia con gli altri L’arte di Relazionarsi con gli Altri, questa capacità rappresenta una solida base per il benessere e la felicità. L’essenza di questa competenza si esprime con l’empatia, che è differente dalla simpatia. La persona simpatica è spiritosa,...
Post
27/08/2011 17:39:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    7

Il Potere autentico delle Relazioni

21 giugno 2011 ore 12:44 segnala
Quale sia il cammino che avete intrapreso, non potrà mai essere spirituale se le vostre interazioni non diventano più consapevoli e amorevoli.
L’universo si regge su un perno: quel perno siete voi!


“Ho scritto il segreto del potere autentico per liberarmi da una gabbia! Volevo entrare in contatto con le persone, avevo bisogno di entrare in contatto con loro. Non solo raggiungerle con i miei scritti come in passato, ma entrarvi in contatto autenticamente, per il mio e per il loro bene!“.
"Gary Zucav"


Il mondo attuale consente a ciascuno di noi di evolvere al di là dei limiti dei cinque sensi e di vivere esperienze di noi stessi e di ciò che ci circonda molto più estese rispetto a quanto non fosse possibile un tempo.

La nostra percezione non è più confinata a quanto potevamo vedere, udire, toccare, annusare e gustare: ora siamo in grado sempre di più di accedere a conoscenze che i sensi non possono individuare.

Questa percezione ampliata altera in modo definitivo l’esperienza di noi stessi, del mondo e delle nostre relazioni ed esige da ciascuno di noi di esplorare e coltivare le sorgenti del nostro amore e di individuare e guarire le fonti interiori di tutto quello che ci impedisce di amare (le nostre paure).

Anche le relazioni stanno quindi cambiando e in ogni momento siamo chiamati a compiere una scelta profonda: possiamo fingere che la nostra vita e il nostro mondo non siano cambiati e continuare a relazionarci l’un l’altro come prima, oppure possiamo usare le relazioni per trasformarci in individui pieni di amore e dotati di potere autentico.

Questo libro parla di nuove relazioni e della nuova e profonda dinamica relazionale che ci permette di raggiungere il nostro pieno potenziale, ottenendo la vita gioiosa e soddisfacente a cui tutti aspiriamo.

La dimensione spirituale nelle relazioni non riguarda solo le coppie sposate, ma si può creare ovunque due o più persone decidano di impegnarsi su un piano di parità per raggiungere la crescita spirituale.

Un libro che ci consente di esplorare le nostre emozioni, le nostre intenzioni, le nostre scelte e le nostre intuizioni, usandole per realizzare una profonda crescita spirituale.

L’umanità è di fronte a una rivoluzione copernicana: gli esseri umani che basano la loro esistenza sulla realtà fisica, sui loro cinque sensi, stanno per scomparire. Si moltiplicano invece coloro che hanno una maggiore attenzione alla vita interiore.

Una nuova “specie” che percepisce distintamente la propria anima.

Se i primi vivono per soddisfare i propri bisogni, i secondi hanno come unico obiettivo la crescita spirituale attraverso la multisensorialità.

Gli esseri multisensoriali, la nuova umanità, conosceranno e applicheranno le Tre Leggi dell’Universo: la Legge Universale della Creazione, la Legge di Causa-effetto e la Legge dell’Attrazione.

Tutti noi saremo chiamati a progredire ed evolvere per trasformare la nostra interiorità attraverso un percorso di consapevolezza in cui Gary Zucav ci accompagna brillantemente, veso un autentico potere spirituale.
7857fa7c-f1b6-4e76-b66e-0d5b72c1d88f
Quale sia il cammino che avete intrapreso, non potrà mai essere spirituale se le vostre interazioni non diventano più consapevoli e amorevoli. L’universo si regge su un perno: quel perno siete voi! “Ho scritto il segreto del potere autentico per liberarmi da una gabbia! Volevo entrare in contatto...
Post
21/06/2011 12:44:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    2